Airone: le differenti specie

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'airone è un uccello della famiglia degli ardeidi dell'ordine dei Pelecaniformes. Il nome di questi uccelli, secondo la leggenda narrata da Ovidio, viene dalla cittadina di Ardea, dalla quale un airone spiccò il volo dopo che Enea la distrusse completamente. Questa specie di volatili presenta collo e gambe lunghe, becco robusto e una coda corta. Abitano principalmente nelle regioni tropicali e subtropicali ma si possono trovare anche negli altri continenti, tranne in Antartide. Esistono differenti specie di airone. In questa guida vedremo le più diffuse.

26

L'airone cenerino

Una delle specie di airone che si può trovare nelle regioni temperate dell'Europa e dell'Asia, in Africa e anche lungo le coste norvegesi in estate (è, infatti, l'airone che va più a nord di tutti) è l'airone cenerino. Quest'ultimo presenta grandi dimensioni (ha una statura di 90-98 cm, un peso che oscilla tra i 1020- 2073 grammi e un'apertura alare che arriva a 1,70 metri) e un piumaggio grigio nella parte superiore del corpo e bianco in quella inferiore. Il becco e le zampe sono di colore giallo. Nell'esemplare adulto si possono vedere alcune piume nere sul collo e un ciuffo nero sulla nuca. La grandezza è l'elemento che distingue i maschi dalle femmine, mentre il colore differenzia gli adulti dai giovani (questi ultimi sono di colore grigio). La sua alimentazione è composta di pesci, crostacei, insetti, molluschi, piccoli uccelli, bisce d'acqua, girini, piccoli mammiferi e rane. Per quanto riguarda la riproduzione, quelli che abitano nel paleartico nidificano a partire dal mese di gennaio fino a marzo; quelli delle zone tropicali, invece, soprattutto nel periodo delle piogge. Il nido si trova solitamente alla sommità degli alberi ed è fatto di rami. In genere ogni nido contiene 4-5 uova che vengono covate per circa 25 giorni.

36

L'airone bianco maggiore

Un'altra specie di airone è l'airone bianco maggiore. Si trova nelle zone marine con banchi di alghe, nelle zone umide come le risaie, i canneti e le praterie umide e sulle rive dei fiumi e dei laghi. Per le sue dimensioni è il più grande degli ardeidi che si trovano in Europa. Presenta un piumaggio di colore bianco che rimane invariato per tutto l'anno. Le zampe sono nere o di un giallo sbiadito alla base. Il becco solitamente è giallo. Durante la riproduzione, però, il becco diventa nero mentre le zampe sono più gialle e rossastre. La sua alimentazione è composta da pesci, insetti, rettili e piccoli mammiferi. Per quanto riguarda la riproduzione, depone da 2 a 5 uova che vengono sorvegliate per circa 20 giorni in nidi che si trovano sugli alberi.

Continua la lettura
46

L'airone rosso

L'airone rosso si trova in Eurasia, in Indonesia e in Africa (in Italia è possibile vederlo nella pianura Padana). Presenta dimensioni abbastanza grandi (ha una statura di circa 78-90 cm, un peso di 1400 grammi e un'apertura alare di 1,50 metri). Il collo è lungo e di colore marrone con una striscia nera; il capo sulla sommità è nero. Anche le ali presentano delle macchie scure. La sua alimentazione prevede insetti, anfibi, pesci e crostacei. Per quanto riguarda la riproduzione nidifica a fine aprile inizio maggio. Depone circa 4-5 uova in nidi posti tra i canneti.

56

L'airone guardabuoi

L'airone guardabuoi si trova in Asia, Africa, Europa meridionale e nelle Americhe. Le sue dimensioni sono medie. Il piumaggio è bianco, le zampe sono grigie e il becco è giallo. Durante la riproduzione l'adulto ha piume arancioni sul dorso e sulla nuca. L'alimentazione è costituita di pesci, piccoli roditori e anfibi. Nidifica con altre specie di ardeidi sulle piante dei boschi umidi.

66

La garzetta

La garzetta si trova in tutto il Mediterraneo, in Africa, in Asia meridionale, in Indonesia e in Australia. Ha una statura di circa 55-65 cm, un peso che oscilla tra 350-650 grammi e un'apertura alare di 85-90 cm. Presenta un piumaggio del tutto bianco. Le zampe e il becco sono neri. Durante la riproduzione ha delle penne lunghe sulla nuca e sul collo. L'alimentazione è composta di piccole prede cacciate in acque basse come molluschi e crostacei ma anche rettili e piccoli vertebrati. Nidifica su alberi ad alto fusto o nei cespugli. Depone 3-5 uova che vengono covate per circa 20 giorni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come riconoscere un albatros

La classificazione degli albatros viene considerata, da sempre, come una sorta di rompicapo anche per gli ornitologi più affermati. Questi splendidi uccelli pelagici, infatti, trascorrono gran parte della propria vita in mare, mentre fanno ritorno sulla...
Cani

Spiagge per cani: dove andare al mare

Manca poco alle vacanze. Sole, mare, divertimento e relax scandiranno le calde giornate estive di cani e padroni. Infatti, da Nord a Sud, l'Italia si sta attrezzando per ospitare dignitosamente gli amici a 4 zampe. Le nuove strutture balneari offrono...
Volatili

Tutto sul gabbiano reale

Tipico della costa mediterranea, il gabbiano reale, il cui nome scientifico è Larus michahellis, è ampiamente diffuso anche nelle coste dell'Eurasia, America settentrionale, con qualche colonia sparsa lungo le coste dell'Africa nord-occidentale. Uccello...
Volatili

Tutto sulla civetta nana

La civetta nana appartiene alla famiglia degli Strigidae. È sicuramente il più piccolo rapace esistente sul suolo europeo. Infatti la sua lunghezza può variare dai 15 ai 17 centimetri. Mentre la sua apertura alare arriva al massimo a 35 centimetri.Il...
Volatili

Tutto sul condor

Il condor è un grande rapace diurno appartenente alla famiglia Catartidi dell'ordine Falconiformi. Affine agli avvoltoi dell'Eurasia e dell'Africa è lungo oltre un metro e la sua apertura alare può superare i 3 metri. Il condor è diffuso sulla Cordigliera...
Volatili

Come riconoscere la folaga

Gli uccelli sono una classe di vertebrati particolarmente adatti al volo, in conseguenza della trasformazione degli arti anteriori in ali. Essi sono sparsi in tutte le parti del globo, ma con aree di diffusione molto diverse da specie a specie; alcuni...
Volatili

Come riconoscere la taccola

Nel corso degli anni, diverse specie di corvidi si sono insediate nei nostri centri abitati, abituandosi alla convivenza con l'uomo. Fra queste, la taccola (Coloeus monedula) è una delle più interessanti. Parente stretta della cornacchia, la Taccola...
Volatili

Il grifone dell'Himalaya

Il mondo come ben sapete è caratterizzato da sempre da milioni di dialetti, lingue, usi e costumi, ma anche da molteplici razze di animali e volatili. Tra di esse c'è Il Grifone dell'Himalaya. Esso è un avvoltoio del Vecchio Mondo della famiglia degli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.