Come addestrare una calopsite

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Per chi non la conoscesse, la calopsite è un pappagallo di piccole dimensioni (raggiunge i 33 centimetri) diffuso soprattutto in Australia. Aggiungiamo che è uno degli esemplari più richiesti nei negozi di animali di tutto il mondo per il colore del suo piumaggio e per il suo ottimo carattere. Si caratterizza per la presenza sulla testa di un ciuffo erettile e, perché è un pappagallo che può vivere tranquillamente sia in ambienti chiusi che in quelli aperti. In questa guida vi saranno dati degli ottimi suggerimenti su come addestrare una calopsite.

25

Trattandosi di un pappagallo dotato di una vivace intelligenza non è difficile riuscire ad allevarne un esemplare e ad addestrarlo. Inoltre, è un uccello che ama molto la presenza dell'uomo, affezionandosi a quest'ultimo in poco tempo. È possibile addestrare la calopsite sia quando ha pochi mesi di età che da adulta; nel secondo caso, però, occorre impiegare più tempo. In ogni caso bisogna considerare che la calopsite tende ad avere paura delle mani dell'uomo, quindi il primo approccio dovrà essere condotto nascondendo le mani nelle maniche di un maglione, per celarle alla sua vista fino all'ultimo momento.

35

Le prime volte è consigliato premiare ogni suo tentativo di avvicinarsi alle mani con un piccolo premio, ossia con un pezzetto di cibo; in tal modo, sarà più facile per il pappagallo iniziare a fidarsi. Per instaurare il rapporto di fiducia iniziale è consigliato dedicare almeno un paio di ore al giorno, per almeno una settimana, utilizzando una stanza lontana da televisori, radio o da altre fonti sonore. La calopsite, come tutti i pappagalli, quando viene portata a casa e si vedrà rinchiusa in una gabbietta impiegherà del tempo per abituarsi.

Continua la lettura
45

Inizialmente risulterà difficile anche solo mettere una ciotola con l'acqua all'interno della gabbietta; con il passare dei giorni, quando prenderà confidenza con l'ambiente che la circonda, capirà di non dover temere l'uomo, sarà possibile passare del cibo attraverso le inferriate della gabbietta e, solo più tardi, provare a nutrirlo direttamente con la mano all'interno della gabbietta. Una volta che la calopsite si abituerà alla presenza del padrone, accettando tranquillamente il cibo, sarà possibile iniziare ad aprire la porticina, mettendo il cibo all'esterno della gabbietta; il pappagallo inizialmente si limiterà ad affacciarsi dalla porticina, quindi uscirà senza essere forzato, di sua spontanea volontà.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come Allevare Allo Stecco Una Calopsite

In questa guida vedremo allevare in maniera particolare un tipo di pappagallo davvero molto carino e affascinante. Vedremo per l'appunto, attraverso una serie di semplicissimi e chiari passaggi, come poter allevare allo stecco una calopsite, in modo da...
Volatili

Come addestrare un pappagallo cocorito

Anche i volatili, al pari di cani, gatti e conigli, sono ormai considerati degli eccellenti animali da compagnia, specialmente i pappagalli. La maggior parte di questi, infatti, è facile da allevare e da addestrare. Una delle specie più amate è il...
Animali da Compagnia

Come scegliere il cucciolo che fa per voi

Avete voglia di trovare un nuovo compagno con cui condividere la vostra vita e i vostri momenti più belli, ma non sapete come scegliere il cucciolo che fa per voi? Qui sotto potrete trovare una guida con dei consigli utili per aiutarvi a decidere quale...
Volatili

Come allevare i parrocchetti

La schiusa delle uova e la nascita dei piccoli sono il momento più bello e più emozionante che la passione per i pappagalli possa dare. Per la loro riproduzione e per il loro allevamento occorre tenere conto di alcuni accorgimenti, sia in tema di alimentazione...
Volatili

Le specie di pappagalli parlanti

I pappagalli appartengono all'ordine Psittaciformi. Si differenziano in circa 353 specie distribuite in America centrale e meridionale, Asia, Africa, Australia e Oceania. I pappagalli sono un gruppo molto vario, con dimensioni che vanno dai 10 cm al metro...
Volatili

Cocorite: alimentazione e cura

I parrocchetti ondulati, più conosciuti con il nome di cocorite, sono fra gli animali da compagnia più simpatici ed intelligenti. Si tratta di un piccolo pappagallo originario dell'Australia, che da adulto può raggiungere i 15 centimetri di lunghezza...
Volatili

5 consigli per scegliere una gabbia per pappagalli

Scegliere un animale da compagnia non è sempre facile, e ognuno di voi avrà sicuramente scelto in base a dei criteri di vario genere. Tra i tanti animali domestici e da compagnia che potreste scegliere, c'è il pappagallo.Il pappagallo è un animale...
Volatili

5 modi per proteggere i pappagalli dal caldo

Nel momento in cui scegliamo di adottare degli animali in casa, dobbiamo essere certi che questi sicuramente ci precluderanno tantissime cose: basti pensare a quanti viaggi rinunciati per via dei nostri animali a quattro zampe, per esempio, nelle località...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.