Come aiutare un gatto a partorire

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il momento del parto per le gatte arriva dopo circa 64 giorni di gestazione. Man mano che il parto si avvicina noterete che la gatta assumerà un atteggiamento irrequieto, cercherà un posto dove nascondersi e farà fusa più sonore e più insistentemente. Tenderà inoltre a lavarsi leccandosi la regione pelvica con maggior frequenza, infine perderà appetito. Questo comportamento vi indicherà che la nascita dei gattini è prossima: avverrà nelle seguenti 24 ore. Avrete quindi tutto il tempo per i preparativi. Di solito il parto procede tranquillamente anche senza l'intervento del padrone, ma vediamo come aiutare un gatto a partorire.

24

Il luogo

Negli ultimi 10 giorni di gravidanza la futura mamma sceglie il posto in cui dare alla luce i cuccioli. Quando il momento si avvicina, puoi "proporle" un luogo in cui partorire. A tale scopo, procurati uno scatolone grande e crea un fondo morbido e comodo con giornali (che ridurranno la dispersione di calore) e stracci. Posizionalo in un luogo tranquillo e appartato della casa. Cerca di farglielo piacere già con qualche giorno di anticipo trasferendo nelle vicinanze la ciotola del cibo. Se puoi evita di farla uscire di casa, ma ricordati di tenere ben chiusi tutti gli armadi e i cassetti per evitare sorprese.

34

Il comportamento della gatta

Al momento del parto, alcune gatte cercano la vicinanza del padrone, altre invece rifuggono la presenza umana. Questa è una scelta che va rispettata. Se la tua gatta si dimostra timida potrai controllala comunque da lontano per assicurarti che non sorgano complicazioni, ma senza allarmarti e correre da lei al primo miagolio. I gattini vengono alla luce a circa 30 minuti uno dall'altro, di testa o in posizione podalica senza complicazioni. Ricordati che i gatti possono decidere in qualsiasi momento di interrompere il parto per riprenderlo 24 ore dopo. Questo potrebbe succedere sia a causa di un qualche disturbo esterno, sia a causa di stanchezza della gatta per una cucciolata molto numerosa. Nel caso dovesse succedere non ti allarmare.

Continua la lettura
44

Lo strappo della placenta

Normalmente, la madre strappa la placenta e recide il cordone ombelicale di ogni cucciolo. Se questo non succede, (la gatta potrebbe essere stanca soprattutto dopo i primi tre piccoli), devi pensarci tu. Utilizza un asciugamano bagnato da strofinare sul musetto del cucciolo per rompere la placenta. Poi lega un filo di cotone al cordone ombelicale a circa 3 cm dallo stomaco del piccolo e taglia il cordone utilizzando una forbicina sterilizzata. Utilizza sempre i guanti di lattice, non solo per igiene ma anche per non trasmettere odori.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come comportarsi quando la vostra gatta deve partorire

Tutti gli animali come gli esseri umani si accoppiano ma, è doveroso fare una premessa. Ci sono taluni animali che sono più delicati di altri e fra questi ci sono i gatti. Dovete sapere che la gatta durante il periodo della gravidanza (che va dai 58...
Cura dell'Animale

Come far partorire una cavalla

Il parto è un evento naturale ed anche per i cavalli nella maggior parte de casi, non occorre troppo bisogno di interventi in tal momento così delicato, se non se ci sono delle complicazioni improvvise. La nascita tuttavia del puledro, andrà sia preparata...
Altri Mammiferi

Come aiutare una mucca a partorire

La nascita è sempre un motivo di gioia, sia che si tratti di un bambino, sia quella di un cucciolo. Se siamo i fortunati possessori di una fattoria, e all'interno di questa vi sono mucche gravide in procinto di dare alla luce il loro vitellino, è possibile...
Gatti

Come Comportarsi Quando Il Vostro Gatto Partorisce

All'interno di questa guida, come avrete facilmente compreso attraverso la lettura del titolo, andremo a occuparci di gatti. Nello specifico, affronteremo la problematica di come comportarsi quando il vostro gatto partorisce. Questa guida è destinata...
Gatti

Motivi per cui il gatto si nasconde

Possono esserci molte ragioni che spingono il vostro gatto a nascondersi. Alcune volte questo comportamento può nascondere un problema di tipo medico. Per tale motivo è giusto interrogarsi sulle cause di questo atteggiamento. Nella lista che segue vi...
Cani

10 consigli per prepararsi al parto della nostra cagnolina

Anche se si tratta di un argomento piuttosto diffuso fra i proprietari di cagnette, pochi di essi realmente conoscono il funzionamento del ciclo di riproduzione delle loro pelosette e pertanto è consigliabile comprendere bene anticipatamente lo svolgimento...
Cani

Come occuparsi di un cane appena nato

La nascita di alcuni cuccioli è sempre un lieto evento, ma bisogna organizzarsi perfettamente per un momento così delicato. Per prenderci cura dei cuccioli appena nati bisognerà far attenzione a tanti aspetti e seguire alcune semplici procedure. Vediamo...
Gatti

Come allevare gatti di razza

I gatti sono tra gli animali domestici, che maggiormente popolano le nostre case, assieme ai cani; molto spesso i gatti hanno vita indipendente, passando la maggior parte della giornata, a caccia o comunque a riposare. Non tutti i felini sono però hanno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.