Come aiutare il gatto a perdere peso

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Negli ultimi anni i nostri amici gatti, soffrono di una patologia che sta gradualmente aumentando in numeri e casi: l'obesità. Ad oggi, secondo le ultime statistiche un gatto su tre è obeso.
Le motivazioni che portano a questa patologia possono essere molto, ad esempio una cattiva alimentazione, oppure troppo poca mobilità.
Spesso non si prendono le giuste misure e le conseguenze sono davvero gravi per l'animale. Possono sfociare ad esempio fino al diabete oppure a problemi cardiocircolatori o respiratori.
L'importante è metterci tanto impegno e soprattutto cercare di essere pazienti, vediamo come aiutare i nostri gatti a perdere peso, senza compromettere la sua salute.

26

Occorrente

  • costanza, corretta alimentazione, impegno
36

L'alimentazione

Il primo fattore chiave è l'alimentazione. È fondamentale che il gatto mangi in base al suo peso, per cui sono da evitare spuntini frequenti e soprattutto, errore che molte famiglie commettono, gli avanzi di cibo, poiché apporterebbero soltanto dei danni.
In questa ottica è importante non lasciare del cibo continuo a disposizione del gatto, ma abituarlo a mangiare regolarmente e con frequenze cadenzate a determinati orari.
In aggiunta è essenziale lasciargli sempre la ciotola dell'acqua fresca e ben pulita.

46

Qualità del cibo

Un altro aspetto da considerare riguarda anche la qualità di cibo che non deve essere affatto sottovalutata. È fondamentale dare al vostro gatto degli alimenti sani e di qualità. Scegliere bene sul mercato le migliori marche, senza cercare di risparmiare a discapito della salute del gatto.
Inoltre potete preparare anche voi dei cibi freschi come pesce, agnello o pollo, sicuramente saranno abbastanza graditi dai vostri amati pelosetti. Mi raccomando niente sale però!

Continua la lettura
56

Attività fisica

L'attività fisica gioca un ruolo determinante. A tale proposito è importante che il vostro felino stia in movimento in modo che bruci calorie. Fatelo spesso uscire di casa se avete la possibilità, sempre monitorando che scappi! Potete liberamente svegliarlo inoltre, se decidete che stia dormendo da troppo tempo.
Per cui è fondamentale adottare le giuste strategie senza stressarlo, ad esempio potete portarlo a passeggio, oppure potete cercare di farlo giocare per casa per almeno 20 minuti al giorno.
Infatti in commercio esistono diversi giochi per gatti in grado di stimolarli nell’esercizio fisico.
Nel caso, corpo anche questi consigli, non vedete dei miglioramenti, allora è il caso di contattare il vostro veterinario di fiducia e concordare assieme a lui eventuali correttivi paramedici.
Infatti sarà proprio il vostro veterinario che vi darà il programma idoneo al fine di gestire al meglio questa patologia.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Preparate voi del cibo sano, se volete risparmiare qualcosa!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

5 motivi per portare il gatto dal veterinario

Avere un gatto in casa è una fonte di gioia incredibile. Tutti i padroni di gatti sanno quanta allegria danno con il loro gironzolare per le stanze sempre alla ricerca di un nuovo gioco da inventare. Ma avere un gatto è anche una responsabilità. Se...
Gatti

Come curare la cistite del gatto

I gatti sono degli animali fantastici, giocarelloni e molto coccoloni. Ma anche molto delicati e facilmente soggetti a malattie. Per questo è bene stare molto attenti e prendersene cura nel migliore dei modi. I gatti, soprattutto quelli maschi, sono...
Gatti

Gatti: guida ai parassiti e agli insetti pericolosi

I gatti sono dei bellissimi ed adorabili animali di compagnia. Al giorno d'oggi sono molte le famiglie che decidono di adottare un gatto, e le motivazione che le portano a questa importante scelta sono tantissime. Per prima cosa, il gatto rappresenta...
Gatti

Gatti: come riconoscere i sintomi della nausea

Il gatto è un animale domestico indipendente ed amante del proprio territorio, anche in casa; infatti, predilige sempre gli stessi luoghi, è metodico nelle sue operazioni di pulizia quotidiana, ma è anche curioso, tanto che a volte si spinge inconsciamente...
Gatti

Come comportarsi con un gatto aggressivo

C'è da dire che, mentre alcuni gatti sono timidi, sia con le persone e con gli altri animali, altri sono troppo aggressivi. Questo perché il gatto è stato allontanato prematuramente dalla mamma gatta, che non ha avuto il tempo per educarlo correttamente...
Gatti

5 segnali dell’invecchiamento del tuo gatto

Come tutti gli esseri viventi, anche gli animali quando invecchiano lanciano dei segnali. I segnali inviati, vengono inviati per un tempo molto breve (essendo più corta la vita degli animali) per questo bisogna prestare molta attenzione ad ogni cambiamento...
Animali da Compagnia

Le più comuni patologie del coniglio

I conigli sono come gli esseri umani soggetti a varie patologie talvolta gravi e serie, che tuttavia si possono prevenire e curare. Alcune sono dettate da specifici fattori esterni, ed altri associabili invece a vere e proprie malattie. A tale proposito,...
Cani

Come riconoscere la leishmaniosi nel cane

All'interno di questa guida andremo a occuparci di animali. Nello specifico, ci concentreremo, come avrete già capito leggendo il titolo di questa guida, su come riconoscere la Leishmaniosi nel cane. La guida sarà divisa in una parte iniziale avente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.