Come addestrare una calopsite

di Giovanna Bobbio difficoltà: media

Come addestrare una calopsiteLeggi Con agapornis e cocorite, la calopsite oggi fa parte di un genere (di piccola/media taglia) di pappagalli più diffusi e maggiormente venduti nei vari negozi di animali. Sono molto facili da nutrire: la loro alimentazione si basa principalmente su semi, bacche e pezzettini di frutta. Amate questi stupendi animaletti e intendete allevarne uno? Leggendo questa guida riuscirete a sapere come poterlo addestrare.

1 Come addestrare una calopsiteLeggi Si tratta di un piccolo pappagallo docilissimo e particolarmente intelligente, quindi sarà piuttosto semplice da allevare e da addestrare; il suo prezzo d'acquisto è inoltre abbastanza contenuto. Queste caratteristiche gli hanno dato modo di diffondersi ampiamente, specialmente tra chi ha deciso di allevare un pappagallino per la prima volta. Questi graziosissimi animaletti, amano molto la compagnia, infatti chi li possiede, nota immediatamente la loro docilità e l'esigenza di vivere in ambienti in cui posano godere della presenza dell’uomo, a cui si affeziona con estrema facilità; apprezzano inoltre moltissimo anche la compagnia di un loro simile.

2 Quando iniziate ad addestrare la calopsite per insegnarle ad uscire ed entrare da sola nella gabbia, fatelo con assoluta delicatezza, specialmente le primissime volte; potete capirne l'umore con grande facilità, infatti è sufficiente osservarne il ciuffetto erettile: se si presenta ben dritto vuol dire che l'animaletto è pronto a prestare attenzione a ciò che gli succede attorno, se lo notate in posizione orizzontale, significa che il pappagallino è particolarmente calmo e allegro. Quando invece è piuttosto teso e rigido, tenete presente che il volatile in quel momento è pervaso da certo nervosismo.
Per conquistare la sua fiducia, occorre diventare suo 'amico': dategli qualche pezzettino di frutta, prima sistemandolo tra le sbarre, poi direttamente con le mani e quando verrà a beccare il cibo senza timore, è buon segno!

Continua la lettura

3 Come addestrare una calopsiteLeggi Avendo inizialmente un po' di paura, la calopsite probabilmente subito vi beccherà: potete quindi fare uso di un paio di guanti per proteggervi dal beccuccio appuntito, poi, con il tempo (potrebbero volerci pochi giorni, ma anche due o tre mesi), imparerà a fidarsi di voi e potrete restare a mani scoperte.  Dovete comunque avere molta pazienza e comprendere che la bestiolina ha bisogno di sentirsi del tutto a proprio agio prima di prendere la dovuta confidenza.  Approfondimento Come Allevare Allo Stecco Una Calopsite (clicca qui) Con estrema calma ed evitando di parlare ad alta voce, avvicinate il dito all'uccellino, poi premetelo lievemente sul suo petto: le prime volte forse apparirà stizzita, ma piani piano vi riconoscerà e salterà sul vostro dito.. 

4 A questo punto la vostra calopsite può anche essere fatta uscire dalla gabbia, ma senza forzarla: se vuole rientrare subito, lasciatela fare: riproverete in un altro momento. Appena si sentirà più sicura, la bestiola inizierà ad esplorare l'ambiente volando qua e là, magari proprio sulle vostre spalle o sulla vostra testa...e quando le avvicinerete la mano, salterà sul vostro dito per rientrare in gabbia e poco a poco, imparerà a farlo anche da sola.

Come addestrare una cocorita a posarsi sulla spalla Come addestrare un pappagallo cocorito Come addestrare un coniglio Come addestrare i gerbilli

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili