Come allestire un rettilario in casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Gli amanti degli animali non si limitano ad adottare teneri gattini e batuffoli di pelo bisognosi d'amore, tendono anche a preferire generi di animali piuttosto strani, difficili da accudire. I rettili sono un esempio. Gestire un rettilario non è facile tanto meno lo è costruirlo perché bisogna tenere in considerazione una serie di aspetti da non sottovalutare. I primis il fatto che ciascun animale debba avere un documento di valore internazionale che certifichi la provenienza legale dell'animale. Si tratta di un certificato C. I. T. I. E. S.; Vediamo come allestire un rettilario in casa, cosa occorre e quali sono le questioni importanti.

25

Occorrente

  • 4 lastre in plexiglas
  • 4 assi di legno
  • Colla a caldo
  • Utensili da lavoro
  • Ceppi, piante e pietre q.b.
  • Lampada UV
35

Per prima cosa accertatevi di avere abbastanza spazio in casa o in giardino. Ricordatevi che rettili come le tartarughe e i serpenti vivono molto a lungo e possono raggiungere dimensioni eccessive. Inoltre è opportuno tenere conto che si tratta sempre di animali, esseri viventi che hanno bisogno non solo di spazio ma anche di un ambiente consono alle loro necessità.

45

Capito ciò, potete costruire il rettilario in un ambiente molto spazioso e luminoso. Non importa se non riuscite a garantire luce e tepore solari, l'importante è avere una fonte di calore anche se questa fosse di origine artificiale. Provvedete anche al recupero di assi di legno, vetro in plexiglas e colla a caldo. Per le parti interne potete sbizzarrirvi riciclando ceppi o legni, piante e pietre. Qualsiasi cosa che mimi un habitat da rettile può andare bene.

Continua la lettura
55

In genere la forma deve essere lineare perché garantisce maggiore sicurezza anche per chi tiene il rettilario in casa. Unite le assi di legno con la colla a caldo e lasciatele attaccare per bene, poi fate lo stesso con le lastre in plexiglas. Unitele bene al legno e create un box, non troppo alto, basteranno 80 cm per garantire la costruzione di un rettilario sicuro. Non chiudete la parte superiore, a meno che non siano serpenti o animali velenosi, è un bene che l'animale possa respirare. Ponete sopra il rettilario una lampada ad UV cosi da poterla accendere nei giorni più freddi. Ricordatevi, infatti, che tutti i rettili sono animali a sangue freddo ed hanno bisogno di calore sia che si tratti di calore solare che di quello artificiale. Una volta creato il box riempitelo con massi di pietra, piante, ceppi di legno e poi ultimate inserendo l'animaletto che più vi piace. Fate attenzione a cambiare il rettilario quando l'animale cresce, cercate di rendere questo habitat il più confortevole possibile e cambiate spesso il terrario soprattutto dopo ogni pasto e la mattina per eliminare le feci prodotte dagli animali. Se riuscirete a rispettare queste semplici regole avrete un rettilario pulito in cui l'animale che amate potrà crescere in salute.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come allestire una gabbia per camaleonti

Nelle abitazioni, oggi è possibile accudire animali esotici, spesso considerati pericolosi da molti. Non fa parte di questa categoria il camaleonte, rettile che riesce a mutare il proprio colore per mimetizzarsi con l'ambiente che lo circonda. Se avete...
Rettili e Anfibi

Serpente domestico, come prendersene cura

Il serpente è un animale impegnativo da tenere in casa, sia per la cura sia per quanto riguarda la questione economica, più di quanto si possa immaginare. Importantissima è la scelta del serpente, perché non possono essere allevati tutti allo stesso...
Rettili e Anfibi

Come allestire l'habitat per una tartaruga

Il modo più efficace per tutelare gli animali è di proteggerne l'habitat perché questo gli fornisce tutto il necessario per sopravvivere. Infatti, se decidiamo di allevare, per esempio, una tartaruga, dobbiamo innanzi tutto documentarci sulle sue abitudini,...
Rettili e Anfibi

Come allestire una teca per camaleonti

I camaleonti sono degli animali che tendono quasi sempre ad essere sedentari ed inoperosi. La loro principale caratteristica è quella di riuscirsi a mimetizzarsi, cioè tendono a colore in base all'ambiente in cui si trovano. Noi, infatti, li conosciamo...
Animali da Compagnia

Come allestire l'habitat per un criceto

Il criceto è un piccolo ma delicato animale domestico. Esso è relativamente facile da curare, in quanto è di ridotta taglia, necessita di attenzioni minime e può fornire un notevole intrattenimento grazie al suo carattere generalmente docile. La maggior...
Pesci

Consigli per allestire un laghetto per tartarughe

In questo articolo proponiamo dei consigli per allestire un laghetto per tartarughe fai da te. Con questa guida analizzeremo le particolari caratteristiche di un buon laghetto, che risulti confortevole per gli amati rettili, i materiali da utilizzare,...
Rettili e Anfibi

Serpenti da appartamento: quali scegliere

Cani e gatti sono senza dubbio tra gli amici più apprezzati. Esistono anche molti amanti dei piccoli roditori, di criceti e conigli. E poi tanti adoratori dei pesci, che trovano rilassante e stimolante curare i piccoli ospiti e il loro habitat artificiale....
Rettili e Anfibi

Come liberarsi dei serpenti

I serpenti sono dei rettili notoriamente molto pericolosi. Anche se alcuni hanno la possibilità di produrre ed inoculare il proprio veleno ed altri no, bisogna sempre prendere le necessarie precauzioni quando ce ne troviamo uno davanti. Infatti non sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.