Come allevare insetti da pasto per rettili

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Gli insetti vivi, in particolare i grilli, sono l'elemento principale nell'alimentazione dei rettili. È possibile acquistare grilli vivi nei negozi specializzati, ma allevare e crescere da soli i propri insetti è ancora meglio, perché curandoli e alimentandoli correttamente, i benefici saranno poi trasmessi al vostro rettile. Qui di seguito troverete tutto ciò che avete bisogno di sapere come allevare gli insetti da pasto per rettili.

28

Occorrente

  • Tre acquari con coperchio
  • Confezioni di uova e tubi di carta assorbente
  • Una lampadina da 40 watt
  • Terriccio o fibra di cocco compressa
  • Una spugna umida
  • Mangime per grilli
38

I riproduttori

Per iniziare, avrete bisogno di acquistare un gruppo di riproduttori. Vi consiglio un acquisto di almeno 15-20 grossi grilli vivi. Prima di acquistarli, dovete ricreare tre diversi tipi di habitat. Nel primo, l'habitat di colonia, terrete gli esemplari che per il momento, non intendete far accoppiare. Il secondo sarà l'habitat di allevamento. Il terzo lo utilizzerete come un deposito per tenere i grilli che saranno dati in pasto al vostro rettile.

48

L'acquario

Utilizzate un acquario di vetro dotato di coperchio. Non utilizzate nessun substrato, ma siate certi di inserirvi un gran numero di nascondigli come confezioni di uova e tubi di carta assorbente. Mantenete la temperatura tra i 24 e i 30 gradi con l'uso di una lampada ad incandescenza come fonte di calore, per circa 16 ore al giorno.

Continua la lettura
58

Il terrario

Il terrario di allevamento sarà leggermente diverso. Verrà utilizzato un altro acquario con coperchio e occorrerà comunque depositarvi dei nascondigli, usando però un substrato in modo che i grilli femmine abbiano un posto per deporre le uova. Il terreno ideale per la nidificazione è molto umido, quindi utilizzate del terriccio che troverete nei negozi di forniture per animali.

68

Il terrario di allevamento

Trasferite un paio di coppie nel terrario di allevamento. Sarete in grado di distinguere facilmente le femmine dai maschi perché hanno un tubicino ovopositore che spunta dall'addome. Dopo 6-7 giorni, dovreste vedere le prime uova, che impiegheranno altri 16 giorni circa per schiudersi. Prima che ciò accada, spostate gli adulti nel contenitore di colonia in modo da evitare che le larve vengano ferite o mangiate.

78

I mangimi

Una volta che arrivano i piccoli, prendetevi cura di loro come se fossero adulti. Esistono in commercio mangimi per grillo ricchi di vitamine, minerali, proteine, carboidrati e grassi. È possibile integrare la loro dieta con della lattuga o delle fette d'arancia. Come fonte d'acqua, utilizzate una spugna umida: non mettete mai ciotole d'acqua nel contenitore, perché i piccoli vi annegheranno. I neonati diverranno adulti entro 5-6 settimane.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se il rettile è grosso, dategli da mangiare grilli che misurano circa 3 centimetri. Rettili più piccoli avranno bisogno di grilli giovani di circa 1 centimetro e mezzo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come allevare rettili

I rettili sono un'insolita passione. La prima domanda da porsi è il tipo di investimento economico che possiamo permetterci a riguardo. Dopodiché l'esperienza insegna che è bene cominciare da un esserino più semplice nella gestione, che non sia soggetto...
Rettili e Anfibi

Come Allevare Le Lucertole

Possedere un'animale domestico è cosa piuttosto comune. Alcune volte però si scelgono animali piuttosto inusuali da tenere come compagnia. Serpenti, Iguana, e perfino lucertole, sono i rettili più scelti come animai domestici. Ma per poterli tenere...
Rettili e Anfibi

Come allevare un serpente

Da qualche anno è possibile anche in Italia possedere ed allevare un serpente, ma le informazioni su come fare ad allevarlo e nutrirlo correttamente sono davvero poche. Con la presente guida vogliamo darvi delle indicazioni in merito, spiegandovi come...
Rettili e Anfibi

Come allevare una tartaruga

Anfibi e rettili stanno sostituendo nelle case di molti italiani cani e gatti. La motivazione è piuttosto semplice: questi animali sono più semplici da gestire, non richiedono passeggiatine al parco, non sporcano, non perdono pelo e per alcuni sono...
Rettili e Anfibi

Tutto sui serpenti

Negli ultimi anni, sempre più curiosi e appassionati di animali hanno scelto di accogliere alcuni rettili come animali domestici da coccolare e crescere con diligenza. Questo per avere il piacere di addomesticare un animale più unico che raro. Attualmente,...
Rettili e Anfibi

Come allevare la raaganella litoria ceerulea

Tra le varie specie di raganelle, la Litoria Cerulea è sicuramente la più interessante. Non solo per le elevate dimensioni (tra le più grandi della sua specie), ma anche perché è divertente e facile da allevare. Questo tipo di raganella “vive”...
Rettili e Anfibi

Acquaterrario: l’importanza della zona emersa

Se siamo degli amanti degli animali e ci piacerebbe allevarli o se ci piacerebbe coltivare particolari piante, per poterne studiare i vari comportamenti, per prima cosa dovremo riuscire a ricreare il loro ambiente naturale in modo da non farli soffrire...
Altri Mammiferi

Consigli per allevare un toporagno

Il toporagno è una specie appartenente alla famiglia dei Soricidi, un' ordine di mammiferi molto simili ai topi. Questa specie è caratterizzata da un lungo muso appuntito e da una soffice pelliccia dalle tonalità marroni e grigie. A differenza dei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.