Come allevare e riprodurre il betta splendens

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Betta Splendens, altrimenti detto combattente del Siam (l'attuale Tailandia), è il pesce più ricercato tra quelli tropicali per le sue caratteristiche estetiche e riproduttive, che ne fanno una vera e propria meraviglia naturale per molteplicità di figure e colorazioni. Si illustra di seguito come allevare e riprodurre il Betta Splendens.

26

Occorrente

  • Ampia vasca con coperchio
  • Acqua filtrata o desalinizzata
  • Cibo congelato o in granuli
36

Come allestire la vasca

Il primo e fondamentale passo da compiere per assicurare a questa straordinaria creatura un'adeguata qualità di vita è allestire correttamente la vasca destinata ad ospitarla. Anche se la fibra forte e la dotazione di strumenti di respirazione in superficie rendono il Betta Splendens estremamente adattabile all'acquario è necessario adottare misure specifiche.
Bisogna assicurarsi che la temperatura dell'acqua si mantenga sempre oltre i 23° e non sostituire mai l'acqua interamente ma solo per metà o meno e con cadenza minima settimanale.
La vasca dev'essere ampia e munita di copertura idonea a mantenere la temperatura dell'aria interna al livello di quella dell'acqua sottostante per scongiurare che l'inalazione di aria fredda faccia ammalare il Betta.
In caso di impiego di acqua corrente non filtrata contenente sali solubili, peraltro da evitare in alcune zone d'Italia, è necessario depurarla facendo depositare i sali per almeno 24 ore prima dell'uso.

46

Come nutrire il Betta Splendens

Un'attenzione particolare va riservata alle modalità con cui nutrire il Betta Splendens. Questo pesce affascinante e combattivo predilige infatti prede viventi, tra cui piccoli crostacei come le artemie saline. Per evitare di ricorrere ad animali vivi si può tuttavia optare per cibi surgelati o in grani che, al contrario di quelli in formato lamellare, sono anch'essi graditi al Betta.
Una corretta alimentazione è fondamentale per la salute del pesce che, in mancanza, può essere soggetto a stipsi con danneggiamenti anche gravi della pneumatocisti (la cosiddetta vescica natatoria).

Continua la lettura
56

Come riprodurre il Betta Splendens

Gli accorgimenti su come riprodurre il Betta Splendens, infine, iniziano dalla predisposizione di una vasca specificamente destinata allo scopo ed alla crescita dei nuovi nati.
Essa deve contenere all'incirca 15-16 litri d'acqua ma avere capienza doppia in previsione dell'allevamento dei pesciolini nello stadio post-larvale. Da non dimenticare il coperchio per non correre il rischio di malattie anche dei piccoli.
Il fondale dev'essere pulito per rendere le uova visibili al maschio e la vasca deve offrire idonei ripari alla femmina per proteggersi dalla persistente aggressività del futuro compagno.
Una temperatura dell'acqua intorno ai 28° favorisce poi la riproduzione.
L'accoppiamento deve preferibilmente avvenire tra esemplari di età intorno ai sette mesi e di dimensioni di differenza minima.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare gli sbalzi di temperatura
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Come sapere se hai un pesce ammalato

I pesci d'acquario ravvivano gli ambienti di casa (e non solo) con le loro numerose evoluzioni, i salti con guizzo, il rincorrersi e nascondersi dietro punti impensabili, i loro colori sgargianti, le forme più strane. Tuttavia, come ogni specie animale,...
Cura dell'Animale

Come allevare i polli

Se voglio cimentarci con l'allevamento di alcuni animali, ma non lo abbiamo mai fatto prima, sarà di fondamentale importanza, prima di iniziare la nostra attività, informarci sulle esigenze dei vari tipi di animali che vogliamo allevare. Ogni animale,...
Volatili

Come allevare i pavoni

I pavoni sono tra gli animali da cortile più inusuali! Eppure i pavoni incarnano la bellezza e la regalità. Non a caso li definiscono "i re fra gli uccelli". La storia del pavone si intreccia con quella dell'Impero Macedone. Fu infatti Alessandro Magno...
Cura dell'Animale

Come allevare le capre da latte

Per anni la pastorizia e l'agricoltura sono stati il settore trainante dell'economia italiana e mondiale. Oggi i tempi sono cambiati e al posto dei pascoli sono sorti degli allevamenti ben tecnologizzati. Ma se siete intenzionati all'allevamento vecchio...
Volatili

Come allevare un fagiano

Il fagiano appartiene alla famiglia delle Phasianidae. Molto diffuso sul territorio nazionale è in realtà originario dell'Asia. Esistono tante specie, ciascuna con caratteristiche diverse. In generale, però, il fagiano si presenta con un corpo slanciato,...
Cani

Come allevare cani di razza

I cani si sa, sono i migliori amici dell'uomo, ma sono anche degli esseri viventi e come tali devono essere educati. Non tutti infatti riescono ad essere dei buoni padroni e ad insegnare al proprio cane la maniera migliore di comportarsi, soprattutto...
Cani

Come allevare un Chongqing

Il cane cinese Chongqing deve il suo nome all' omonima città di Chongquing, situata nella regione dello Sichuan. È un animale di taglia media con un' origine molto antica: Alcuni reperti archeologici testimoniano la sua presenza, risalente all' epoca...
Rettili e Anfibi

Come Allevare Le Lucertole

Possedere un'animale domestico è cosa piuttosto comune. Alcune volte però si scelgono animali piuttosto inusuali da tenere come compagnia. Serpenti, Iguana, e perfino lucertole, sono i rettili più scelti come animai domestici. Ma per poterli tenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.