Come calcolare l'età del cavallo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

"A caval donato non si guarda in bocca" è il famoso proverbio secondo il quale non è elegante rilevare dei difetti in un dono ricevuto. Lo stesso proverbio ci indica il modo che viene utilizzato per l'argomento che tratteremo in questa guida, ovvero verificare quale sia l'età di un cavallo. È infatti la bocca dell'animale la chiave di tutto, nella fattispecie la sua dentatura, quella rivelatrice degli anni di vita di questo superbo animale. La sua struttura fisica generale infatti a volte potrebbe trarre in inganno anche i più esperti: soltanto "guardandogli in bocca" si riuscirà a riscontrare i segnali caratteristici della sua età ed a poterla calcolare. Vediamo insieme come si procede.

26

Occorrente

  • Cavallo, pazienza, amore e passione.
36

Analizzando la dentatura di un cavallo giovane, vedremo che i denti temporanei cominciano a crescere nei puledri entro una settimana dalla loro nascita. Al compimento del primo anno di età, il cavallo ha tutti i suoi denti temporanei, chiamati anche "denti da latte". Questi denti sono più piccoli e di colore chiaro, rispetto ai denti permanenti. A partire dai tre anni, gli incisivi permanenti appaiono nella mascella inferiore e superiore. Tra il quarto ed il quinto anno di età nei cavalli maschi, sia stalloni che castroni, compaiono quattro denti canini nello spazio interdentale tra gli incisivi ed i molari. Anche se i canini spuntano anche alle cavalle, la maggior parte non possiede questi denti, oppure non li ha tutti e quattro.

46

La dentatura si completerà a partire dal quinto anno di età, ossia quando il cavallo avrà tutti i suoi denti adulti. Si tratta di ventiquattro molari e dodici incisivi per le femmine, con i quattro canini aggiuntivi su castroni e stalloni. Dopo i cinque anni, la determinazione dell'età si misura tramite il calcolo dell'usura degli incisivi. Una zona più scura compare nel bel mezzo degli incisivi sui denti degli animali più giovani. A partire dal sesto anno di età, i primi incisivi inferiori non hanno più questa zona più scura. L'anno successivo, scompare anche dai secondi incisivi inferiori.

Continua la lettura
56

I cavalli di mezza età, circa dodici anni, presentano invece una bocca pulita, perché le macchie sono sparite dalla superficie di tutti i denti, e l'erosione li rende lisci. Entro il quattordicesimo anno di età, i segni sugli incisivi centrali diventano rotondi e piccoli. Verso la fine della mezza età, la superficie dei denti del cavallo diventa triangolare, mentre, quando il cavallo ha diciotto anni, i suoi incisivi centrali non hanno più segni, ed a vent'anni i marchi sono scomparsi sia dagli incisivi centrali che da quelli "angolari".

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fatevi coadiuvare da un esperto, come un veterinario.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

Artiodattili: ambiente di vita e nutrizione

Gli Artiodattili è un ordine di mammiferi erbivori ungulati, provvisti di arti le cui estremità (le dita) sono ricoperte da zoccoli. Quest'ordine di mammiferi si caratterizza per la particolare forma del piede. Essi, infatti, hanno un piede con dita...
Altri Mammiferi

Come calcolare l'età di un vitello

Da sempre allevato con successo dall'uomo, prima allo stato primitivo e poi attualmente nelle fattorie o nei grandi allevamenti industriali, il bovino, o bue domestico, viene classificato in diverse categorie, a seconda della destinazione per la quale...
Cani

Tutto sul bracco tedesco

Esistono tantissime teorie circa l'origine di questa razza; molti ritengono che essa discenda direttamente dal quella del bracco belga, le cui selezioni risalgono già al diciassettesimo secolo, mediante l'incrocio con un esemplare spagnolo.Tale razza...
Cani

Tutto sul dobermann

Il dobermann è una razza di cane che, seppur può fare paura, è assolutamente Buona se cresciuta con principino affetto, amore ed umiltà. Ogni animale diventa cattivo se istigato alla cattiveria, ma la colpa in questi casi non è dell'animale, bensì...
Animali da Compagnia

Come mantenere sani i denti del criceto

Se avete intenzione di allevare un criceto, è importante sapere che necessita di periodiche cure in quanto si tratta di un roditore molto delicato. Tra i principali interventi, troviamo quelli sui denti che vanno mantenuti sani, essendo la parte del...
Animali da Compagnia

I cibi da non servire al proprio coniglio

Il coniglio è uno degli animali più delicati che sia. Allevare un coniglio non è affatto semplice, questo perché l'animale richiede particolari attenzioni ed è molto facile che si ammali. In primis occorre tenere il coniglio sempre pulito e in secondo...
Altri Mammiferi

Le caratteristiche principali dei mammiferi

I mammiferi sono la classe tassonomica a cui appartiene l'uomo, caratterizzata principalmente dalla capacità di allattare la prole. Le dimensioni dei mammiferi variano notevolmente; si passa da piccoli animali di pochi centimetri ai trenta metri delle...
Cani

Come pulire i denti del cane in modo semplice

Secondo le statistiche, più dell'80% dei cani di età maggiore ai 3 anni, ha problemi di igiene orale. Questo perché pochissimi padroni curano la pulizia della bocca dei propri amici quadrupedi. L'ideale sarebbe dare al cane il cibo secco che, oltre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.