Come allevare i pesci Discus

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

Allevare i pesci tropicali soprattutto della specie pregiata come i Discus, è un'attività piuttosto delicata ed impegnativa, in quanto richiede attenzione e competenza. Si tratta infatti, di esemplari molto colorati, belli da vedere e adatti anche per la riproduzione, ma come tutte le specie tropicali non abituate ai nostri climi, è necessario prestare loro la massima attenzione per farli vivere più a lungo possibile. A tale proposito ecco una guida, su come allevare correttamente i Discus. Daremo infatti utili suggerimenti che vi faciliteranno di certo il compito.

24

Scegliere la coppia

Il primo passo da fare è selezionare una coppia di Discus, e se intendiamo ottenere la riproduzione, il consiglio è di acquistare più esemplari misti, in modo da aumentare la probabilità di successo. Nel caso ci fossero delle difficoltà nell'individuare le coppie, si può provare ad effettuare periodici ricambi d'acqua con il processo dell"osmosi inversa" che renderà più attivi i pesci, favorendone l'accoppiamento.

34

Condizioni ottimali per l'allevamento

L'acqua all'interno della vasca deve essere priva di nitrati e nitriti, ovvero agenti patogeni che tendono a pregiudicare la salute e la naturale crescita dei Discus. Ovviamente da controllare è il Ph che deve essere compreso tra 5,5 e 6,5, e ciò può avvenire utilizzando la classica cartina di tornasole o delle boccettine con all'interno del liquido colorato. Oltre ad un acquario ben pulito, è necessario allestirlo in previsione di una riproduzione, per cui deve contenere almeno 150 litri di acqua, con all'interno un filtro biologico dotato di pompa ad immersione di tipo regolabile, e quindi adatta nei periodi di riproduzione quando l'eccessiva potenza va diminuita. Anche dal punto di vista dell'illuminazione, occorre installare delle lampade a luce naturale che vanno tenute accese per 12 ore al giorno, e collegate ad un timer speciale che consente di creare l'effetto crepuscolare.

Continua la lettura
44

Verifica periodica

Una volta inserita la coppia nell'apposita vaschetta, bisogna verificare periodicamente la deposizione delle uova. In questa fase i Discus sono molto sensibili, e non vanno assolutamente disturbati con ingerenze esterne (compreso il cambio dell'acqua). Le uova si schiuderanno dopo circa 60 ore dalla deposizione, e a questo punto i Discus inizieranno a spostarle da un posto all'altro fino a quando si formeranno gli avannotti in grado di nuotare (circa 3 o 4 giorni). I primi giorni i piccoli si nutriranno della secrezione mucosa emessa dalla pelle dei genitori, e dal quinto in poi, saremo noi a somministrargli le artemie saline fino ad 8 volte al giorno. Dopo circa una settimana si procederà con un'alimentazione a base di cibo granulare liofilizzato, e con cambi d'acqua parziali o totali.
Allevare pesci è la passione di moltissime persone, soprattutto se si tratta di specie tropicali e molto rare che richiedono più attenzioni del solito. Se siete anche voi amanti di questi pesci e volete averli nel vostro acquario, allora i consigli di questa guida faranno esattamente al caso vostro, potrete inoltre chiedere ulteriori suggerimenti a qualche esperto di questi pesci in modo da non correre rischi ed allevarli per bene. Vi auguro quindi buon divertimento.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Come allevare i pesciolini neon

Con questa guida vedremo come allevare i pesciolini neon. Il suo nome scientifico è Paracheirodon innesi ed è un pesce adatto ad un acquario tropicale. È molto piccolo, circa 4 cm di lunghezza ed il suo colore predominante è il verde. Il suo corpo...
Pesci

Come allevare ed alimentare i ciclidi nani

I ciclidi nani sono dei coloratissimi pesciolini, originari dell'America Latina. Si definiscono “nani” perché raggiungono una dimensione di massimo 12cm. Hanno un corpo di forma allungata, dai colori vivaci. I ciclidi nani dimostrano una particolare...
Pesci

Come allevare dei pesci tropicali

I pesci tropicali contrariamente a quelli rossi, per essere allevati hanno bisogno di un acquario particolare, molto più sofisticato di quello standard, in modo che sia in grado di ricreare un “habitat naturale”, che deve essere simile ai mari caldi...
Pesci

Come allevare e riprodurre il betta splendens

Il Betta Splendens, altrimenti detto combattente del Siam (l'attuale Tailandia), è il pesce più ricercato tra quelli tropicali per le sue caratteristiche estetiche e riproduttive, che ne fanno una vera e propria meraviglia naturale per molteplicità...
Pesci

Come allevare il pesce siamese combattente

Il pesce siamese combattente è di acqua dolce, e si presenta con un corpo decisamente robusto e a tratti cilindrico. Si tratta di un esemplare che come si evince dal nome stesso, è predisposto al combattimento con un altro maschio, quando la sua femmina...
Pesci

Come allevare un ippocampo

L'ippocampo, comunemente detto "cavalluccio marino", è un piccolo pesce marino così chiamato per la forma del capo e per il suo collo curvo. Il corpo è ricoperto da placche e gli occhi possono eseguire movimenti indipendenti. Predilige i fondi sabbiosi...
Volatili

Come allevare i parrocchetti

La schiusa delle uova e la nascita dei piccoli sono il momento più bello e più emozionante che la passione per i pappagalli possa dare. Per la loro riproduzione e per il loro allevamento occorre tenere conto di alcuni accorgimenti, sia in tema di alimentazione...
Pesci

Come allevare un black moor

Chi è veramente appassionato del mondo animale non potrà di sicuro rinunciare alla presenza di un acquario nella sua abitazione. I pesci che si possono ospitare in casa variano ovviamente in funzione degli spazi a disposizione e delle scelte del loro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.