Come attirare i picchi in giardino

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Qualora avessimo la fortuna di abitare in una zona dove poter stare a stretto contatto con la natura, per esempio in aperta campagna o nelle vicinanze di un bosco, avremmo anche la possibilità di osservare diverse specie animali, differenti dalle classiche quelle che si è abituati nelle città. Uno di questi simpatici animali, potrebbe essere il picchio. Esso è un uccello originario dell' America del Nord, che tuttavia è presente con alcune specie, nel nostro territorio. Ora, andiamo a vedere come attirare i picchi all'interno del nostro giardino.

27

Occorrente

  • mangiatoie verticali
  • semi di girasole
  • semi di arachide
  • acqua fresca
37

Sui picchi, possiamo dire che siano degli uccelli piuttosto abitudinari, e qualora riescano a colonizzare un punto preciso, loro tendono a rimanerci per tutto il corso della vita. Proprio per questo, se la nostra abitazione è nelle immediate vicinanze di uno di questi luoghi di nidificazione, vederli svolazzare nel nostro giardino sarà sicuramente un'impresa semplice. Il segreto principale per richiamarli, è quello di dare a queste simpatici uccelli, tutto quello di cui hanno bisogno, per esempio: l'acqua, il cibo e anche un eventuale riparo. Ma quale procedura dobbiamo utilizzare per attirarli? Vediamola insieme.

47

Cominciamo dando uno sguardo all'alimentazione a cui i picchi sono interessati. Questi uccellini posseggono una dieta variegata, che parte dagli insetti, passa per semi di varie tipologie come arachidi e semi di girasole e ed arriva fino alla frutta secca come, per esempio, le noci. Proprio per questo motivo dovremmo posizionare delle mangiatoie lungo il perimetro del nostro giardino, possibilmente su alberi di alto fuso, come posso essere i pini o le querce. Le mangiatoie più indicate sono quelle a forma verticale, presso le quali il picchio riesce a nutrirsi con più facilità. Se nel nostro giardino sono presenti alberi secchi, non togliamoli, in quanto potrebbero essere una ricca fonte di insetti del quale il picchio è ghiotto. Riempiamo ogni mangiatoia con un tipo di semi differente, in modo da fornire al picchio una scelta varia. Sistemato il problema del cibo, dovremmo preoccuparci di fornire anche una fonte di acqua sempre pulita e fresca.

Continua la lettura
57

Sappiate che i picchi sono animali timidi e schivi, e questo complica il nostro percorso d'avvicinamento, quindi per attirarli dovremmo cercare di installare la zona bagno, in un punto dove altri uccelli non abbiano facile accesso. Meglio le zona d'ombra, tutto in modo molto semplicistico, saranno sufficienti piccoli contenitori con l'acqua corrente in modo che il movimento possa attirare la loro attenzione. Anche la profondità delle vaschette non dovrà essere eccessiva, saranno sufficienti anche un paio di centimetri dove il picchio possa agevolmente bagnarsi e bere. Se rispetteremo queste semplici regole, non dovremmo tardare troppo a vedere i primi picchi svolazzare sul nostro giardino.
Visitate anche: http://www.altovastese.it/fauna-2/il-picchio-tra-gli-uccelli-piu-affascinanti-dei-nostri-boschi/.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Sistemare delle mangiatoie verticali in più punti del giardino.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Birdwatching: come attirare gli uccellini

Definito ormai uno sport, il birdwatching (letteralmente "guardare gli uccelli"), sta attirando a sé un numero sempre maggiore di appassionati. Tale sport, ritenuto molto rilassante e distensivo, consiste nell'appostarsi dietro un cespuglio o qualcosa...
Altri Mammiferi

Guida alla fauna abruzzese

Per gli amanti della natura e degli animali selvatici il Parco Nazionale d'Abruzzo rappresenta un vero e proprio fiore all'occhiello per tutto il territorio nazionale. Nato diversi decenni fa per tutelare specie animali in estinzione, con un po di fortuna...
Altri Mammiferi

10 curiosità sugli animali

Le stranezze e i comportamenti bizzarri, non sono un'esclusiva umana! Il regno animale infatti, nasconde moltissime bizzarrie che spesso l'uomo ignora. Anche i nostri amici domestici spesso insospettabili, nascondono dei lati curiosi che non conosciamo....
Volatili

Come nutrire gli uccelli selvatici

Quando si avvicinano le stagioni fredde, gli uccelli che sono stanziali, e quindi non migrano verso Paesi più caldi, incontrano notevoli difficoltà a reperire cibo per il sostentamento e la sopravvivenza. È facile, in inverno, trovare un uccellino...
Volatili

Come fare il nettare per i colibrì

I colibrì sono uccelli piccolissimi, dal piumaggio prevalentemente colorato; possiedono una lingua lunghissima ed estroflettibile, formata da due parti, costituenti un tubo adatto a succhiare nettare, polline, piccoli ragni ed insetti. Se si ha la passione...
Volatili

Come costruire un rifugio di nidificazione degli uccelli

Il rifugio è essenziale per la sopravvivenza di alcune specie di uccelli ed è molto facile realizzarne uno. Gli uccelli, quando si sentono al sicuro e protetti con opportuni ripari, sono più propensi a rimanere nelle vicinanze, dando l'opportunità...
Volatili

I volatili più longevi al mondo

Tra i primati che si possono rilevare in natura uno dei più interessanti riguarda la longevità, argomento che affascina da sempre scienziati e filosofi. Questa volta ci soffermiamo sui volatili più longevi al mondo, tenendo conto che la media per queste...
Volatili

Come riconoscere l'athene noctua

L'Athene noctua è il termine scientifico con cui si denomina la civetta, che è un piccolo rapace appartenente alla famiglia degli strigidi, uccelli diffusi nella maggior parte dei continenti. Il genere Athene si suddivide in tre specie principali: noctua,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.