Come addestrare un cavallo a non scalciare

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tutti gli animali in natura hanno una propria autodifesa, e quella dei un cavalli è rappresentata dai calci. Dopo tutto, se si ha a che fare con un cavallo non trattato in maniera corretta (ad esempio se legato con funi o catene che gli impediscono di muoversi liberamente, entrando in contatto con le gambe o altre parti del corpo), la sua prima inclinazione è quella di scalciare alla presenza di esseri umani. Purtroppo, però, un cavallo tendente a scalciare è un pericolo per tutti: gli esseri umani, gli altri cavalli e anche per sé stesso, poiché può procurarsi delle ferite urtando con le zampe. A meno che non ci sia una ragione fisica, si tratta di un comportamento appreso, i cui motivi potrebbero essere diversi: il cavallo potrebbe essere stato costretto a difendersi contro altri cavalli aggressivi in ​​passato, potrebbe non aver ricevuto una formazione adeguata, o per eccessiva noia e stress. Rompere quest'abitudine richiede molto pazienza e potrebbe essere necessario provare diversi approcci. Vediamo allora come addestrare un cavallo a non scalciare.

26

Occorrente

  • pazienza, fermezza e dolcezza
36

Addestrare un cavallo è un percorso difficile che richiede pazienza, impegno e buona volontà; se mostra segni di irrequietezza e scalcia, impedendovi di farsi toccare è possibile che abbia subito un trauma, dovuto a qualche esperienza negativa con l'uomo, oppure si tratta solamente di un cavallo dal carattere forte e dominante. Se si tratta del primo caso, il proprietario dell'animale deve cercare di diventare suo amico.

46

Una soluzione efficace è quella di parlare al suo orecchio con voce sommessa e rassicurante per infondergli tranquillità e sicurezza; è bene dedicare una buona parte del proprio tempo per stare con lui e dimostrargli amore, mentre viene accudito nelle sue necessità quotidiane.

Continua la lettura
56

Se invece, si tratta di un quadrupede ribelle, la soluzione da applicare è completamente opposta alla precedente; essi non sono animali cattivi per natura, quindi il proprietario deve dimostrare fermezza per evitare che il cavallo prenda il sopravvento, ma dopo tanto lavoro e determinazione, si otterranno i risultati sperati; la mancanza di autorità dell'uomo viene subito percepita dal cavallo il quale approfitta della situazione e si rifiuta di piegarsi alla volontà del proprietario.

66

Mai usare le maniere forti; un atteggiamento simile fatto di grida e rimproveri, potrebbe solo spaventarlo e peggiorare di molto la situazione; ma se si impunta, ciò che bisogna fare è insistere sempre con dolcezza, senza mai arrendersi e senza farsi mai temere. Cavalcare un simile magnifica creatura, non è cosa di tutti, ma se si avrà la capacità di conquistare la sua fiducia, diventerà un amico inseparabile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

Come insegnare il passo spagnolo al cavallo

Il passo è l'andatura più lenta del cavallo dove il cavallo poggia gli arti uno per volta, uno dopo l'altro ed è un'andatura poco faticosa e non difficile da insegnare. Molto diffuso e praticato è il passo spagnolo, di cui si è sempre molto parlato,...
Cura dell'Animale

Come addestrare un pony

L'addestramento animale è di per sé una pratica molto laboriosa, che richiede tempo e pazienza. Nella fattispecie, l'addestramento di cavalli costituisce un'attività molto antica, poiché sono stati da sempre utilizzati anche come mezzo di trasporto....
Cani

Come tosare un cavallo

Prendersi cura di un cavallo non è per niente facile. Per chi crede che un cavallo non richieda cure estetiche si sbaglia di grosso. In realtà proprio come qualsiasi animale domestico anche il cavallo richiede di amorevoli cure come la tosatura del...
Altri Mammiferi

Come addestrare un cavallo al trotto

Il cavallo è un mammifero che già nell'antichità era addomesticato dall'uomo e utilizzato come supporto all'agricoltura o per effettuare degli spostamenti. Secondo alcuni studiosi i primi cavalli addomesticati risalgono addirittura al 3000 a. C. In...
Cani

Come addestrare un Terranova

L'uomo ha da sempre avuto un feeling particolare con la natura e l'ambiente circostante, forse prima più che adesso, riusciva a sfruttare il territorio e a recuperare quanto di più prezioso una riserva, un fiume o la selvaggina poteva garantire a sé...
Animali da Compagnia

Come addestrare il criceto a dormire di notte

Il criceto, dopo il cane ed il gatto, è sicuramente l'animale da compagnia più amato soprattutto dai bambini. Si tratta di un roditore normalmente mansueto, ma molto spesso tende a dormire di giorno e di conseguenza a restare sveglio durante la notte;...
Cani

Come addestrare un Bracco Tedesco

Il Bracco Tedesco è un cane da caccia che, una volta localizzata la preda, la indica al cacciatore o al suo proprietario rimanendo immobile, per questo è una razza cosiddetta "da ferma". Questo cane è anche detto "kurzhaar" e si distingue per il...
Cani

Come addestrare al guinzaglio al cane

Gli animali sono i migliori amici dell'uomo e possono accompagnarci per il resto della nostra vita se trattati bene, e curati a dovere. Bisogna però saperli addestrare nel migliore dei modi affinché si comportino come vogliamo noi e senza grossi problemi....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.