17

Come allevare un coniglio nano

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Esistono molteplici razze di conigli, i quali ormai sono divenuti animali da compagnia molto apprezzati. Essi, infatti, possono vivere anche in appartamento e non richiedono cure costanti come avviene per i cani o per i gatti. Tra le razze più ambite vi è quella del coniglio nano: questi ultimi hanno dimensioni medio-piccole, misurano all'incirca venticinque centimetri e pesano un chilo e mezzo. A tal proposito, se volete sapere come allevare un coniglio nano ma non avete la più pallida idea di come fare, non vi resta che continuare a leggere i vari passaggi che costituiscono questa guida.

27

Occorrente

  • Gabbia con fondo di plastica
  • Lettiera
  • Alimentazione specifica
37

Creare una sistemazione adeguata

Anzitutto, prima di acquistare un esemplare di coniglio nano, creategli una sistemazione adeguata: una gabbia ampia e spaziosa sarà un buon rifugio, ma evitate i fondi grigliati in quanto sono pericolosi per le zampette dell’animale. Optate per una gabbia con un fondo di plastica, in commercio ne troverete a volontà. Oltre a ciò, acquistate anche una lettiera adatta ai roditori, che andrà pulita e sostituita giornalmente per garantire un ambiente protetto e confortevole al vostro cucciolo. Per allevare al meglio il coniglio nano, l’alimentazione dev'essere quella specifica per questa razza di animale. Il veterinario potrà istruirvi in merito, probabilmente vi consiglierà un tipo di cibo secco, abbinato ad alimenti freschi come le mele, le carote e l'insalata, il tutto in quantità moderate.

47

Conoscere il comportamento dell'animale

Un alimento che non dovrebbe mancare all'animale è il fieno, da dare in quantità e giornalmente come anche una ciotola di acqua fresca e pulita. Una volta portato a casa, sarà opportuno consentire al nuovo arrivato di ambientarsi e conoscere la sua nuova abitazione, prima di porlo nel suo giaciglio. Vi sono poi dei segnali da conoscere tipici del comportamento dell’animale: il nervosismo è manifestato attraverso una postura particolare, col corpo sollevato da terra e la coda orizzontale, mentre se distende il corpo e le zampe è tranquillo e sta riposando. Successivamente, se dà dei colpetti col muso sulla vostra mano sta chiedendo delle attenzioni.

Continua la lettura
57

Effettuare delle vaccinazioni al coniglio

Per assicurare le cure migliori al coniglietto, fategli fare delle vaccinazioni. Il veterinario sarà disposto a darvi tutte le informazioni in merito, compresa la cadenza con cui verrà somministrato il vaccino. Inoltre, è consigliata la sterilizzazione se non si ha intenzione di far accoppiare l’animale, in quanto i maschi, se non viene praticata, manifesteranno comportamenti aggressivi ed una continua marcatura territoriale. Nelle femmine, invece, potrebbero insorgere patologie tumorali o infettive delle vie uterine, delle pseudogravidanze e anche aggressività.

67

Guarda il video

17

Come occuparsi di un coniglio nano testa di leone

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

Il Coniglio nano "Testa di Leone" appartiene alla famiglia dei Leporidi. Non si tratta infatti di un roditore come molti erroneamente credono. Deve il suo nome alla caratteristica criniera leonina, singola o doppia, intorno al collo. Comunemente, è di color crema-dorato ma se ne trovano anche di altri colori. Di taglia piccola, pesa sui 2 chilogrammi. Originario dell'Europa del Sud e del Nord Africa, il testa di leone necessita di molte attenzioni rispetto ad un comune coniglio domestico. Per questo motivo l'eventuale adozione di un esemplare richiede costanza, amore e serietà. Ma ecco come occuparsi di un coniglio nano testa di leone.

27

Occorrente

  • Gabbia per coniglio
  • Paglia
  • Piattino per acqua
  • Spazzola per strigliatura
37

L'alloggio

Prima di adottare un coniglio nano testa di leone, procurati un alloggio con tutti i possibili comfort. Puoi costruirlo manualmente oppure acquistarlo in un qualsiasi negozio di articoli per animali. Ricorda però che la dimora deve essere abbastanza grande per ospitarlo anche da adulto. Sistema la gabbia in un luogo caldo della casa, lontano da pericolose correnti fredde. Cospargine la pavimentazione con della paglia, dei trucioli o del pellet per favorire l'evacuazione. Non optare per lettiere profumate per attutire l'odore delle urine o delle feci. Potrebbero infatti procurare una reazione allergica al tuo coniglio nano testa di leone, oppure generare pericolose dermatiti. Puliscila quotidianamente e non utilizzare detergenti aggressivi.

47

L'alimentazione

Nella gabbia non dovrà mai mancare l'acqua, specialmente in estate. Posizionane una bottiglia o un piattino in un angolo della dimora. L'alimentazione del coniglio nano testa di leone è molto importante. Ne vale del suo benessere e della sua longevità. Forniscigli sempre del fieno fresco per non ingrassare e del mangime "pellettato" (non più di un cucchiaio da tè) con fibre al 18%. Alterna al cibo secco quello fresco. Pertanto, introduci gradualmente verdure a foglia verde commestibile e frutta come papaia, mango, mela, banana. Queste gli allieteranno sicuramente la giornata e manterranno la bocca pulita. Inoltre, per scongiurare problemi di malocclusione, procuragli dei legnetti di ciliegio. Rosicchiando, manterrà la dentatura sana e brillante.

Continua la lettura
57

L'igiene

Il coniglio nano testa di leone ha un pelo molto folto. Residui di feci possono facilmente attaccarsi alle zampette oppure al pancino e generare infezioni o altre complicazioni. Pertanto, aiutalo nell'igiene personale. Striglia il tuo coniglio nano testa di leone quotidianamente. Nel caso di una criniera singola utilizza una spazzola dalle setole morbide per non ferirlo accidentalmente. Può andare bene anche quella per cani o gatti. Per una criniera doppia, invece, non sottovalutare mai la scelta dello Slicker. Acquistane uno specifico. Rivolgiti inoltre ad un veterinario specializzato per le relative vaccinazioni. La vita media del testa di leone oscilla dai 5 agli 8 anni ma, con questi semplici accorgimenti si può allungare fino a circa 10 anni o poco più.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Spazzola regolarmente il tuo coniglietto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
15

Come prendersi cura di un coniglio nano d'angora

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Il coniglio nano d'Angora, essendo un animale da compagnia particolarmente delicato, necessita di non poche attenzioni da parte del proprio padrone. Per questo motivo, infatti, è difficile trovare tale animale allo stato brado. Una delle caratteristiche del coniglio nano d'Angora, ad esempio, è il pelo molto lungo e morbido che ha bisogno di essere spazzolato quotidianamente. Seguendo questa guida, avrete la possibilità di capire come prendersi cura di un coniglio nano d'Angora.

25

Per prima cosa, se avete intenzione di acquistare un coniglio nano d'Angora, è opportuno che sappiate che questo deve aver raggiunto almeno i 60 giorni di vita. Se ne acquistate uno troppo piccolo, infatti, il cambiamento d'ambiente potrebbe causargli dei traumi capaci di condurlo persino alla morte. Dovete tenere presente, inoltre, che tale animale ha bisogno di muoversi e, per tale ragione, è sconsigliato tenerlo troppo a lungo nella gabbia.

35

L'alimentazione del coniglio nano d'Angora deve essere esclusivamente a base di erbe, foglie, cicoria, carote e fieno al fine di evitare danni all'intestino. Per quanto riguarda l'igene, è opportuno che sappiate che è preferibile fare il bagno all'animale sole se strettamente necessario e, nel caso, è consigliabile utilizzare lo shampoo secco. Al termine del bagno è opportuno, poi, che il coniglio venga asciugato bene in modo tale che il pelo non rimanga umido.

Continua la lettura
45

Altra cosa importante da sapere per prendersi cura di un coniglio nano d'Angora è il fatto che è opportuno che spazzoliate tutti i giorni il pelo prima in un senso e poi nell'altro per evitare la formazione di nodi. Se questi, comunque, dovessero formarsi, potete rimuoverli tagliando il pelo con le forbici o, in casi estremi, con un rasoio, stando attenti a non tagliare la cute dell'animale. Periodicamente è, inoltre, opportuno tagliare le unghie al coniglio. Infine, è necessario controllare le orecchie del vostro piccolo amico per assicurarvi che siano pulite.

55

In ultimo, è fondamentale che impariate a riconoscere il linguaggio del coniglio. L'animale, ad esempio, tende a manifestare il suo affetto girando intorno alle gambe del padrone o mordicchiandogli le mani. Altro dettaglio rilevante è, poi, il fatto che il coniglio nano d'Angora tende a marcare il proprio territorio strusciandosi sia ai mobili che sul pavimento. Nel caso in cui, invece, vogliate accarezzare il vostro animale da compagnia, è opportuno che le carezze vengano effettuate sul dorso e mai in contropelo.

111

10 consigli per accudire un coniglio nano

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

I conigli nani sono degli animali molto vivaci, giocherelloni e da compagnia. Di solito si pensa al cane o al gatto come animale da compagnia, ma anche i conigli possono dare grandi soddisfazioni affettive. Un coniglio nano vive in media tra i 3 e i 5 anni, ma se saprete accudirlo nella maniera corretta, esso avrà una vita più longeva, a dispetto delle statistiche.
Ed è proprio di questo che vi parlerò in questa guida, nello specifico vi elencherò i 10 consigli per accudire un coniglio nano.

211

Acquistate una gabbia adeguata

Il primo passo da compiere nel momento in cui acquisterete un coniglio nano, riguarda la sua dimora: dovrete acquistare una gabbia adeguata.
Una buona gabbia per conigli deve essere comoda e confortevole per il vostro animaletto, dunque dovrà essere solida e spaziosa, affinché il vostro coniglio nano possa giocare, saltare, mangiare, ecc.
Per rendere il tutto più confortevole potreste adoperare del materiale morbido per il fondo della gabbia, in modo da ricreare una sorta di "nido".

311

Scegliete una stanza adeguata dove lasciarlo libero

I conigli nani sono animali molto vivaci e giocherelloni, come accennato nell'introduzione, ed hanno bisogno di saltare, esplorare e di spazio per muoversi. Per assicurare una vita felice al vostro animaletto, dovrete scegliere una stanza adeguata dove esso possa essere lasciato libero almeno per una decina di ore al giorno. Sarebbe preferibile una stanza dove passate voi stessi molto tempo, in modo da non lasciare mai il vostro coniglio nano da solo.

Continua la lettura
411

Prestate attenzione ai cavi elettrici

I conigli nani, come tutti i roditori in generale, hanno la "buona" abitudine ed istinto, di rosicchiare un po' di tutto. Una casa può rivelarsi molto pericolosa per questi animali, che tendenzialmente puntano a rosicchiare i fili elettrici e simili. Cercate di prestare molta attenzione ai cavi elettrici della casa e di non lasciare mai da solo il vostro coniglio nano, in presenza di questo genere di oggetti.

511

Comprate vari giocattoli per conigli

Per aiutare il vostro coniglio nano nelle sue attività di gioco quotidiano, potreste comprare dei giocattoli specifici per loro, in vendita in tutti i negozi per animali.
In tal modo lo aiuterete a sfogare i suoi istinti, quali rosicchiare le cose ad esempio, in modo semplice ed adeguato.

611

Prestate attenzione quando dovrete prenderlo in braccio

Il coniglio nano ha un corpo molto fragile, dunque è bene afferrarlo nella maniera corretta quando vorrete prenderlo in braccio. Prenderlo per le orecchie è assolutamente sconsigliato oltre che doloroso e nocivo per l'animale, la maniera più corretta prevede di afferrargli prima le zampe di dietro e poi il resto, stringendolo verso di sé.
In tal modo il vostro coniglio nano non rischierà assolutamente di farsi male o di cadervi.

711

Scegliete una buona soluzione per la somministrazione dell'acqua

L'acqua è molto importante per tutti gli animali, ed esseri viventi in generale, dunque anche per i conigli nani. Essendo animali molto movimentati è bene saper scegliere una buona soluzione per la somministrazione dell'acqua: la scelta di una ciotola potrebbe rivelarsi errata, in quanto facilmente versabile, rischiereste di lasciare il vostro coniglio nano senza acqua.
La scelta più adeguata è acquistare un abbeveratoio specifico per conigli: controllate che esso funzioni correttamente e ricordatevi di pulirlo e riempirlo ogni giorno.

811

Valutate l'idea di acquistare due conigli nani

I conigli nani sono animali molto socievoli, dunque potrebbero soffrire molto la solitudine. Una buona soluzione che potreste valutare, riguarda proprio l'acquisto di due conigli nani anziché uno solo. In tal modo essi cresceranno insieme, condivideranno gli stessi giochi e spazio, ed avranno modo di socializzare e di non sentirsi mai soli (specie se voi non passate molto tempo in casa).

911

Evitate gli ambienti troppo caldi

I conigli nani non sono abituati alle alte temperature, la loro temperatura ideale si aggira intorno ai 20 gradi. Dovrete prestare molta attenzione alla temperatura dell'ambiente in cui vive il vostro animale, e soprattutto prendere varie precauzioni d'estate: accendere i condizionatori, circondare la gabbia con bottiglie d'acqua fredda, ecc in modo tale da rinfrescare l'ambiente il più possibile.
Un eccessivo calore può essere fatale per questi animali.

1011

Variate la sua alimentazione

Un coniglio nano, per vivere al meglio, ha bisogno di variare la sua alimentazione: dunque dovrete optare per delle verdure, alternate con pochissima frutta, dell'alfalfa e abbondanti quantità di fieno.
Si tratta di alimenti ricchi di vitamine ed altre sostanze molto importanti per una corretta alimentazione.

1111

Pulite spesso la gabbia e gli accessori

Un ambiente pulito è molto importante per la longevità del coniglio nano: è buona regola che vi occupiate della pulizia della gabbia e degli accessori tutti i giorni. Soprattutto per gli accessori: ciotole per il cibo, abbeveratoio, lettiera, ecc.
Per garantire una profonda pulizia potreste adoperare dell'aceto, ma va bene anche del sapone ed acqua calda.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.