10 consigli per allevare cuccioli di pastore tedesco

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Il pastore tedesco è il cane per eccellenza: è una delle razze simbolo che nelle sue caratteristiche convoglia velocità, capacità di addestramento, ricerca e forza. Sono cani di ottima compostezza, di altezza medio-alta ed ottimi animali da compagnia. Amano correre e giocare e sono ideali l'addestramenti: non per niente è tra le principali razze utilizzate nelle unità cinofile delle varie forze armate. Se si vuole adottare un cane, i cuccioli di pastore tedesco sono davvero un'ottima scelta. Ma come ogni razza bisogna conoscere le sue caratteristiche e saperli allevare, quindi vediamo 10 consigli che possono tornare utili.

211

Stare seduto

La prima cosa che si insegna ad un cane, qualunque sia la razza, è quella di stare seduto. È un comando fondamentale far capire al proprio cane quando può muoversi e quando sedersi. Per far ciò è necessario osservare quando il cane inizia a sedersi da solo ed associare quindi tale movimento al suono della parola "seduto". Se inizialmente non collega questo comando allora accompagnare con la propria mano insieme alla parola.

311

Correggere la condotta al guinzaglio

Bisogna abituare il cane a correggere la condotta al guinzaglio: questa è importante quando sono piccoli perché devono capire quale sia la giusta andatura. Devono saper distinguere quando si cammina per una normale passeggiata e quando si può correre e giocare. Il passo del cane deve seguire l'andamento del padrone: non ci si deve tirare a vicenda, ma soprattutto non deve essere il cane a tirare il padrone. Per far questo è necessario far capire con l'andatura del piede ed eventualmente con uno strattone al guinzaglio quale sia il corretto andamento da seguire.

Continua la lettura
411

Stare fermo

Il cane deve comprendere il comando di stare fermo. Questo non è semplice poiché il cane vuole sempre seguire il padrone ovunque esso vada, ma deve anche capire quando non può essere presente (comunemente tale comando viene chiamato "resta"). Per comprendere tale imput bisogna far distinguere il comando stop, eseguito con la mano, dal comando vai. Quindi alternativamente svolgere uno e l'altro comando così da far capire quando stare fermo e quando si può muovere.

511

Capire il no

Bisogna saper dire di "no" un comando fondamentale per far capire che determinate cose non posso essere eseguite. Il comando No deve essere detto con convinzione e bisogna farsi capire da un gesto della mano o dal proprio sguardo. Non è un comando complicato da comprendere poiché i primi insegnamenti vengono dati dalla madre.

611

Addestrare al richiamo

Altro comando a cui bisogna abituare il proprio cane è quello di addestrare al richiamo. Questo è fondamentale poiché il cane deve rispettare l'ordine che viene impartito. Se chiamato deve rispondere subito. Ciò fa comprendere il rispetto del cane nell'autorità del padrone: per far ciò bisogna chiamarlo con il suo nome fino a quando non comprende che questo può essere un comando di richiamo.

711

Rafforzare i comandi con i regali

Bisogna rafforzare i comandi che vengono insegnati al proprio cane mediante dei regali o anche delle carezze. Il regalo può essere anche un semplice croccantino, che fa capire al cucciolo che tale comando che gli è stato impartito lo ha eseguito in maniera corretta. Questo è un modo per incoraggiarlo.

811

Addestrare alla corretta alimentazione

Altra cosa che per cui bisogna addestrare il cane è quella della corretta alimentazione. Il cane deve capire quando può e quando deve mangiare: non tutti gli orari ed i cibi possono andare bene poiché il suo metabolismo non funzionerebbe in modo regolare. Ciò causerebbe sovrappeso e malfunzionamento del suo apparato digestivo.

911

Addestrare al saluto

Può sembrare una cosa poco utile ma bisogna addestrare il cane al saluto. Quando trovano persone nuove il cane è istintivamente propenso a salutare in modo esagerato. Può avvenire che le persone per un qualsiasi motivo non amano i cani, quindi se il cane vuole salutare deve svolgerlo in modo posato, magari abbiando una volta (solitamente tendono a saltare sull'altra persona e ad inziare delle effusioni di affetto). Questo non vale se l'altro utente incita il cane direttamente, a quel punto il cane ha diritto di esprimersi come vuole nel saluto.

1011

Addestrare agli orari dei bisogni fisici

Bisogna addestrare il cane agli orari dei bisogni fisici: è naturale che abbia le sue esigenze fisiologiche ma, soprattutto se si trova in appartamento, deve abituarsi a quando è libero di soddisfare le proprie esigenze. L'ideale è abituarlo ad andare la mattina e nel tardo pomeriggio.

1111

Abituare alla compagnia

Altra cosa importante è quello di abituare il cane alla compagnia. Sembra una cosa di poco conto ma è invece un passo importante che deve imparare da quando sono cuccioli. I cani devono abituarsi alla confusione, alle persone ed agli altri animali che si possono trovare in giro per strada. Questa parte aiuta con il tempo al cane a far capire che le persone estranee non sono una minaccia e che può muoversi liberamente in mezzo a loro. La confidenza con persone nuove lo abitua a stare bene con tutti senza problemi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Tutto sul Pastore Tedesco

Se sei un amante degli animali e adori i cani di taglia grande questo manuale fa al caso tuo, il pastore tedesco è un cane stupendo che richiede molta cura e molto amore. Viene spesso utilizzato per mansioni utili nell'ambito sociale, specialmente dalla...
Cani

Cani da pastore: le migliori razze

Quando si parla di cane da pastore si va a identificare una serie di razze che, per selezione o innate capacità, supportano l’uomo nelle attività legate all’allevamento di bovini e ovini. La F. C. I. Classifica questi cani nel proprio Gruppo 1,...
Cani

Come addestrare un cane guida per non vedenti

Il cane è stato il primo animale ad essere addomesticato dall’uomo, è stato addirittura nel periodo Neolitico, infatti, che i cani hanno iniziato a vivere e collaborare con gli uomini. Non ci sorprende quindi che essi siano diventati i nostri migliori...
Cani

I 10 cani più facili da addestrare

È difficile poter scrivere una lista di quali sono i cani più facili da addestrare. Sotto certi aspetti questo potrebbe voler dire che ci sono cani più intelligenti di altri. In realtà ogni cane può tranquillamente essere addestrato ma per ogni razza...
Cani

Come prendersi cura del lupo cecoslovacco

Il cane lupo cecoslovacco è un pastore di taglia medio-grande. Questa razza canina risale a tempi abbastanza recenti. Difatti nel 1955 si fece un esperimento in Cecoslovacchia, incrociando 48 esemplari di pastore tedesco e 4 esemplari di lupi euroasiatici....
Cani

Tutto sul Cane Lupo Cecoslovacco

Il cane lupo cecoslovacco è una razza di cane, generalmente di taglia medio-grande, appartenente al gruppo dei pastori e bovari. È una razza canina relativamente recente, nata da un esperimento condotto nel 1955 nell'allora Cecoslovacchia. Dopo aver...
Cani

Come lavare un pastore tedesco

I cani emanano un odore molto forte e anche loro necessitano di una bella lavatina ogni tanto. Ovviamente per chi ha cani di taglia molto grossa è più difficile tenerli ben fermi per lavarli come si deve. Se volete sapere qual è il modo giusto per...
Cani

Come addestrare un pastore maremmano

Quasi tutte le persone del mondo sono amanti dei cani, in quanto sono creature davvero sensibili; i cani mancano solo della parola, in genere sono fedeli forse più delle persone, sono dei giocherelloni e fanno parte della vita quotidiana dei loro padroni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.