Cane: i cibi da evitare

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Svilupperemo questa guida concentrandoci sull'alimentazione del cane, indicandovi i cibi che da evitare all'interno dell'alimentazione dei nostri amici a quattro zampe, per le motivazioni che vedremo a breve.
Il cane è ormai diventato l'amico a quattro zampe di molte famiglie italiane. Basti pensare che ce n'è uno ogni tre famiglie. Lo coccoliamo, lo amiamo e lo accudiamo proprio come se fosse un figlio e stiamo anche attenti a preservare, nel migliore dei modi, la sua salute. Come per ogni animale, anche per il cane bisogna fare attenzione all'alimentazione e ai cibi che gli diamo.

25

Gli alimenti principali

Elenchiamo, anzitutto, i cibi che sono assolutamente velenosi per il cane: cioccolata, uva e uva sultanina. La prima è fortemente tossica in quanto contiene una sostanza detta teobromina, letale per i cani, e anche una modesta quantità di cioccolata (300 gr circa) potrebbe uccidere il nostro Fido. L'uva, invece, sia fresca che sultanina è altamente nociva per i reni dell'animale. Per quanto riguarda, invece, gli alimenti che sarebbe meglio evitare, andiamo ad elencare quelli più diffusi.
Sia i cavoli che le cipolle hanno al loro interno una sostanza che è "colpevole" della distruzione dei globuli rossi, e questo, conseguentemente, va a provocare l'anemia. I fagioli, i farinacei in generale, i piselli ma anche la patata cruda, sono da evitare in quanto provocano una fermentazione eccessiva. Per esempio, la cipolla è contenuta, in polvere, all'interno degli omogenizzati per bambini e, per i motivi detti in precedenza, sono da evitare.

35

La frutta, i semi, la cipolla e l'aglio

Le foglie di avocado, la frutta, i semi e la corteccia possono contenere un principio tossico conosciuta come Persin. Le varietà del Guatemala, sembrano essere le più problematiche. I cani sono molto sensibili all'etanolo. Anche l'ingestione di una piccola quantità di un prodotto contenente alcool può causargli significative intossicazioni. L'intossicazione da alcol provoca comunemente il vomito, la perdita di coordinazione, il disorientamento e lo stupore. Nei casi più gravi, potrebbe verificarsi il coma, le convulsioni e la morte. I cani che mostrano segni lievi di intossicazione da alcool devono essere attentamente monitorati. La cipolla, lo scalogno e l'aglio contengono composti che possono danneggiare i globuli rossi nei cani se ingeriti in grandi quantità.

Continua la lettura
45

Portatelo dal veterinario

Ovviamente, però, se il nostro amico a quattro zampe dovesse aver ingerito una qualsiasi sostanza nociva per la sua salute, è bene contattare il veterinario, prima di agire con rimedi casalinghi, che poi si potrebbero rivelare pure dannosi. Nei casi più urgenti, comunque, la prima cosa da fare è indurre l'animale a vomitare l'alimento pericoloso che ha ingerito, facendogli ingoiare una manciata di sale grosso da cucina.
Eccovi un link d'approfondimento: https://www.cani.it/magazine/gli-spuntini-e-cibi-da-evitare-per-il-cane/n262.html.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

I 10 cibi più pericolosi per i gatti

Tra gli animali d'appartamento più comuni ci sono i gatti,  i quali possiedono un resistentissimo sistema digerente. Essendo ottimi predatori, sono capaci di digerire carne cruda e detriti di ossa. Anche la formazione della dentatura è composta da...
Gatti

Guida alle piante tossiche per il gatto

Qualunque persona abbia un gatto è ha conoscenza del fatto che questi simpatici animali sono molto attratti da alcune tipologie di erbe: quando hanno l'opportunità d'esplorare un giardino o anche semplicemente un ambiente domestico, essi si ritrovano...
Gatti

Le piante velenose per i gatti

Se il vostro micio, oltre ad essere un pantofolaio che cerca posticini in cui dormire indisturbato, è un brillante e coraggioso esploratore ed entra in contatto con le piante del terrazzo o, addirittura, è libero di sgattaiolare nel giardino, prestate...
Gatti

Come capire se il gatto ha ingerito del veleno

Prendersi cura di un animale domestico come un gatto, è una passione che accomuna molte persone, ma allo stesso tempo, un compito impegnativo. A volte può capitare uno spiacevole e grave inconveniente, il nostro amico a quattro zampe può inavvertitamente...
Cura dell'Animale

5 cose da sapere sull'alimentazione del furetto

Il furetto appartiene ai Mustelidi, una famiglia di mammiferi di cui fanno parte anche la faina e l'ermellino. Il nome scientifico del furetto, Mustela putorius furo, significa "faina puzzolente ladra", in riferimento al forte odore che emana se non sterilizzato...
Rettili e Anfibi

5 alimenti da non dare alla tartaruga d'acqua

Chi possiede una tartaruga d'acqua sicuramente saprà abbastanza bene quali sono gli alimenti adatti. Per farle crescere in forma e in ottima salute dobbiamo stare ben attenti a cosa somministriamo alle nostre piccole amiche. In questa guida vediamo quindi...
Gatti

Come sapere se il gatto è anemico

Chiunque divida la propria vita con uno gatto lo sa: senza di loro, le nostre giornate non sarebbero le stesse! Purtroppo a volte i nostri amici pelosi si ammalano, e sta a noi capire dai loro comportamenti che qualcosa non va. L'anemia consiste in una...
Cani

I cibi da non servire al proprio cane

Il cane si dice che sia il miglior amico dell'uomo, ed il fatto che sia l'animale domestico preferito da adulti e bambini di tutto il mondo lo dimostra chiaramente. Ma il cane, si sa, non è un giocattolo e necessita di cure ed attenzione, proprio come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.