5 suggerimenti per proteggere i cani dai colpi di calore

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Bisogna stare molto attenti all'afa insopportabile o ai raggi diretti del sole per i nostri piccoli o grandi amici a quattro zampe. Quando fa caldo loro soffrono più di noi, non solo, ma rischiano anche di più. Dobbiamo essere noi che li amiamo a difenderli da ogni pericolo e tenerli al sicuro da ogni rischio. Ecco allora pronti per voi 5 suggerimenti per proteggere i cani dai colpi di calore.

26

Evitate le ore più calde

Un po' come si dice per gli anziani e i bambini, lo stesso vale anche per i cani. Le ore centrali, dalle 11 alle 14, sono terribili per un cane. Tra i 5 suggerimenti per proteggere i cani dai colpi di calore c'è questo per primo. L'ora della passeggiata dovrebbe essere fissata dalle 9 alle 10 e dalle 19 alle 20 e preferibilmente nei posti più ombreggiati. E state attenti soprattutto ai cani con setto nasale corto che hanno difficoltà respiratorie ed ai cani in sovrappeso. In ogni caso è necessario non fargli mancare mai l'acqua. Soprattutto d'estate è bene farli bere spesso e anche innaffiarli con getti e spruzzi d'acqua fresca.

36

Osservate il suo comportamento

Se un cane sta bene si avverte dai suoi movimenti giocosi e dal suo fare spontaneo e vivace. Ma se in inizia a soffrire il caldo in modo pericoloso, i primi ad accorgersene devono essere i suoi padroni. Ecco perché tra i 5 suggerimenti per proteggere il cane dai colpi di calore c'è proprio questo: fate attenzione al suo linguaggio del corpo. Affanno, lingua penzoloni, surriscaldamento corporeo, accelerazione del battito, barcollamento. Sono questi i segni più importanti che non dobbiamo trascurare.

Continua la lettura
46

Usate una crema solare adatta

I cani più chiari e con pelo rasato, sono più soggetti alle scottature. È per questo che vanno protetti con un'opportuna crema di protezione solare, soprattutto nelle zone più esposte, come naso, pancia e orecchie. I cani a pelo scuro però non sono più al riparo. Anzi, il colore del loro pelo attira maggiormente i raggi solari, esponendoli di più al rischio surriscaldamento. Nel loro caso sarà bene cospargerli costantemente di impacchi di acqua fresca.

56

Evitate di lasciarlo solo in auto

D'estate, si sa, le temperature possono bruscamente aumentare e persino quel lieve venticello che fino ad un attimo fa soffiava, può sparire da un momento all'altro. Allora ricordiamoci di non lasciare mai solo un cane sull'asfalto, sulla sabbia o, nel peggiore dei posti: l'auto. Anche se momentaneamente ci sembra essere abbastanza ombra e aria, le cose potrebbero rapidamente cambiare e non sappiamo se ritroveremo il nostro cane vivo al nostro ritorno. Ricordate quindi questo, tra i 5 suggerimenti per proteggere i cani dai colpi di calore.

66

Accorciate le passeggiate

Se fa caldo non costringete i vostri amici a quattro zampe a fare lunghe passeggiate. Per loro sono estenuanti e state certi che la terra che toccano con le zampe è altrettanto bollente e per loro non è piacevole. Ma visto che il cane comunque ha l'esigenza di camminare, fate almeno brevi passeggiate!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Viaggiare con gli animali: consigli utili

Prima di metterci in viaggio ci sono molto cose da programmare, non solo quelle che riguardano noi ma anche i nostri amici a quattro zampe. Chi ha degli animali domestici difficilmente se ne separa. Consideriamo che però per spostamenti di pochi giorni...
Altri Mammiferi

Come capire quanto il cavallo è in forma

Tutti gli animali come l'essere umano possono soffrire di malanno, malattie, problemi fisici e a volte pure di stress, in funzione dell'animale sarà possibile capire anche i segnali che daranno l'allarme e ci faranno capire che qualcosa non sta andando...
Cura dell'Animale

Come realizzare una stalla per il cavallo

Cavalcare è una nobile e divertente attività oltre che uno sport sempre più diffuso. Moltissime persone, che hanno a disposizione spazio sufficiente, attorno alla propria abitazione, scelgono di acquistare un cavallo per poterlo cavalcare liberamente,...
Gatti

Gatto: le principali malattie degli occhi

Scegliere di ospitare un animale in casa, comporta sicuramente numerosi benefici a tutti i componenti della famiglia. I nostri amici a quattro zampe, riescono infatti a donare un amore incondizionato alleggerendo le lunghe giornate faticose. Tale scelta,...
Volatili

Le malattie più comuni dei pappagallini

Tra gli animali domestici, i pappagallini sono molto gettonati: sono di compagnia ed è abbastanza semplice gestirli. Tuttavia, come tutti gli uccelli, sono animali delicati: anche loro possono presentare delle malattie che, se non curate in tempo, possono...
Pesci

Il grande squalo bianco: caratteristiche

Portato alla luce dalla serie "Lo Squalo" e celebrata dalla Settimana dello Squalo di Discovery Channel, i grandi squali bianchi sono tra i più noti tipi di squali. Possono venire individuati dalla loro pelle grigia, pancia bianca, corpo a forma di pallottola...
Cura dell'Animale

Come allevare le pecore

Le pecore sono degli animali molto mansueti, fanno parte degli ovini e oltre a produrre il latte per realizzare i formaggi, forniscono la lana, che è molto utile per realizzare alcuni capi invernali, come i cappotti o i gilet oppure le coperte e le imbottiture...
Cani

Come addestrare un pastore tedesco

I cani della razza "pastore tedesco" sono notoriamente tra i più intelligenti, oltre che essere molto belli. Essi hanno una intelligenza particolarmente sviluppata, oltre che una grande sensibilità e spirito di intraprendenza. Proprio per questo motivo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.