Come addomesticare un pappagallino ondulato

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

I pappagallini (diversi dai cugini di dimensioni maggiori, come gli Ara, a cui può essere insegnato anche a parlare) sono animali esotici piuttosto comunemente adottati come animali domestici, in quanto portano colore e allegria in casa.
In particolare, il pappagallino ondulato, meglio conosciuto come cocorita, è un animale piuttosto gioioso e caratterizzato da un piumaggio variopinto, originario dell'Australia. Questa specie si è adattata facilmente alla vita in cattività e può essere addestrata con un po' di sforzo e perseveranza. Vediamo quindi in questa guida come addomesticare il nostro piccolo amico pennuto, in modo da poter interagire con lui senza spaventarlo.

24

Prendiamo confidenza con il pappagallino in gabbia

Il primo passo da fare è fargli prendere confidenza con noi, passando molto tempo vicino alla sua gabbietta, possibilmente posizionata in una stanza molto frequentata.
Per passare poi ad un contatto diretto possiamo cominciare a dargli qualche piccola prelibatezza (come della frutta fresca o una spiga di panico) attraverso le sbarre della gabbia, portando pazienza e aspettando che si avvicini senza timore. Possiamo quindi, a questo punto, introdurre nella sua gabbietta la mano con il cibo in modo che lui venga a beccarlo direttamente dalle nostre dita.
In breve tempo potremo provare ad accarezzare il pappagallino con movimenti leggeri e lenti, partendo dalla coda e risalendo verso la testolina.

34

Insegniamo al pappagallino a raggiungerci

Quando, con l'aiuto del cibo, riusciremo a far salire il pappagallino sul nostro dito tenuto teso davanti a lui sarà pronto per essere portato fuori dalla gabbietta.
Una volta accettata questa vicinanza, possiamo provare a farci raggiungere dall'uccellino quando lo chiamiamo. A questo scopo, è sufficiente tendere il dito e chiamarlo per nome, iniziando stando vicino al pappagallino per poi allontanarci sempre di più. Premiamo il nostro amico pennuto ogni volta che obbedisce al comando dandogli un bocconcino goloso oppure facendogli dei grattini sulla testa, un vero segno di confidenza e affetto.

Continua la lettura
44

Addestriamo il pappagallino a mangiare a tavola

Infine, se abbiamo avuto successo con il nostro addomesticamento ma vogliamo andare oltre i normali trucchetti, possiamo insegnare al pappagallino a mangiare a tavola insieme a noi.
A fine pasto posizioniamo sul tavolo una ciotola con il suo cibo preferito e apriamo la gabbietta per farlo uscire. Nel giro di poche settimane il pappagallino si abituerà e riconoscerà la ciotola, così, senza più il rischio di disturbare il pasto, possiamo finalmente aggiungere un posto a tavola assieme alla famiglia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come addestrare un pappagallo cocorito

Anche i volatili, al pari di cani, gatti e conigli, sono ormai considerati degli eccellenti animali da compagnia, specialmente i pappagalli. La maggior parte di questi, infatti, è facile da allevare e da addestrare. Una delle specie più amate è il...
Volatili

Come far riprodurre in cattività una coppia di cocorite

La cocorita o pappagallino ondulato (Mellopsittacus undulatus), è il pappagallo più comunemente venduto in tutto il mondo come uccello domestico. Si tratta di un pappagallo di piccole dimensioni, originario dell'Australia: gli esemplari selvatici presentano...
Volatili

Come allevare i calopsite

I calopsite sono graziosi pappagallini appartenenti alla famiglia dei cacatua. Socievoli e colorati, allietano le giornate con il loro canto. Di piccole dimensioni (raramente superano i 30 cm) e con un piumaggio tra le tonalità del grigio, giallo e bianco,...
Volatili

Come Riconoscere il sesso del pappagallo cenerino

Le specie di uccelli sono molte, e forse anche voi avete in casa qualche uccellino, e vi sarete certamente chiesti di che sesso sia o come si può riconoscere. Purtroppo in molti, come per il pappagallo cenerino, non è possibile riconoscerlo. Il pappagallo...
Volatili

Come distinguere le cocorite

Il parrocchetto ondulato (Melopsittacus undulatus) è un piccolo pappagallo conosciuto anche con il nome di parrocchetto australiano, in Italia volgarmente definito cocorita, cocorito o semplicemente pappagallino. Il nome Melopsittacus deriva dal greco,...
Volatili

Come addestrare una cocorita a posarsi sulla spalla

Entrare in alchimia con gli animali domestici è l'esperienza più bella che tutti gli amanti degli animali possano provare: che sia un cane, un gatto, una cocorita è dovuto solo all'amore che noi umani riusciamo a donare loro. Tutti gli animali domestici...
Volatili

Cocorite: alimentazione e cura

I parrocchetti ondulati, più conosciuti con il nome di cocorite, sono fra gli animali da compagnia più simpatici ed intelligenti. Si tratta di un piccolo pappagallo originario dell'Australia, che da adulto può raggiungere i 15 centimetri di lunghezza...
Volatili

Come addomesticare i pulli di cocorita

La maggior parte degli animali, si rivelano spesso degli ottimi amici. Comprendono gli stati d'animo dell'uomo, senza bisogno di esprimersi in parole. Noi seguiamo la ragione e loro vivono ogni esperienza, seguendo l'istinto. Oltre al cane e al gatto,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.