Come alimentare le carpe koi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Le carpe koi sono essenzialmente dei pesci ornamentali, molto longevi e facili da addestrare, che si adattano facilmente a vivere nei normali laghetti da giardino. Per permettere che crescano bene bisogna curarli e dedicargli le giuste attenzioni. Prendersene cura significa anche alimentarli in maniera corretta, imparando a conoscere le loro specifiche esigenze. Se siete in possesso di questi tipi di pesci, e desiderate sapere come alimentare le carpe koi, non vi resta che continuare a leggere la guida che segue.

26

Occorrente

  • pane nero
  • lattuga
  • plancton
  • gamberetti
  • germi di grano
  • lombrichi
  • zucca
36

Dategli da mangiare poco ma spesso. Se avrete addestrato adeguatamente i vostri pesci, questi verranno a prendere il cibo direttamente dalle vostre dita. È importante sapere che le carpe koi, avendo i denti in gola e non in bocca, prima aspirano il cibo e solo in seguito lo mangiano. Quando nutrite i vostri pesci è importante tener conto anche del valore nutritivo degli alimenti che gli fornite e di cui avrebbero bisogno. Le koi normalmente apprezzano una gran varietà di cibo, inclusi vermi. Potrete dargli da mangiare lombrichi durante tutto tutto l'anno, in quanto sono ricchi di proteine e possono soltanto fargli bene.

46

Il pane nero va bene, ma quello bianco contiene un derivato della candeggina, che non è per nulla salutare per loro. Questo tipo di pesce tende ad essere molto vorace, pertanto siate molto selettivi nel scegliere la vegetazione del laghetto. Dategli settimanalmente anche un po' di frutta e verdure fresche, ad esempio qualche foglia di lattuga. Qualora doveste optare per integratori e mangimi pronti, di quelli che si acquistano nei negozi specializzati, dimezzate le quantità indicate dai rivenditori. Il loro sistema digestivo durante la stagione fredda può rallentare fino addirittura a bloccarsi. Qualora la temperatura dovesse mantenersi attorno ai dieci gradi per oltre un mese potrebbe essere necessario prevedere dei supplementi con basse proteine ed alti carboidrati, quindi leggermente lassativi, quali germi di grano, lattuga e zucca.

Continua la lettura
56

Con il cambio della stagione dovrete aumentare le quantità di cibo gradualmente, man mano che aumentano le temperature, includendo plancton, prodotti a base di spirulina e gamberetti. Ricordate che la quantità di pesci presenti nel laghetto ne influenza molto il comportamento alimentare e la crescita; il sistema di filtraggio deve poter sopportare la quantità di escrementi e residui in constante crescita che le koi produrranno mano a mano che si sviluppano. Tenete inoltre presente che non tutte le koi cresceranno alla stessa maniera, alcune saranno più precoci di altre, ma ciò non significa che abbiate fatto un cattivo acquisto, in quanto lo sviluppo differente potrebbe essere dovuto al loro background genetico, così come avviene per gli esseri umani.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Consigli per allestire un laghetto per tartarughe

In questo articolo proponiamo dei consigli per allestire un laghetto per tartarughe fai da te. Con questa guida analizzeremo le particolari caratteristiche di un buon laghetto, che risulti confortevole per gli amati rettili, i materiali da utilizzare,...
Pesci

I pesci più ornamentali da mettere in un laghetto

Per avere un laghetto unico ed originale bisogna arricchirlo con dei pesci ornamentali che aggiungono colore e vivacità. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni consigli su tre specie di pesci ornamentali da mettere nel laghetto e che sono adatti...
Rettili e Anfibi

Come prendersi cura delle tartarughe di acqua dolce

Le tartarughe sono degli animali abbastanza belli e riescono in un certo senso anche ad essere affascinanti. Se si amano questi animali si possono comprare delle piccole tartarughe di acqua dolce. Se si decide di acquistare le tartarughe bisogna garantire...
Pesci

Come allevare i lucci

I lucci sono dei pesce d'acqua dolce, gli unici appartenenti alla famiglia delle esocidae. Essi sono per lo più presenti nei mari del Nord America, dell'Europa e dell'Eurasia durante il Paleogene attraverso presente. Hanno la forma di un siluro con una...
Cani

Come affrontare il primo giorno del cane in casa

Prima di permettere ad un animale di entrare nella vostra casa, occorre seguire delle regole che vi aiuteranno ad affrontare il suo primo giorno in casa. Questa è una guida che vi darà dei consigli su come imparare a convivere con il vostro cane perché...
Cani

5 regole per fare il tuo cane felice

Non bisogna pensare che avere un animale in casa sia un aspetto di poco conto. Occorre impegnarsi sempre al massimo per garantire al proprio amico a quattro zampe la piena salute, sia da un punto di vista fisico che della sua psicologia. Un cane in salute...
Cani

Come insegnare al cane a trovare i tartufi

Molto conosciuti e apprezzati, i buoni funghi porcini di bosco e montagna si detengono il primato come prelibatezza culinaria con i tartufi, che rappresentano sicuramente un altro generoso prodotto del mondo vegetale che cresce sotto terra e di cui, i...
Cani

Cane depresso: come riconoscere i sintomi e cosa fare

I cani sono degli animali dal temperamento forte e deciso. Ma delle volte possono cadere in uno stato profondo di tristezza. Le cause scatenanti possono essere molte e legate a cambiamenti. Uno dei più frequenti viene attribuito a un eventuale trasloco....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.