Come accarezzare un gattino

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

A prima vista, l'azione di accarezzare un piccolo e tenero gattino potrebbe sembrare qualcosa di molto semplice. In verità esistono delle tecniche molto particolari e precise da seguire per poter eseguire una carezza nel modo migliore. In questa guida illustreremo, passo dopo passo alcuni consigli su come accarezzare un gattino.

25

Lasciare che annusi tutta la superficie della mano

Il gatto, per una una conformazione fisica e psicologica, ama in maniera particolare essere manipolato. In questo modo il nostro micio scarica tutta la tensione e lo stress che accumula. Prima di appoggiare la mano sul corpo del gatto e cominciare ad accarezzarlo, dovremmo mostrargli la mano e fargliela annusare come se volessimo chiedere il permesso per procedere. Lasciate che annusi tutta la superficie della mano e quando il piccolo amico sarà sicuro, con movimenti lenti appoggiate la mano sulla sua testa e cominciate a muoverla verso il collo.

35

Stringere dolcemente con le dita la coda

Ripercorrendo la schiena arriviamo fino a toccare la coda del nostro gattino. La coda e una parte molto sensibile, quindi stringiamola dolcemente con le dita, facendo attenzione alla pressione che esercitiamo su di essa. Continuiamo a svolgere questi procedimenti fino a che il gatto non inizia a manifestare il volere di smettere. Solitamente questo avviene in modo molto eloquente e possiamo intuirlo in base ad alcuni aspetti e movimenti che il gatto compie. Ad esempio, un movimento davvero frequente è l'abbassamento delle orecchie oppure il repentino movimento della coda. A questo punto, per evitare morsi o graffi e per non dare fastidio al nostro micio togliamo dolcemente la mano dal corpo di quest'ultimo ricordandoci di non andare mai contro pelo.

Continua la lettura
45

Muovere la mano sempre molto lentamente

Se durante questo approccio l'animale non manifesta particolare fastidio o addirittura sembra gradire, significherà che possiamo continuare. Quindi, muovendo la mano sempre molto lentamente avviciniamoci verso la schiena e giù fino alla coda. Se il gatto continua ad accettare la nostra presenza, allora possiamo risalire con la mano riportandoci nuovamente sulla testa. A questo punto possiamo nuovamente accarezzare il nostro piccolo amico, aggiungendo qualche movimento. Soffermiamoci a grattare la zona che separa le orecchie, considerata da molti esperti in materia uno dei punti preferiti dall'animale. Lentamente appoggiamo la mano sulla parte indicata e, con le dita esercitiamo delle piccole e sensibili carezze che il nostro micio sicuramente apprezzerà.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mai accarezzare il gatto contro pelo
  • Essere molto delicati

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

10 consigli per accudire un gattino

Cosa c'è di più tenero e morbido di un gattino? Ci sciogliamo subito di tenerezza di fronte ad una cucciolata di micetti. Ed è irresistibile la voglia di tenerne in mano almeno uno. Giusto per accarezzarlo e vezzeggiarlo. Che sia un trovatello o il...
Gatti

Come e dove scegliere un gattino

Se desiderate allargare la vostra famiglia accogliendo in casa un dolce e affettuoso gattino, è fondamentale che ponderiate tutte le responsabilità che la cura di un amico peloso comporta, tenendo conto dei vostri impegni professionali e del tempo che...
Gatti

Come lavare un gattino appena nato

Chi possiede animali in casa sa benissimo che l'amore incondizionato che loro riescono a dare è veramente strepitoso. Cani, gatti ed altre specie di animali domestici, riescono a dare enormi soddisfazioni al proprio padrone, oltre che rivelarsi dei veri...
Gatti

Come educare il gattino alla lettiera

Se avete adottato un micio di pochi mesi o avete intenzione di farlo vi sarà utile sapere come educare il gattino all'uso della lettiera. Per evitare che il nostro amico a quattro zampe faccia i bisognini in giro per casa è fondamentale insegnargli...
Gatti

Idee per realizzare giocattoli per un micio piccolo

I gatti sono degli animali unici e fantastici che amano giocare e sono sempre alla ricerca di qualche cosa nuova che desti la loro curiosità. Soprattutto un micio piccolo ha bisogno del divertimento, di scoprire gli oggetti e conoscere il mondo. Ecco...
Gatti

Gattino appena nato: consigli su latte e cure

Soprattutto per chi abita in campagna, ma ormai anche nei centri cittadini, è molto facile trovare dei gattini neonati che non hanno più la loro mamma a prendersi cura di loro e che necessitano di nutrimento e attenzioni. Molto spesso i gatti randagi...
Gatti

Come scegliere il gattino giusto da tenere in casa

Arrivare alla decisione di avere un animale in casa è un passo molto importante da compiere. La decisione va ben ponderata, soprattutto analizzando il proprio carattere e la disponibilità che si è in grado di dare alla cura del proprio amico a quattro...
Gatti

Come far smettere di piangere il gattino

Gli animali domestici, per molte persone, una volta arrivati a casa diventano in poco tempo parte della famiglia. Cani e gatti sono una grande compagnia e fonte di gioia, anche se a volte possono combinare piccoli guai in casa. La cosa più importante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.