10 consigli per affrontare la perdita del proprio cane

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Il vostro cane ha fatto sempre parte della vostra vita. Ora che è morto soffrite tantissimo e in casa purtroppo nessuno vi capisce. Vi sentite soli, temete di non averlo amato abbastanza e i sensi di colpa vi stanno schiacciando. Vorreste che fosse qui con voi, e vi accorgete solo adesso che gli volevate un bene dell’anima. Sappiamo tutti quanto il dolore per la perdita del proprio animale possa essere forte. Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti che speriamo vi aiutino a fronteggiare e superare la scomparsa del vostro amico fidato. Eccovi quindi 10 consigli per affrontare questa triste perdita.

211

Non permettete a nessuno di giudicare i vostri sentimenti

Il cane infatti era una parte significativa della vostra vita, una fonte di conforto, di amore incondizionato ed accettazione, di divertimento. La perdita di tale rapporto è quindi devastante. Ci si sente vulnerabili, soli, immersi in un complicato insieme di emozioni, a cavallo tra il passato e un presente duro da accettare. L’intenso dolore che si prova è normale e naturale, e non bisogna permettere a nessuno di minimizzare o di accusarvi di eccessivo sentimentalismo. La cosa più importante da fare è quella di essere onesti sui propri sentimenti, senza giungere a negare il dolore, la rabbia o il senso di colpa. Riconoscete in primo luogo i vostri sentimenti, è il primo step per venire poi a patti con essi.

311

Vivete il dolore

Porre un freno al dolore non lo farà svanire, anzi accadrà proprio il contrario, dunque esprimetelo, piangendo, urlando, spaccando tutto, parlandone, facendo insomma ciò che può aiutarvi a sfogarvi e buttar fuori ogni cosa. Inutile mettere la testa sotto la sabbia evitando di pensare al cane, ma ricordate invece i bei tempi trascorsi insieme: questo vi aiuterà un po' a comprendere, cosa importante per ritrovare la serenità nella consapevolezza di ciò che si è vissuto. Per uscirne insomma bisogna passarci dentro, immergersi nel dolore un po' alla volta, rivivendo i momenti migliori e riappropriandosi così del passato.

Continua la lettura
411

Strategie pratiche

Alcune strategie prevedono l'espressione dei propri sentimenti e ricordi scrivendo poesie, racconti o lettere all'animale, altre invece di riempire il tempo che si spendeva con l'animale creando un memoriale dedicato all'animale, un collage di foto, un'opera per ricordarlo e per raccontare anche agli altri della perdita subita.

511

Non cadete nella trappola del rifiuto

Il rifiuto rende difficile accettare serenamente che il proprio cane non tornerà mai più. Ci sono persone che estremizzano il rifiuto, e finiscono per ritenere i propri animali ancora vivi e sofferenti da qualche parte. Non ci sono scorciatoie invece. Il lutto va lasciato decantare, mentre tutti i tentativi che mirano a schivare la sofferenza non faranno altro che prolungarla nel tempo. Anche evitare tutto ciò che ci ricorda il passato è un modo per mantenerlo vivo, il presente allora si inonda di esso e la persona vi rimane intrappolata dentro.

611

Come dirlo ai bambini

Bisogna discutere della questione con tutta la famiglia ed essere onesti con i piccoli. Vi consiglio di essere molto chiari sul fatto che l'animale non ritornerà, in modo che non si illudano, tuttavia spiegandogli che ora non prova dolore ma è felice. Un bambino che piange o è triste non va assolutamente criticato. Infine non cercate di nascondere loro il vostro dolore, o i bambini faranno la stessa cosa.

711

Come aiutare gli altri animali del nucleo familiare

Gli altri animali soffriranno, poiché colgono ogni cambiamento che accade all'interno della famiglia e si accorgeranno subito che il loro compagno di giochi non c'è più. Un forte attaccamento si può sviluppare tra coppie di cani ma anche tra cane e gatto. La scomparsa dell'amico può comportare un trauma che può condurre l’animale a non mangiare più e a lasciarsi morire. Sarà quindi necessario dare loro più attenzioni per aiutarli in questo triste frangente. L'amore degli animali superstiti comunque può essere meravigliosamente utile per lenire la vostra sofferenza.

811

Non prendete subito un nuovo animale

Per un po' è meglio non portare a casa un nuovo animale, poiché vi servirà del tempo per superare il dolore della perdita subita. Inoltre i bambini potrebbero vivere tutto ciò come un segno di infedeltà nei confronti dell’animale precedente. Sostanzialmente, va preso quando si è pronti ad instaurare un nuovo rapporto, portate pazienza!

911

Cercate un supporto

Se la vostra famiglia o i vostri amici amano gli animali, capiranno ciò che state passando. Non serve quindi nascondere i propri sentimenti per apparire più forti. L'importante è parlarne, in modo da vederli nella giusta prospettiva. Dovreste trovate qualcuno con cui potrete tranquillamente piangere il vostro cane. Se non potete contare sul sostegno di familiari o amici, chiedete al veterinario di associazioni o gruppi di sostegno.

1011

Tenete i suoi cuccioli con voi

Se gli farete fare dei cuccioli, una parte di lui rimarrà nei suoi figli, che contribuiranno ad alleviare poi il vostro trauma: è chiaro che saranno diversi e non potranno sostituire il vostro beniamino, ma egli continuerà a vivere immortale in loro e ciò vi consolerà almeno un po'.

1111

Guardate al futuro

Quando sarete finalmente pronti, potrete pensare a prendere un nuovo cane. Le persone reagiscono in modi diversi: c'è chi non ne vorrà mai un altro, e chi spera di consolarsi in fretta prendendo subito un nuovo amico. Invece ricordate che non è un surrogato del primo, ma bensì un modo per guardare al futuro e ricordarsi che la vita va avanti. Dovrà essere diverso e lasciato libero di esprimere la sua personalità mentre costruirete un rapporto speciale con lui. Vi consiglio inoltre di non dargli mai lo stesso nome del vecchio, in modo da evitare confronti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come far smettere di piangere un cucciolo

I cuccioli del cane, così come tutti i cuccioli (anche quelli umani) hanno un solo modo per comunicare: il lamento o il pianto, che è sempre segnale e manifestazione di una richiesta o di un disagio. Pertanto, anche se è molto fastidioso sentire questi...
Cani

Come interpretare il linguaggio dei cani

I cani sono animali socievoli e molto affettuosi che, per comunicare con i loro simili e con gli esseri umani, utilizzano un insieme di posture, suoni e movimenti. La comunicazione del cane si basa soprattutto sul linguaggio del corpo e sull'utilizzo...
Gatti

Come capire se un gatto è triste

Avere un gatto in casa è sicuramente una realtà che migliora le giornate. Gli amanti del gatto sono in continua ascesa e sono sempre di più le adozioni di questi curiosi felini. I gatti sono animali particolari, dall'indole territoriale e indipendente....
Altri Mammiferi

Come fare amicizia con un cavallo

Gli animali sono una cosa meravigliosa! Sono in grado di percepire i sentimenti degli umani. Per istinto stabiliscono con essi in maniera naturale, un contatto di grande amicizia e amore. Non solo i cani ma anche altre razze, entrano in simbiosi con un...
Gatti

Come affrontare la perdita del proprio gatto

Chi possiede un animale domestico generalmente tende a trattare quest'ultimo come un membro fondamentale della propria famiglia. Pertanto quando l'animale per qualsiasi motivo viene a mancare è sempre un grande dolore. Nella seguente guida dunque verrà...
Cani

Come riconoscere una frattura nel cane e come si cura

Un cane vivace amante delle corse e delle scorribande può incorrere in piccoli infortuni o fratture. Questo può capitare anche ad animali anziani, con passo tremolante oppure risultare il frutto di circostanze sfortunate. La frattura riguarda l’interruzione...
Cura dell'Animale

5 motivi per diventare volontario in un canile

Spesso vedendo degli animali abbandonati per strada, ci è capitato di fermarci e metterli al sicuro, dandogli da mangiare e da bere. Tuttavia con sommo dispiacere, ci siamo preoccupati del loro futuro (cosa giusta), e abbiamo telefonato ad un canile...
Cani

Come ritrovare un cane che si è perso

Chi ha un cane lo sa che questo rappresenta delle volte il migliore amico dell'uomo. Con la sua dolcezza e il suo buon umore rende più felici le giornate. Quando si perde un cane i primi sentimenti che invadono il nostro cuore sono senz'altro la preoccupazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.