Come allestire l'habitat per una tartaruga

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il modo più efficace per tutelare gli animali è di proteggerne l'habitat perché questo gli fornisce tutto il necessario per sopravvivere. Infatti, se decidiamo di allevare, per esempio, una tartaruga, dobbiamo innanzi tutto documentarci sulle sue abitudini, il comportamento e l'alimentazione per crescerla nel migliore dei modi; successivamente creare un ambiente ad essa favorevole in cui possa abitare e muoversi tranquillamente. Leggendo i passi di questa guida, potrete farvi un'idea di come allestire l'habitat per la vostra tartaruga.

27

Occorrente

  • Terrario in plexiglas
  • Lampade per riscaldare ambiente e terreno
  • Termometro
  • Substrato in torba/sabbia e ghiaia
  • Abbeveratoio e ciotola per cibo
  • Casetta coperta come rifugio notturno
  • Contenitore basso per laghetto artificiale
37

Acquisto terrario

Il luogo ideale dove potere collocare la vostra tartaruga è il terrario: prima, però, di acquistarne uno dovete prendere in esame le sue dimensioni perché deve essere minimo dieci volte superiore alle dimensioni della tartaruga; infatti l'animale deve avere tutto lo spazio necessario per potersi muovere liberamente. Il plexiglas è un ottimo materiale, permette di vedere all'interno ed è resistente. Nel terrario dovrete collocare delle lampade per mantenere costante la temperatura e altre a raggi UVB per simulare i raggi solari e riscaldare il terreno: posizionatele su un solo lato del terrario per garantire una zona fresca alla tartaruga.

47

Posizionamento substrato e termometro

Oltre a quanto detto nel passo precedente, posizionate anche dei termometri per monitorare la temperatura e poi, avendo la tartaruga bisogno di un ricambio di aria che può solamente arrivare dall'esterno nel suo habitat, dovrete necessariamente installare una rete al posto del tetto oppure degli sportelli con cerniere per garantire un costante passaggio di ossigeno. Il substrato dovrà essere formato da torba e terra, in alternativa potete usare fibra di cocco umida o sabbia e ghiaia, tutti materiali adatti all'habitat della tartaruga. Posizionate all'interno un abbeveratoio e ciotole per il cibo, eviterete così di far entrare in contatto il cibo con la terra e questo gli impedirà di ammuffire.

Continua la lettura
57

Introduzione riparo notturno

La tartaruga gradisce sgranocchiare l'osso di seppia che, oltre ad essere un piacevole passatempo, le fornisce del calcio. Una piccola casetta con tetto garantirà il giusto riparo notturno alla tartaruga. L'habitat sembrerà più naturale possibile ponendo alcune rocce e dei tronchetti e installando anche un contenitore basso per permettere alla tartaruga di rinfrescarsi: l'altezza deve essere minima per evitare che la tartaruga affoghi in caso di capovolgimento. Tenete il terrario e la tartaruga in una stanza con finestra, non troppo esposta al calore.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come pulire la vasca della tartaruga

Tra i piccoli animali da compagnia, per chi non vuole prendersi l'impegno di avere un cane o un gatto, la scelta spesso cade sulla tartaruga, non necessita di cure particolari e ha poche esigenze. Tuttavia, chi decide di avere in casa una testuggine,...
Rettili e Anfibi

Guida all’acquisto di una tartaruga

La tartaruga è diventata già da un po' di anni l'animale domestico preferito di molte persone. Grazie alla sua mansuetudine e alla totale innocuità verso l'uomo, infatti, questo rettile è riuscito a conquistarsi le preferenze di molti amanti degli...
Rettili e Anfibi

Come realizzare un terrario per tartarughe

I terrari per tartarughe sono modi meravigliosi per mostrare il vostro animale domestico e fornirgli un ambiente che imita molto attentamente il suo habitat naturale. Tuttavia, la fragilità di questi animali richiedono un spazio molto specifico per mantenere...
Rettili e Anfibi

Tartaruga di terra: costruire una vasca su misura

Testuggine hermanni, è questo il nome scientifico del rettile più conosciuto e più amato, la tartaruga di terra. Si tratta di una specie sempre più rara che vive naturalmente nell'habitat mediterraneo. In Italia vige il divieto assoluto di prelevare...
Rettili e Anfibi

10 consigli per allevare una tartaruga di acqua dolce

Facilmente reperibili nei negozi di animali o nelle fiere a prezzi accessibili, le tartarughe di acqua dolce hanno origini antichissime. Una corretta alimentazione ed il rispetto delle abitudini, le rendono molto longeve. Solitamente questi rettili sono...
Rettili e Anfibi

Come allevare una tartaruga

Anfibi e rettili stanno sostituendo nelle case di molti italiani cani e gatti. La motivazione è piuttosto semplice: questi animali sono più semplici da gestire, non richiedono passeggiatine al parco, non sporcano, non perdono pelo e per alcuni sono...
Rettili e Anfibi

Come assistere le tartarughe durante e dopo la nascita

Quando un animale viene alla luce esiste sempre un pericolo non soltanto per il cucciolo, ma anche per la madre che lo da al mondo. Nel seguente breve articolo vediamo insieme come bisogna assistere le tartarughe durante e dopo la nascita. Scopriremo...
Rettili e Anfibi

Come calcolare l'età di una tartaruga

Capire l'età di una tartaruga è un'operazione piuttosto difficile e ardua, tutt'altro che semplice. Le motivazioni di questa difficoltà si devono a due fattori principali. Il primo fattore è relativo alla longevità di questi animali che possono vivere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.