Come addestrare un gatto facendolo divertire

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Riuscire ad addestrare un gatto può rivelarsi un compito molto impegnativo e di certo, richiede una buona dose di pazienza e di tenacia da parte dell'addestratore. Malgrado infatti si tratti di un animale molto intelligente non sempre si ottiene il massimo risultato in poco tempo. In ogni modo procedere nell'intento, può essere un esperienza molto divertente non solo per il padrone ma anche per il felino. Ecco una breve ma utile guida, ricca di spunti, per scoprire come addestrare un gatto facendolo divertire, in modo che sia anche un importante momento di condivisione tra un padrone ed il suo amico a quattro zampe!

25

Stimolare il gatto con il gioco

Adottare una tecnica basata sul gioco e divertimento, può stimolare maggiormente il gatto a rispondere attivamente alle richieste del suo padrone. In questo modo, il felino parteciperà con più entusiasmo all'addestramento considerandolo non più un obbligo ma momento di gioco. Il primo modo per addestrare il gatto in modo valido e giocoso, può essere quello di eseguire le strategie di addestramento in un momento di coccole e carezze all'animale. Inoltre, aiutatevi con giocattoli, palline e pupazzi in modo da attirare l'attenzione dell'animale.

35

Addestrate con dolcezza

Aggendo con dolcezza, riusciremo ad ottenere il meglio dal nostro gatto! Durante l'addestramento, il felino va coccolato e accarezzato affettuosamente in modo da spingerlo ad associare positivamente il momento dell'addestramento e quello del gioco. In questo modo, quando il gatto riceverà delle istruzioni, l'associazione positiva tra richiesta e coccole lo stimolerà a rispondere volentieri, nell'attesa di ricevere il suo premio affettuoso. Inoltre, un consiglio che sicuramente darà i suoi frutti, è quello di utilizzare un semplice gioco stimolante, come un bastoncino piumato da inserire all'interno delle precise richieste al gatto. Il gatto seguirà il bastoncino piumato e, nel tentativo di afferrarlo, seguirà il percorso suggerito dal suo padrone.

Continua la lettura
45

Premiatelo a richiesta eseguita

In fine, ma non in termini di importanza, per raggiungere efficacemente lo scopo prefissato è molto importante non dimenticare mai il fondamentale ruolo del rinforzo positivo. Rinforzare positivamente le reazioni obbedienti del gatto alle richieste del suo padrone significa, semplicemente, premiare in modo concreto il buon comportamento del gatto docile. Sarà possibile, dunque, premiare ogni buona risposta del gatto con delle coccole speciali, come una carezza sulla pancia e sulla testa, oppure con un regalo speciale, ad esempio un bocconcino succulento, un piccolo piatto di croccantini. Questo ulteriore accorgimento, permetterà al gatto obbediente di seguire le istruzioni del padrone, allo scopo di ricevere presto il suo premio.

55

Conclusioni

Ovviamente, i consigli forniti fin ora vanno alimentati con maggiori informazioni del campo. Quindi il consiglio, è quello di avvalersi di una corso di addestramento reperibile in qualunque libreria o di prendere spunto dai numerisi video disponibili su YouTube!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come addestrare un Fox Terrier

Il Fox Terrier è una razza di cane molto diffusa e dalle origini molto antiche: in particolare, i primi accenni dell'esistenza di questo bellissimo cane, risalgono all'epoca dei Romani. Parlando di questi famosi cani da caccia è necessario ricordare...
Cani

Come addestrare un cane per non vedenti

Addestrare un cane per non vedenti è un compito che richiede molto tempo. Addestrare un cane però non è molto difficile. Questo compito di solito viene svolto da professionisti di scuole specializzate. Questi si occupano di addestrare l'animale e poi...
Cani

Come addestrare un Volpino italiano

Il volpino italiano è una razza tipica della penisola italiana, apprezzato anche all'estero. Di stazza piccola, ha un'altezza che può avvicinarsi all'incirca ai 25-30 cm. Viso paffuto e pelo lungo, i colori possono variare dal ruggine al bianco.Cane...
Cani

Come addestrare un cane da salvataggio

Svolge la sua mansione in maniera maestosa mettendo a repentaglio la propria vita al fine di prestare soccorso alle persone in difficoltà. Può intervenire in qualunque situazione di calamità naturale, e non, facendosi largo tra macerie, neve e acqua...
Cani

Come Addestrare Un cane Pastore Corso

Il cane pastore corso è di taglia medio-grande, si è sempre distinto da tutte le altre razze perché possiede la caratteristica di essere idoneo sia per la guardia che per la difesa. È una delle migliori razze, insieme al Mastino Napoletano, per proteggere...
Cani

Come addestrare un pastore tedesco

I cani della razza Pastore Tedesco, sono notoriamente i cani tra i più intelligenti oltre che essere molto belli. Hanno una intelligenza particolarmente sviluppata, oltre che una grande sensibilità e spirito di intraprendenza. Proprio per questo motivo,...
Cani

Come addestrare un Border Collie

Come per le altre razze canine, addestrare il Border Collie fin da cucciolo permetterà di ottenere risultati in poco tempo e di instaurare fin da subito un rapporto reciproco con il padrone, che lo aiuterà nella crescita. Grazie all'intelligenza, alla...
Cani

Addestramento pinscher: i comandi

Noi tutti sappiamo che il cane è un animale molto intelligente, capace di apprendere e di memorizzare velocemente i segnali di affetto e di comando che provengono dall'uomo. Come vedremo nel corso di questa guida, esistono una serie di regole che se...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.