Come allevare un gruppo di anatre

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Capita di continuo durante una passeggiata in un parco di avvistare degli anatroccoli. Questi simpatici volatili amano sostare sul pelo dell'acqua in laghetti e stagni. Sono un'attrazione per grandi e piccini, che possiamo allevare a casa nostra. Le anatre vivono in gruppo. Perciò, se desideriamo allevare questi animali, è consigliabile acquistarne più di una. Ma come crescere questi uccelli caratteristici? Allestire un ambiente adatto alle anatre non è particolarmente complesso. Avere uno spazio all'esterno, ben protetto, è sicuramente l'ideale. Perché le nostre anatre possano crescere al sicuro dovremo preparare con cura "l'habitat" giusto.

25

Occorrente

  • Ricovero per anatre.
  • Paglia e segatura.
  • Mangiatoie e abbeveratoi.
  • Lampade per regolare la temperatura.
35

Prima di allevare delle anatre dobbiamo essere sicuri di potercene occupare. Dobbiamo infondere in questo impegno la massima concentrazione. Si tratta di esseri viventi che avranno bisogno di tutte le nostre attenzioni. Potremo acquistare le anatre presso un rivenditore/allevatore specializzato. Si consiglia di crescere delle anatre a partire dai 7 giorni di vita. I nostri piccoli anatroccoli dovranno subito alloggiare presso un ricovero adatto a loro. Per prepararlo ci occorrerà un po' di materiale per anatre e volatili similari. In uno spazio apposito predisporremo della lettiera di segatura e paglia.

45

Ai margini della lettiera riporremo le mangiatoie e gli abbeveratoi. Le anatre si recheranno istintivamente verso il cibo e l'acqua. Come detto, anatre di una settimana possono già crescere in un allevamento. È importante, però, garantire loro la giusta protezione e temperatura. Gli anatroccoli non soffrono eccessivamente il freddo. Tuttavia nei primi periodi assicuriamo loro una temperatura costante di 30°C. Per farlo possiamo sfruttare il calore di alcune lampade adatte allo scopo. Potremo chiedere consiglio al nostro rivenditore specializzato. Quando compiranno un mese di vita, le anatre saranno più resistenti agli sbalzi di temperatura.

Continua la lettura
55

Il ricovero per anatre deve avere dimensioni adatte al numero di esemplari che vi abiteranno. Dovremo inoltre garantire protezione dalle correnti d'aria e dalle intemperie. La lettiera deve posare su un pavimento ben asciutto. Lo strato di paglia e segatura non deve essere mai inferiore ai 15 cm. Il ricovero, inoltre, deve avere alcune finestre e una piccola porta. In questo modo le anatre adulte potranno uscire al pascolo. Le anatre adulte, infatti, si ciberanno autonomamente di piccoli vermi, semi e altri alimenti. Allestiamo anche un piccolo nido per la cova in un angolo del ricovero. In breve tempo le anatre si adatteranno alla loro casa e potranno crescere in modo sano.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come allevare un'oca

Tra i tanti animali da cortile che potreste scegliere, l'oca è sicuramente uno dei più facili da allevare. Allevare un'oca infatti non richiede particolari conoscenze o attrezzature specifiche. A differenza di animali da cortile come polli o galline,...
Volatili

I principali uccelli da stagno

Tra gli animali presenti nel nostro pianeta troviamo gli uccelli da stagno. Lo stagno è uno specchio d'acqua immobile, non molto profondo e abbastanza piccolo. Esso è posto in luoghi dove vi è la giusta alimentazione per la fauna e un fondale resistente....
Volatili

I principali uccelli migratori

Gli uccelli migratori sono alcuni speciali volatili che durante il corso dell'anno, nel passaggio tra le stagioni, decidono di spostarsi dai luoghi troppo freddi in cui vivono verso le zone più calde, allo scopo di portare avanti i processi riproduttivi...
Volatili

Guida agli uccelli migratori

Ogni anno, con estrema puntualità e trepidazione si attende la migrazione degli uccelli. Tutte le primavere e gli autunni, stormi di volatili popolano compatti i cieli spostandosi verso climi più miti. Questo viaggio è essenziale per la sopravvivenza...
Volatili

Come Riconoscere Il Fischione

Se siete appassionati di volatili, sicuramente sapete che esistono tantissime specie di uccelli, ognuno con una sagoma e colorazione diversa, oltre che con delle caratteristiche varie tra cui il modo di cinguettare e di nidificare. A tale proposito ecco...
Cani

Tutto sul bracco

Il bracco è uno dei migliori cani da caccia originali; ne esistono diversi gruppi, che si distinguono per quantità di diversità e per caratteristiche comportamentali e fisiche. In particolare, gli esemplari appartenenti a questa razza sono noti per...
Cura dell'Animale

Come sostenere gli animali abbandonati

In questa guida andrete a vedere come sostenere gli animali abbandonati. Ultimamente, infatti, è sempre più frequente questo argomento. Li animali non si devono abbandonare o in loro si instaurerà un comportamento insolito. Si tratta di trauma post-abbandono....
Cani

I migliori cani da riporto

La guida che leggerete a breve avrà come soggetto fondamentale delle argomentazioni che seguiranno il cane. Infatti, come avrete compreso leggendovi il titolo della guida, ora vi offriremo una panoramica sui migliori cani da riporto. Possiamo incominciare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.