Come alimentare il camaleonte

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il camaleonte è un rettile che fa parte della famiglia dei sauri. Sono molto conosciuti e "famosi" per la loro capacità di cambiare il colore della pelle per adattarsi e mimetizzarsi con l'ambiente dove vivono. Proprio per questo "fattore raro" molte persone decidono di adottare uno di questi animaletti, magari non sapendo nemmeno come si nutre il nuovo arrivato. In genere si dovrebbe evitare di acquistare animali esotici non molto conosciuti, per non sbagliare le cure e l'alimentazione. Se lo fatte, chiedete consiglio a un buon veterinario e leggete la seguente guida che spiega come alimentare il camaleonte. Vediamo insieme come procedere.

26

Occorrente

  • insetti vari
  • calcio
  • vitamina D
36

Per nutrire correttamente un camaleonte dovete curare tre aspetti principali: l'idratazione, il cibo e gli integratori alimentari. L'acqua è un componente fondamentale, anche perché i camaleonti hanno la necessita di mantenersi idratati. Il problema principale è che loro non bevono dalle ciotole, ma, come tutti i rettili, la leccano dalle foglie. Per questo dovete provvedere a fornire il suo terrario di un gocciolatore o, in alternativa, di un vaso collegato a un tubetto e dovete spruzzare con un vaporizzatore le foglie del terrario spesso, per mantenere l'umidità interna.

46

Il camaleonte si nutre principalmente e quasi esclusivamente di insetti vivi. Potete procurarvi gli insetti, o addirittura allevarli e, per fare ciò, avrete bisogno, oltre che di molto spazio, ovviamente esterno alla vostra casa (si tratta infatti di allevare grilli, locuste, scarafaggi, larve di mosche), anche di molto fegato per farlo! Se non ve la sentite, potete comunque comprargli nei negozi specializzati. Solamente alcune delle specie più grandi di camaleonti consumano anche piccoli uccelli o topi. Normalmente quattro o cinque grilli dovrebbero bastare per un giorno.

Continua la lettura
56

Nel caso in cui decideste di allevare gli insetti da voi, dovrete provvedere anche alla somministrazione di calcio arricchito di vitamina D. La somministrazione varia in base alla maturità dell'animale: se possedete un camaleonte cucciolo (da uno a quattro mesi) dovete somministrare la Vitamina D almeno due volte alla settimana, spolverando gli insetti con l'integratore. Nel caso di un camaleonte adulto, potete provvedere alla somministrazione della vitamina D anche ogni quindici giorni. Se, al contrario, acquistate gli insetti nei negozi di animali più forniti, non avrete bisogno di somministrare nient'altro poiché l'alimento è completo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se possedete un camaleonte cucciolo (da uno a quattro mesi) dovete somministrare la Vitamina D almeno due volte alla settimana, spolverando gli insetti con l'integratore.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Tutto sul camaleonte

Tra gli animali tropicali uno dei più affascinanti è sicuramente il camaleonte. Il termine deriva dal latino chamaeleon, che a sua volta deriva dal greco e significa “leone di terra". Si tratta di un rettile di piccole dimensioni squamato che appartiene...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere il sesso di un camaleonte

Il camaleonte è un rettile affascinante, ma sapere come allevarlo non è da tutti. Soprattutto per chi è alle prime armi, prendere in casa un camaleonte potrebbe rivelarsi molto più complicato del previsto: cibo, terrario correttamente ventilato e...
Rettili e Anfibi

Come allestire il terrario per un camaleonte

La passione per gli animali sembra proprio non conoscere confini: fino a qualche anno fa, infatti, gli unici animali domestici che venivano adottati dagli esseri umani erano solo ed esclusivamente il cane e il gatto; poi si è passati via via con conigli,...
Rettili e Anfibi

Come allestire una teca per camaleonti

I camaleonti sono degli animali che tendono quasi sempre ad essere sedentari ed inoperosi. La loro principale caratteristica è quella di riuscirsi a mimetizzarsi, cioè tendono a colore in base all'ambiente in cui si trovano. Noi, infatti, li conosciamo...
Altri Mammiferi

5 animali tipici del Madagascar

In Madagascar è possibile trovare una fauna molto variopinta e differente da quella presente in Africa, al contrario di come si potrebbe pensare. Quest'isola dell'Oceano Indiano è ricca di animali molto diversi dagli elefanti e dai leoni, proprio a...
Rettili e Anfibi

Rettili e condominio: la corretta coabitazione

Oggi sono sempre di più le persone che scelgono di adottare un rettile come animale domestico; tra questi primeggiano tartarughe, iguane, scorpioni, ragni e persino serpenti. Questi animali, però, essendo alcuni anche pericolosi per gli esseri umani,...
Animali da Compagnia

Come scegliere il cucciolo che fa per voi

Avete voglia di trovare un nuovo compagno con cui condividere la vostra vita e i vostri momenti più belli, ma non sapete come scegliere il cucciolo che fa per voi? Qui sotto potrete trovare una guida con dei consigli utili per aiutarvi a decidere quale...
Altri Mammiferi

I 10 animali più belli del mondo

Stabilire una realistica lista che comprenda i 10 animali più belli del mondo è virtualmente impossibile semplicemente perché la bellezza è sempre soggettiva. Ma ci si può provare. Ogni anno vengono scoperte circa 10.000 nuovi animali fra nuove specie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.