Ansia da separazione del cane: come gestirla

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Anche i cani, come gli esseri umani, sono composti da carattere e stati d'animo. Per cui, proprio come accade all'uomo, anche il nostro migliore amico, può subire delle situazioni decisamente stressanti. Queste vengono causate da molteplici fattori, quali, il più lampante, è la separazione dal proprietario o del trasloco. Ma esistono, anche cani, che non riescono a fare a meno del proprio "capobranco" e quindi, di conseguenza, non riescono proprio a separarsene, provocando, nell'animale, un vero e proprio stato di depressione e forte ansia. In questa guida, andremo a vedere, come gestirla, questa ansia da separazione del cane.

25

Gratificazione ed indipendenza

Uno dei tanti rimedi contro l'ansia da separazione dal cane, è quello di cominciare un programma di allenamento alla totale autonomia. Bisogna, innanzitutto, abituare il cane con calma a distaccarsi da noi. Pertanto, non deve dormire sul letto, in una cuccia a terra, spostandola sempre più lontano da voi, gradualmente, fino a collocarla in un'altra stanza. Si deve, inoltre, insegnare al nostro amico a quattro zampe, a rimanere nella sua cuccia per tempi sempre più lunghi, mentre si è presenti in casa. Una cosa di fondamentale importanza, è la gratificazione, quando ubbidisce, infatti, dobbiamo dargli un croccantino o coccolarlo, facendogli capire la nostra presenza e fargli capire che quello che sta facendo è giusto. In questo modo il cane si abitua a rimanere da solo ed è consapevole del nostro ritorno.

35

Distogliere l'attenzione

Un'altra cosa importante, è quella di distogliere il cane, ai processi che precedono l'imminente uscita. Diverse volte al giorno, provate a fare finta di uscire di casa, bisogna vestirsi e avvicinarsi alla porta, così il vostro cane, capendo che ve ne state andando, inizierà a piangere. Passate ad un grado superiore solo quando il cane mostrerà nei vostri confronti, una totale indifferenza. Pian piano, otterrete, alla fine, un totale disinteresse dal vostro animale, così da non patir più l'ansia da separazione.

Continua la lettura
45

Conclusioni

Sembra paradossale, ma ignorare, è di fondamentale importanza. Cambiando stanza il vostro cane piange? Ignoratelo. Il proprietario deve cercare di fare il cuore di pietra ed ignorare il proprio cane, fino a quando non smette di piagnucolare. Non serve a nulla rimproverare il cane per qualcosa di errato che ha fatto in nostra assenza, anche perché la punizione, aumenta solo la sua ansia e di conseguenza, l'animale non stabilisce un'interazione tra quella punizione ed il precedente comportamento inappropriato. Bisogna, quindi, incoraggiare l'indipendenza del cane evitando il contatto fisico per un tempo sempre maggiore.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rivolgetevi ad un addestratore o veterinario per altre informazioni più dettagliate
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

3 regole per lasciare il cane a casa da solo

Alcuni cani, in special modo i cuccioli, vivono in maniera molto traumatica il fatto di essere lasciati a casa da soli. Soffrono infatti della cosiddetta "ansia da separazione", e questo accade anche se uscite di casa per poco tempo, solo per fare una...
Animali da Compagnia

Come alleviare l'ansia negli animali da compagnia

Anche gli animali da compagnia, come gli umani, possono accusare veri attacchi di panico ed ansia. La solitudine, una separazione, un cambiamento improvviso, i rumori molesti, turbano la quiete e l'equilibrio interiore dei nostri amici pelosi. Il disagio...
Cura dell'Animale

Come separare i cuccioli dalla madre

Quando siamo intenzionati ad adottare un cucciolo in casa nostra, dobbiamo saper individuare il momento giusto per farlo. I cuccioli hanno un limite di età prima del quale è sconsigliato separarli dalla madre, poiché proprio come i bambini, dipendono...
Cani

Cani: comportamenti e significati

Ogni cane presenta dei comportamenti differenti, poiché ognuno di essi ha un proprio carattere e dei sentimenti, proprio come le persone umane. I cani infatti sin da piccoli iniziano ad avere le proprie preferenze e attraverso dei piccoli gesti fanno...
Cani

Come viaggiare con un Beagle

Il tuo Beagle è parte della famiglia. Di certo conoscerai le sue doti intellettive, la sua curiosità e la sua indole socievole. Ama condividere tutto con i suoi padroni e ricambia con tanto affetto. Non è amante della solitudine. Pertanto, sia che...
Cani

Come Educare Il Cane A Rimanere Da Solo In Casa

Sia i cuccioli che i cani adulti soffrono spesso da ansia di separazione quando restano da soli. Le conseguenze sono diverse: le più frequenti sono i continui latrati fino al rientro del padrone e l'assunzione di comportamenti distruttivi sugli oggetti....
Cani

Cucciolo in arrivo: gli errori da evitare

Condividere la propria vita con un cane, può essere un percorso davvero entusiasmante. Comprendere come crescerlo, quali cure fornire, in che modo addestrarlo, sono i problemi coi quali però è inevitabile confrontarsi. Nella guida che vi proponiamo...
Cani

Come far smettere di piangere un cucciolo

I cuccioli del cane, così come tutti i cuccioli (anche quelli umani) hanno un solo modo per comunicare: il lamento o il pianto, che è sempre segnale e manifestazione di una richiesta o di un disagio. Pertanto, anche se è molto fastidioso sentire questi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.