Come allevare le api

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quando si parla di apicoltura, la prima cosa che viene in mente è, il miele naturalmente. Questo dolce fluido dolce, viscoso, è nettare che le api operaie hanno trasformato. Un alveare commerciale mediamente potrà produrre in un anno 29 chili di miele. Un altro prezioso sottoprodotto dell’attività delle api, è la cera. Un favo dura cinque o sei anni. Successivamente si scurisce a motivo di vari microbi e larve che vi si annidano, e quindi dovrà essere sostituito. Dai favi scartati viene estratta la cera. La produzione media commerciale va dai 10 ai 20 chili di cera per ciascuna tonnellata di miele che viene raccolto.
Il polline, è la fonte principale di vitamine, proteine, minerali e grassi per lo sviluppo della regina, delle operaie, e dei fuchi. Un favo potrà produrne quasi 5 chili all'anno. Il propoli è una sostanza che le api utilizzano per isolare l’alveare, e potrà avvolgere qualsiasi intruso molto grosso per essere allontanato. La produzione di circa un quarto del cibo che consumiamo, direttamente oppure indirettamente, dipende dalla capacità delle api mellifiche di impollinare le piante coltivate. In seguito, in questo tutorial vi spiegheremo come allevare le api. Buona lettura e buon allevamento!

24

Conoscenza del mestiere dell'apicoltore

Se tracciate la storia dell’apicoltura, dovrete conoscere che nel passato gli apicoltori raccoglievano il miele distruggendo le colonie di api, cioè quelle che abitavano in alberi cavi ed altri anfratti. Se fate il lavoro dell’apicoltore vedrete dei miracoli ogni giorno. Nessuna persona fino a questo punto capisce bene la vita complessa comunitaria, la capacità progredita di comunicare, ed anche le abitudini favolose del lavoro dell’ape mellifica.

34

Le api come "famigliare"

Per fare tale lavoro per bene, sarà necessario avere molto affetto per le api proprie. È come se per loro diventate un padre, e le api lo sanno, reagendo di conseguenza. Inoltre diventerete anche direttamente il loro custode, il loro medico, ed anche la persona che dà loro da mangiare sempre nei periodi invernali difficili.
Un buon apicoltore potrà dire tantissimo, dando soltanto un’occhiata ad un alveare, che solitamente contiene dalle 8.000 alle 80.000 api. Se siete un esperto, una volta che aprirete l’alveare, sarà sufficiente sentire il ronzio, in modo da capire se la colonia è sana, produttiva ed anche "felice". Inoltre capirete anche se è "orfana" cioè se l'ape regina è morta, se ha fame, se è agitata per qualcosa che è successo di spiacevole, e veramente tantissime altre cose.
L’apicoltore potrà seguire i fiori d’arancio, e di tiglio tenendo occupate le sue colonie. Durante la stagione estiva e l'autunno, una zona ricca di abeti e pini farà produrre miele di ottima qualità di colore roseo, che si vende bene. Dal timo in fiore si otterrà il miele della qualità migliore, un miele insuperabile, dicono gli apicoltori. Le api si nutrono anche di trifoglio giallo dolce, trifoglio bianco ed erba medica.
È importante estremamente avere buon senso. Quando si posizionano gli alveari in una zona montuosa, sarà bene metterli ai piedi del monte. Così le api potranno salire verso la cima, mettersi sopra gli alberi carichi di fiori, e poi una volta che saranno sazie, scenderanno con facilità maggiore verso l’alveare. Se gli alveari fossero molto più su lungo il pendio, al di sopra degli alberi, le api si stancherebbero e questo avrebbe soltanto un effetto negativo sulla produttività della colonia.

Continua la lettura
44

Composizione colonie

Negli alveari che producono scarse quantità di prole e di miele, la regina deve essere uccisa e sostituita. Ciascun apicoltore capisce quale ruolo importantissimo ha la regina sul benessere e la produttività della colonia. Le colonie che hanno regine giovani producono la maggior quantità di miele. Quando si vogliono creare colonie nuove, infatti si prende un alveare sano e doppio, pieno di api, e si separa la cassetta superiore da quella inferiore. Si dovrà lasciare la regina in una cassetta, e si mette una regina giovane già accoppiata nell'altra cassetta. Quando c'è il tempo della fioritura, la nuova regina deporrà le uova, riempiendo l’alveare di api giovani operaie.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Apicoltura: come iniziare

L'apicoltura è un'attività davvero antica: abbiamo testimonianza di tale mestiere già 12.000 anni fa, come testimoniano alcune pitture rupestri, e anche il ...
Cura dell'Animale

Api: come intervenire in caso di sciamatura

La sciamatura è un evento naturale molto importante nel ciclo vitale delle api, attraverso cui si verifica una divisione della famiglia d'origine, con il ...
Invertebrati e Insetti

Come Fare Un Casetta Per Api

Oggi vogliamo dedicare un po' d'attenzione a degli animali molto particolari, senza le quali non potremmo gustare un prodotto buono e genuino come il ...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le formiche in un terrario

Le formiche sono dei particolari animali dalle dimensioni molto ridotte, appartenenti alla famiglia degli insetti. Esistono moltissime specie di formiche che variano a seconda della ...
Invertebrati e Insetti

10 consigli per un allevamento di api produttivo

Sono sempre di più le persone che si dedicano alla creazione un proprio allevamento di api. Molto spesso questa attività nasce come un hobby praticato ...
Invertebrati e Insetti

Tutto sulle formiche

Le formiche assomigliano molto alle termiti, con cui vengono spesso confuse ma, a differenza di queste, le formiche possiedono una caratteristica importante: la vita stretta ...
Gatti

Come adottare una colonia di gatti

Le colonie feline, ovvero gatti randagi in libertà, sono molto diffuse in Italia. Si osservano in ogni piccola o grande città, nei quartieri e nelle ...
Invertebrati e Insetti

Rifrattometro digitale per il miele: consigli d'uso

Tra gli strumenti più utili per l'apicoltore ma anche per l'appassionato fai da te, trova posto senza dubbio il rifrattometro, un oggetto digitale ...
Volatili

Come allevare un piccolo rondone caduto dal nido

Quando le temperature iniziano a salire, ecco che nel cielo è possibile osservare la danza che numerosi volatili fanno come benvenuto alla calda stagione estiva ...
Cura dell'Animale

Come registrare una colonia di gatti

Oggi vogliamo proporvi un articolo, in cui andremo a trattare un argomento veramente molto caro a tantissime persone, quello dei gatti.
ub">Nello specifico vogliamo ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.