Come addestrare i gerbilli

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il gerbillo è un animale che ama la compagnia o, meglio, necessita di un compagna, altrimenti potrebbe morire di solitudine, anche se stessimo con lui tutto il giorno. Potrebbe anche essere una coppia dello stesso sesso, ma l’importante, in tal caso, è che siano della stessa cucciolata, poiché potrebbero crearsi delle complicanze comportamentali. A tal proposito, in questa guida, vedremo come addestrare correttamente i gerbilli.

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Contenitori in plexiglas
  • Lettiere
  • Casette, tubi e nascondigli vari
  • Oggetti in terracotta
  • Rametti di legno, sassi, trucioli e fieno
  • Leccornie varie
36

Costruire il terrario

Anzitutto, prima di procedere all'addestramento, dobbiamo pensare a cosa li diverte e qual è il loro hobby principale; dovremo tener conto anche di questo nel momento in cui andremo a costruire il loro terrario. Preferiamo quindi contenitori in plexiglas con fondi solidi ed abbondanti lettiere, nel quale posizioneremo casette, tubi e nascondigli vari. Tuttavia, qualunque oggetto di plastica sarebbe destinato ad essere rosicchiato, per cui meglio utilizzare oggetti di terracotta o di ceramica come tana. I gerbilli dovranno però avere a disposizione alcuni oggetti per rosicchiare e scavare, come ad esempio rametti di legno, sassi, trucioli e fieno. Mai come in questo caso, la fonte principale delle istruzioni per l'uso è direttamente l'esperienza.

46

Guadagnare la simpatia dei gerbilli

Generalmente, i gerbilli non hanno paura dell’uomo, ma ci sono anche esseri timidi che non saltano spontaneamente sulla mano. Il consiglio è di continuare ad offrirgli cibo, farsi annusare e dargli tempo per conoscerci. Il miglior modo per creare un buon rapporto è quello di stressarli il meno possibile: infatti, potremmo osservali avvicinandoci alla loro gabbia, far sentire la nostra presenza, ma evitando di prenderli in mano. Questi roditori si prendono per la coda e poi si usa il polso per poggiare le zampette. Se presi per la pancia, tendono a divincolarsi e cadere. Per guadagnarci la loro simpatia, potremmo offrirgli il cibo preferito o qualche leccornia dalle mani. Ad esempio, utilizziamo dei pezzettini di frutta o tarme della farina, dandoglieli direttamente dalla mano, in modo che si abitui a non temerci.

Continua la lettura
56

Creare un rapporto di fiducia

Teniamo comunque presente che salire sulla mano è un atto di fiducia, per cui se il gerbillo dovesse mordere, significa che non ha ancora acquisito abbastanza fiducia. Attenzione, in tal caso, a non premiare subito dopo il morsichino, altrimenti lo invoglieremo ad assumere quel comportamento. Inoltre, è consigliabile tenere su una mano qualcosa da mangiare facendo in modo che, per averla, sia "costretto" a salire sull'altra mano. Se per questo esercizio non è pronto, nel frattempo, potremmo dargli delle leccornie in modo "random" ogni volta che passiamo vicino alla sua gabbia, in modo che ricordi simpaticamente la nostra presenza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

Come riconoscere il sesso di un gerbillo

Se avete deciso di adottare un gerbillo, la scelta non è sbagliata. Questi piccoli roditori, infatti, sono delle creature che socializzano molto con gli esseri ...
Animali da Compagnia

Come costruire un terrario per i gerbilli

Negli ultimi tempi sta prendendo piede la moda di tenere in casa i gerbilli come veri e propri animali da compagnia. Si tratta di piccoli ...
Volatili

Come addestrare una calopsite allevata a mano

La calopsite è una specie di pappagallo originario dell'Australia che per le sue ridotte dimensioni è tra i più piccoli al mondo. Si tratta ...
Animali da Compagnia

L'alimentazione nei gerbilli

Il gerbillo è un simpatico animaletto che appartiene alla famiglia dei roditori. Domestico e facile da gestire convive bene con l'uomo alla stregua delle ...
Animali da Compagnia

Come addestrare un criceto

All'interno della presente guida andremo a occuparci di animali, in chiave di addestramento. Infatti, vi spiegheremo alcuni concetti che vi saranno sicuramente utili nel ...
Cura dell'Animale

Alimentazione gerbillo: cosa evitare

Ultimamente oltre a cani, gatti, canarini e criceti si cerca di allevare sempre più spesso nelle proprie abitazioni animali sconosciuti come il gerbillo. Quest'ultimo ...
Volatili

Come addestrare un pappagallo cocorito

Anche i volatili, al pari di cani, gatti e conigli, sono ormai considerati degli eccellenti animali da compagnia, specialmente i pappagalli. La maggior parte di ...
Volatili

Come addestrare una cocorita a posarsi sulla spalla

Entrare in alchimia con gli animali domestici è l'esperienza più bella che tutti gli amanti degli animali possano provare: che sia un cane, un ...
Animali da Compagnia

Come addestrare un furetto

In questa guida vi esporremo come addestrare un furetto. È un animale che a volte può sviluppare la cattiva abitudine di mordicchiare. Se avete un ...
Animali da Compagnia

Come addestrare un porcellino d'india

I porcellini d'India sono sono dei piccoli animali che occupano un ristretto spazio e non sporcano più del dovuto. Al tempo stesso, sono anche ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.