Come accudire un gattino di pochi giorni che ha perso la mamma

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Purtroppo ogni tanto capita di trovare un piccolo gattino rimasto solo. Questo può essere causato da più di un motivo: qualcuno lo ha abbandonato, la mamma lo ha perso oppure lo ha abbandonato perché debole. Come comportarsi allora in questi casi? Anche se il cuore ci dice di prenderlo immediatamente, aspettiamo qualche ora per vedere se la mamma torna a prenderlo. Se questo non succede allora prendiamolo con noi e accertiamoci che abbia le giuste cure, portandolo dal veterinario e accudendolo con amore. Con molta cura e tanta pazienza, anche un gattino di pochi giorni che ha perso la mamma e apparentemente potrebbe non farcela, potrà salvarsi grazie a voi e avere una vita felice.

26

Occorrente

  • Coperta morbida
  • latte per cuccioli o latte di capra
  • una siringa senza ago o un contagocce o un biberon
  • borsa dell'acqua calda
  • batuffoli di ovatta o stoffa di cotone
  • acqua calda
  • cibo per gatti
36

Come prima cosa, bisogna capire se il gattino non è ammalato. Infatti, generalmente, la mamma tende ad abbandonare il cucciolo se rischia di non farcela perché troppo debole. Se ha pochi giorni i suoi occhi saranno ancora chiusi e le orecchie abbassate. Controllate che gli occhi non abbiano segno di infezioni e che non abbia perdite intestinali. Se il gattino è visibilmente malnutrito cercate di avere ancora più cura di lui poiché nei primi giorni è particolarmente fragile. Se non ci sono segni di infezioni, provvedete al più presto a coprire il gatto tenendolo avvolto in una coperta morbida, magari con una borsa dell'acqua calda poggiata accanto. I gattini appena nati nei primi mesi risentono moltissimo del freddo e rischiano infatti di ammalarsi, quindi cercate di tenerlo più al caldo possibile.

46

Per quanto riguarda l'alimentazione, bisogna considerare che fin quando il gattino non raggiunge i 45 giorni di età, ha bisogno di latte. Superati i 45 giorni potrà essere svezzato con del cibo per gatti. Le modalità di somministrazione del cibo sono semplici. Fino al raggiungimento dello svezzamento, ogni 3 ore va somministrata al gatto la dose di latte. Per la quantità di latte, meglio chiedere al veterinario, ma generalmente si va da una siringa media di latte fino ad un massimo di tre. Va fatta attenzione a non spingere a forza il latte nella gola o si rischia che il cucciolo possa avere problemi di respirazione. In alternativa alla siringa privata dell'ago, si può usare il contagocce o un piccolo biberon. Il latte migliore per un cucciolo di pochi giorni è quello in polvere, facile da reperire nelle farmacie o in negozi per la cura dell'animale e in alternativa si può usare il latte di capra.

Continua la lettura
56

Poiché il gattino non può contare sulle cure e la pulizia che dovrebbe dargli la mamma, soprattutto nei primi giorni va curato nei minimi dettagli. Dopo la somministrazione del cibo, infatti, la mamma inizia a leccare il cucciolo per aiutarlo nella fase digestiva e pulirlo. In sostituzione della mamma, per aiutare il piccolo, imbevete un batuffolo di ovatta, una garza sterile o un pezzetto di stoffa in acqua calda. Passatela delicatamente sul ventre dal micetto così da favorire la digestione, aiutando il gatto nell'espulsione dei propri bisogni. Quando vedrete che il gatto ha evacuato, pulitelo delicatamente con un batuffolo di cotone bagnato. Quando il gattino crescerà, man mano inizierà a pulirsi da solo, ma fino a quel momento cercate di mantenere pulito il suo pelo passando un panno inumidito di acqua calda.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come prendersi cura di un gattino

Sia gli amanti degli animali che tutti gli altri, dovrebbero sapere che nel momento in cui si decide di tenere un gattino in casa, ed in generale un qualsiasi altro animale, bisognerà prendersi ben cura di lui. Sarà necessario infatti anche avere numerose...
Gatti

Come e dove scegliere un gattino

Se desiderate allargare la vostra famiglia accogliendo in casa un dolce e affettuoso gattino, è fondamentale che ponderiate tutte le responsabilità che la cura di un amico peloso comporta, tenendo conto dei vostri impegni professionali e del tempo che...
Gatti

Come favorire la crescita del gattino

Sia che si tratti di un trovatello, di un dono, un'adozione o un acquisto, l'arrivo di un micetto in casa non è da sottovalutare. Dal momento in cui varca la soglia dell'abitazione, il gattino diventa un membro della famiglia a tutti gli effetti ed è...
Gatti

Come allattare un gattino

Ci sono situazioni nelle quali è necessario prendere il posto di mamma gatta ed occuparsi di allattare ed avere cura di un gattino rimasto solo per le più svariate motivazioni. Creature regali e piene di fascino, i gatti sono famose per la loro grande...
Gatti

Come educare un gattino in casa

Chi di voi non ha mai sognato di aver a che fare con un gattino durante l'arco della vostra vita? Sembrerebbe che continua ad esistere qualcuno che nutre un po' di timore o di astio nei confronti degli amici a quattro zampe, ma probabilmente il tutto...
Gatti

Come far smettere di piangere il gattino

Gli animali domestici, per molte persone, una volta arrivati a casa diventano in poco tempo parte della famiglia. Cani e gatti sono una grande compagnia e fonte di gioia, anche se a volte possono combinare piccoli guai in casa. La cosa più importante...
Gatti

Consigli per capire la corretta quantità di cibo per un gattino

I primi mesi di vita di un gatto sono di solito quelli più delicati. Momenti nei quali il piccolo animale ha particolarmente bisogno di attenzioni e cure. E non solo da parte di mamma gatto, ma anche da parte dei padroni. L'aspetto più delicato è quello...
Gatti

Come accogliere un gattino in casa

Avere un gatto in casa è sicuramente un atto d'amore, ma questa situazione comporta anche una grande responsabilità. Infatti, anche se i gatti vengono considerati animali indipendenti necessitano di stare in un ambiente familiare ed hanno bisogno di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.