5 segreti per educare i gatti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il gatto è sempre più apprezzato e scelto come animale domestico da tante famiglie di tutto il mondo; il suo intuito, il suo caldo abbraccio peloso e la sua intelligenza ne fanno un compagno di vita affettuoso, curioso ed indipendente.
L'istinto intraprendente dei gatti, tuttavia, può comportare qualche difficoltà nella convivenza domestica con i padroni o con altri animali in casa. È tipico, ad esempio, che questi piccoli felini inizino a farsi le unghie grattando sul divano, che saltino su mobili e tavoli e che scelgano, per dormire, posti non convenzionali! I gatti, rispetto ai cani, si dimostrano più restii all'obbedienza. È per questo che occorre investire un po' di tempo nell'educazione di questi animali, per garantire una serena quotidianità a loro e agli altri membri della famiglia: ecco 5 segreti per educare i gatti.

26

Lasciare che il gattino trascorra almeno due mesi con la madre


Gli atteggiamenti scorretti che il gatto assume in casa sono figli del fatto che quello domestico non è, propriamente, il suo habitat naturale. Il gatto in natura è abituato a cacciare, lo dicono i suoi acutissimi sensi e la sua propensione all'osservazione e all'attenzione. I nuovi comportamenti sono più facili da apprendere se il gatto, sin dai primi giorni di vita, segue le orme di un gatto adulto, meglio se la madre. Molti sottovalutano la fase del primo apprendimento animale che, nel caso dei gatti, si rivela davvero importante: è la mamma ad insegnare al cucciolo i movimenti fluidi e veloci, la difesa e l'attenzione a non ferire i padroni duranti i giochi e gli insegnamenti.
Il primissimo segreto, dunque, è questo: se ne avete la possibilità, concedete al vostro micio di seguire le orme della mamma prima di separarli!

36

Trovare il giusto premio


La logica del premio da concedere ad ogni successo vale anche per i gatti: se ricevono un rinforzo per il loro impegno, sono invogliati a ripetere lo stesso comportamento in futuro. Per premiare adeguatamente il vostro gatto, però, occorre che lo conosciate bene, poiché non tutti gli animali presentano la stessa indole caratteriale e gli stessi gusti. Se intendete presentare al gatto un ottimo alimento come premio, è necessario dargli ciò che lui gradisce di più.
Il gioco è un' eccellente ricompensa per i mici: esistono tante opportunità di interazione ludica tra padrone e gatto, bisogna soltanto sapere quale sia maggiormente apprezzata dall'animale e, allo stesso tempo, accettata da voi. I gatti amano rincorrere aggetti in movimento, quindi potete optare per un puntatore laser o un' asticella con dei nastrini, giochi semplici e veloci per voi ma molto divertenti per loro!

Continua la lettura
46

Fornire al gatto tutti gli oggetti di cui necessita


Alcuni non sempre rammentano che un animale, seppur avvolto dal calore del focolare domestico, ha delle necessità naturali che non possono essere ignorate. È importante conoscerle e soddisfarle, soprattutto quando si ha a che fare con un animale esigente come il gatto.
Innanzitutto, i mici hanno bisogno di affilare le unghie, poiché l'istinto li spinge a tenerle sempre pronte per la difesa e l'attacco: per evitare che utilizzino divani, tappeti, mobili e cuscini per questo, fornite loro un tiragraffi, oppure adattate a questo scopo un oggetto che già avete in casa. Allo stesso modo occorre mettere a disposizione del proprio animale degli appositi giochi, come palline, bottiglie di plastica vuote e sonaglini, così che possa intrattenersi durante il giorno. Se lo spazio ve lo permette, adibite un angolo dedicato ai suoi giochi, con strutture da arrampicata, porticine e lacci: vinta la frustrazione, il gatto si dimostra da subito più incline alla tranquillità e all'ascolto.

56

Essere coerenti con le proprie intenzioni

I gatti, come gran parte degli animali domestici, non comprendono fino e in fondo un messaggio se esso non risulta perfettamente coerente alle azioni e al linguaggio del corpo dell'interlocutore. Per questo motivo bisogna assumere una postura adeguata quando si rimprovera il proprio micio e, allo stesso tempo, è consigliabile utilizzare lo stesso tono di voce in queste situazioni. I gatti basano gran parte della loro educazione sui suoni, quindi sulla voce che li incita o gli da degli ordini: parlate spesso al vostro gatto, cambiando tono e volume a seconda delle vostre intenzioni e otterrete dei notevoli risultati. Quando proibite un' azione al vostro gatto e, questo, non vi obbedisce, potete farvi comprendere allontanandolo momentaneamente. Se il gattino, ad esempio, rovescia regolarmente la lettiera o maltratta le piante, provate a metterlo a debita distanza dall'oggetto del suo interesse per almeno cinque minuti. L'importante, comunque, è che siate sempre coerenti e che non vi lasciate intenerire eccessivamente dai miagolii: l'educazione che gli state impartendo è anche per il suo bene!

66

Elargire tante coccole

pas">I gatti sono erroneamente associati ad un' indole fredda e diffidente: questa è una generalizzazione basata sul loro comportamento iniziale, schivo perché timoroso. La fiducia del gatto va guadagnata giorno dopo giorno, con le dovute cure che comprendono tante coccole. Se il vostro è particolarmente pauroso, le dolci attenzioni si rivelano essenziali per farlo sentire compreso e al sicuro. Il rapporto con il micio si stabilisce sin da subito quindi, per un' interazione serena e amorevole, è necessario trascorrere del tempo a coccolarlo, magari pettinandolo o grattandolo nei suoi punti preferiti. Se non sapete come fare, lasciatevi guidare dalle sue fusa e non sbaglierete!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come educare un gattino

Il gatto, in quanto felino, è un animale molto indipendente e lo è sin da subito. La prima educazione, infatti, la riceverà esclusivamente dalla mamma. Questo vuol dire che, almeno in un primo momento, il tuo ruolo non sarà riconosciuto e potrai iniziare...
Gatti

Come dissuadere i gatti dal far pipì negli angoli delle stanze

Avere un gatto in casa comporta dei problemi, specialmente quando fa i suoi bisogni negli angoli più impensati di casa. La soluzione pressoché definitiva sta nel saper educare i gatti indicandogli i luoghi dove possono fare pipì, partendo dal presupposto...
Gatti

Come educare il gattino alla lettiera

Se avete adottato un micio di pochi mesi o avete intenzione di farlo vi sarà utile sapere come educare il gattino all'uso della lettiera. Per evitare che il nostro amico a quattro zampe faccia i bisognini in giro per casa è fondamentale insegnargli...
Gatti

Come educare un gatto

Ecco una guida, che tornerà molto utile a tutti coloro i quali amano i gatti ed anche il loro mondo. Sono veramente in tanti coloro i quali, hanno in casa un gatto o anche più di uno e desiderano magari insegnare loro qualcosa ed educarlo al meglio....
Gatti

Come calmare un gatto iperattivo

Chi ha animali in casa lo sa, le ricerche lo confermano: prendersi cura di un piccolo coinquilino contribuisce al nostro benessere psico-fisico, aumentando il tono dell'umore e abbassando la pressione sanguigna. Curioso, creativo, tenero e indipendente,...
Gatti

Cosa fare se i vostri gatti litigano

Tutti noi amiamo possedere in casa qualche animale domestico, che sia un cane o un gatto p qualsiasi altra specie, e tutti dobbiamo fare i conti con la loro educazione. Non sempre questo compito è facile o riesce bene, alle volte ci vuole un po' di pazienza,...
Gatti

Come impedire al gatto di graffiare i mobili

Il gatto ha l'abitudine di "farsi le unghie" graffiando. In effetti questa pratica felina è una di quelle cose a cui il micio deve assolvere per ottenere unghie splendide ed affilate, per poter cacciare al meglio le sue prede. Ovviamente sarebbe innaturale...
Gatti

10 cose da sapere sulle lettiere per gatti

Uno dei vantaggi nel possedere un gatto anzichè un cane sta nell'uso della lettiera da parte dei mici. Il padrone di un gatto non ha bisogno di portarlo fuori regolarmente per fargli fare i suoi bisogni. E non deve neanche passare mesi e mesi ad addestrarlo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.