Alimentazione dei pesci rossi: gli errori più comuni

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il pesce rosso, detto anche ciprino dorato, è un pesce d'acqua dolce che allo stato selvatico vive nei fiumi e nei laghi fino ad una profondità di 20 metri. È tra le specie più diffuse negli acquari casalinghi, ed ha una caratteristica molto particolare: il colore della sua livrea dipende dalla temperatura dell'acqua in cui vive. A temperature più basse di 18°C assume un colore bruno-olivastro, a temperature superiori tende a diventare di un brillante colore rosso-arancione. Allo stato selvatico il pesce rosso si nutre di piccoli crostacei e di insetti. Per l'alimentazione in cattività è possibile affidarci esclusivamente ai mangimi già pronti, oppure integrarli con prodotti freschi. Dobbiamo però fare molta attenzione all'alimentazione dei nostri pesci rossi, per evitare conseguenze anche gravi. Di seguito gli errori più comuni fatti da chi possiede un acquario con dei pesci rossi.

26

Il mangime a scaglie

In commercio è frequente trovare barattolini di mangime in scaglie, o in fiocchi, composto da farine di pesce, alghe e cereali, che vengono sminuzzati finemente e impastati con acqua fino ad ottenere una pasta molle, che viene spalmata su un rullo d'acciaio e fatta asciugare velocemente, quindi ridotta in fiocchi. Pur essendo un alimento completo, è consigliabile utilizzarlo non più di 2 volte la settimana: le scaglie tendono a rimanere sospese sull'acqua, i pesci rossi nel mangiarle ingeriscono anche notevoli quantità di aria che possono provocare loro problemi di salute.

36

Cibi dannosi

Tra i cibi che possono creare problemi ai nostri pesci rossi, nonostante ne siano molto ghiotti, troviamo tutti i tipi di dolci e di alimenti contenenti zucchero raffinato; evitiamo assolutamente di sbriciolare biscotti o cioccolato nell'acquario. Ai pesci rossi piace molto il formaggio, ma anche questo è un alimento che non riescono a digerire e che può procurare loro grossi problemi a livello di stomaco.

Continua la lettura
46

Cibi mortali

Non dobbiamo assolutamente dare da mangiare ai nostri pesci rossi degli alimenti contenenti farina. Non sbricioliamo mai la mollica del pane per metterla nell'acquario, ne' diamo ai pesci direttamente la farina, di qualunque tipo essa sia. Questo alimento potrebbe provocare ai pesci rossi infiammazioni di vario genere, ed in casi estremi una occlusione intestinale che potrebbe portarli alla morte.

56

Quantità di cibo

I pesci rossi sono sempre affamati, ma molto spesso muoiono proprio per aver mangiato troppo. Per questo si raccomanda di nutrirli 2 o 3 volte al giorno con quantità piccolissime di mangime, in modo che possano mangiare tutto il cibo in un paio di minuti. In questo modo eviteremo anche di sporcare l'acqua, e quindi non dovremo pulire l'acquario frequentemente.

66

Piante nell'acquario

Evitiamo di inserire nell'acquario delle piante vere; i nostri pesci rossi, che sono sempre affamati, potrebbero essere attratti dalle foglie delle piante e potrebbero mangiarle. Purtroppo molte specie di piante acquatiche sono tossiche per i pesci rossi, che quindi potrebbero subire gravi conseguenze dalla loro ingestione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Come allevare una velifera in acquario

L'acquario è una sorta di contenitore trasparente, le cui pareti sono composte da lastre di vetro. Esso permette l'allevamento di pesci, anfibi, crostacei e molluschi e anche la coltivazione di piante palustri e acquatiche. Il più delle volte presenta...
Pesci

Guppy: riproduzione ed allevamento

I guppy sono dei piccoli pesci di acqua dolci e appartengono alla famiglia poecililidae. I guppy sono originali del Sudamerica, Brasile settentrionale e isole, ma si sono diffusi in tutto il continente. Questi piccoli pesci sono molto prolifici e si...
Pesci

Come allevare ed alimentare i ciclidi nani

I ciclidi nani sono dei coloratissimi pesciolini, originari dell'America Latina. Si definiscono “nani” perché raggiungono una dimensione di massimo 12cm. Hanno un corpo di forma allungata, dai colori vivaci. I ciclidi nani dimostrano una particolare...
Pesci

Come abbassare i nitriti in acquario

Come tutti gli esseri viventi, anche i pesci compiono funzioni proprie, come espellere urina e feci, e anche loro necessitano di cure ed attenzioni. Possedere un acquario non è banale come si pensa: bisogna prendersene sempre cura e, per offrire un ambiente...
Pesci

Come far stare al meglio i pesci nell'acquario

Come tutti gli animali, anche i pesci hanno bisogno di numerose cure ed attenzioni per vivere al meglio. Se dunque abbiamo a casa nostra un acquario con dei pesci all'interno, dobbiamo tener presente che vi sono una serie di semplici ma doverose regole...
Pesci

Come riprodurre per talea le piante dell'acquario

Se siamo degli amanti dei pesci e vogliamo provare ad allevarli all'interno della nostra abitazione, per prima cosa, dovremo essere in grado di produrre nel miglior modo possibile il loro habitat naturale. Per fare ciò dovremo necessariamente informarci,...
Pesci

Come proteggere i pesci dai parassiti

Gli animali, sono sicuramente per chi piacciono un qualcosa di molto bello ed affascinante. In molti infatti sono gli animali che esistono in natura e che vanno per esempio dalle tigri e dai leoni fino ad arrivare ai nostri tanto amati animali domestici,...
Pesci

Come riconoscere e allevare un orifiamma

Ogni appassionato di acquari, e del mondo marino in generale, sa bene quanto sia importante riconoscere le specie di pesci e sapere come trattarle ed allevarle. Tra le tante varietà che potreste scegliere per il vostro acquario, gli orifiamma coprono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.