Come addestrare il tuo cane al riporto

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli animali sono i migliori amici dell'uomo e non è una frase fatta ma ciò può essere provato dalle numerose dimostrazioni di affetto e fedeltà di cui certi animali sono capaci, un esempio è dato dai gatti e dai cani con qualche differenza tra loro, ma è facile trovare in loro e nel quotidiano momenti di affetto incredibili. Per quanto riguarda i cani possiamo definirli come tra gli animali più affettuosi e fedeli, chi apprezza le qualità di questi animali scoprirà che gli stessi sono sempre in attesa di giocare, andare a passeggio e intrattenere nei momenti più tristi, come compagni di vita sono unici. In questa occasione vedremo come addestrare il tuo cane al riporto, si tratta di alcune piccole lezioni che possono essere impartite al nostro amico a quattro zampe per consolidare ancora di più il legame esistente col padrone. Non si tratta di operazioni complesse ma è necessario un certo impegno e una certa costanza per far si che il nostro animale venga addestrato come si deve. Di seguito vedremo con quali tipologie di attrezzi e in che modalità sarà possibile addestrare il nostro cane al riporto, buona lettura!

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Pallina
  • Rametto o legnetto
36

Attività di riporto

Tra le attività ludiche preferite dai nostri amici a quattro zampe vi è senza ombra di dubbio il riporto. Questa sorta di gioco consiste nel lancio di un oggetto (molto spesso una semplice pallina o un legnetto) lontano da dove ci si trova col proprio cane. Quest'ultimo, quindi, andrà alla ricerca dell'oggetto lanciato e, una volta trovato, lo riporterà nelle nostre mani.

46

Oggettistica utile

Il passo iniziale, se vogliamo addestrare il cane al riporto, è procurarsi tutto l'occorrente necessario. I giocattoli migliori in questi casi sono quegli oggetti facilmente trasportabili in bocca dal nostro cane. Nella fase iniziale dell'addestramento è bene utilizzare almeno due oggetti distinti. Questo perché l'ausilio di un secondo giocattolo tenuto tra le nostre mani, ma precedentemente nascosto, stimola il cane a tornare verso di noi. Per cui se ad esempio avessimo un rametto e una pallina, possiamo inizialmente lanciare il primo oggetto. Una volta che il cane avrà raggiunto il rametto possiamo attirare la sua attenzione verso di noi mostrandogli la pallina precedentemente celata. Qualora il cane non si mostrasse particolarmente interessato alla ricerca del primo oggetto, possiamo incoraggiarlo con qualche comando, ad esempio "prendi". Ripetiamo questo procedimento in modo che esso stesso associ la parola all'azione che deve compiere. Una volta che avrà aggiunto l'oggetto, quindi, possiamo incitarlo a tornare con un altro comando, ad esempio "torna".

Continua la lettura

Approfondimento

I migliori cani da riporto
56

Utilizzo di una pallina

Per facilitare il suo avvicinamento alla nostra posizione, possiamo mostrare la pallina. Questo dovrebbe in qualche modo indurlo a tornare da noi col rametto in bocca. Qualora lasciasse l'oggetto prima del suo ritorno, dobbiamo ripetere il procedimento. In modo tale che capisca che lo scopo del gioco è proprio quello di riportare gli oggetti a noi. Questo esercizio va ripetuto 3 o 2 giorni alla settimana per circa un'ora a sessione.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ripetete l'esercizio tante volte, in modo da stimolare il cane all'apprendimento.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come scegliere i giocattoli per il cane

Per tutti gli amanti degli animali, ed in particolare per tutti quelli che possiedono un cagnolino, questa è la guida che fa per voi. Tutti ...
Cani

Come scegliere i giochi per il cane

Giocare con il proprio cane è un modo costruttivo per consolidare il legame speciale che si viene a creare quando si ha un amico fedele ...
Cani

Come addestrare un setter inglese

Il Setter Inglese è un cane originario della Gran Bretagna dal carattere mite ed affettuoso. È caratterizzato da un folto pelo lungo di colore bianco ...
Cani

Come addestrare il cane a cacciare

Se vuoi tenere in forma il tuo cane e vuoi riuscire ad addestrarlo come cane da caccia per prendere i conigli, in maniera che sia ...
Cani

I 10 cani più difficili da addestrare

I cani sono, senza dubbio, i migliori amici dell'uomo. I cani si rivelano gli amici a quattro zampe più fedeli, affezionati e docili tra ...
Cani

Come evitare che il cane si annoi

I problemi comportamentali dei nostri amici a quattro zampe sono spesso dovuti ad una mancanza di attività interessanti da svolgere. Cioè, principalmente alla noia. Riconoscere ...
Cani

10 consigli per allevare cuccioli di pastore tedesco

Il pastore tedesco è il cane per eccellenza: è una delle razze simbolo che nelle sue caratteristiche convoglia velocità, capacità di addestramento, ricerca e forza ...
Cani

Come addestrare il cane al richiamo

Addestrare il proprio cane ad obbedire ai comandi è una pratica fondamentale. Non è opportuno rivolgersi a un educatore cinofilo se esso viene allevato da ...
Cani

Come addestrare un beagle

I beagle sono in origine cani da caccia, caratterizzati da olfatto estremamente sviluppato e energie instancabili. Sono tra le poche razze di segugi che hanno ...
Cani

Come addestrare un cucciolo di cane

I cani sono per molte persone degli animali straordinari, che possono dare un'enorme quantità di affetto sia al proprietario che alla sua famiglia; dunque ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.