Come capire il latrato del cane

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il latrato appartiene al linguaggio del cane, ma come fare a interpretarne il significato? Disagio o gioia? Proviamo a spiegarne il senso cercando tra la possibile cerchia di significati e modi di esprimersi dell'animale, partendo dal presupposto che l'abbaiare con insistenza è sicuramente un modo per comunicarci qualcosa oppure una forma di linguaggio rivolta all'esterno, ma pur sempre un mezzo per esprimersi. Capire perché il proprio cane emette latrati è importante e assolutamente da non sottovalutare.

26

Disagio

Il latrato del cane generalmente esprime un disagio che può essere manifestato con l'espressione corporea dell'animale e con il suo "latrare". Infatti, il sistema di comunicazione dei cani avviene in due modalità: attraverso il corpo e la voce. Il corpo si esprime attraverso segnali che è molto importante imparare a riconoscere per chi possiede un cane, ma può rivelarsi utile a tutti. La postura può essere molto indicativa nell'animale: abbassare le zampe anteriori scodinzolando, indica una predisposizione al gioco, a volte è accompagnato dall'abbaio; mentre al contrario, se il cane contemporaneamente abbassa le orecchie e digrigna la mandibola si pone in atteggiamento minaccioso.

36

Abbaio, guaito, ululato

Per quanto concerne l'espressione vocale, il cane usa l'abbaio, il guaito e l'ululato. Il primo indica la volontà di comunicare con chi è vicino, l'ululato invece è più vicino ad un lamento, col quale esprime scontentezza o un bisogno. In natura. Il cane maschio ulula alla presenza di una femmina in calore utilizzando tale verso come richiamo. Il guaito è invece espresso il più delle volte a causa di un dolore, il quale, se è intenso e breve il cane esprime uno o due guaiti urlati, mentre un guaire continuo e lamentoso esprime un dolore continuativo.

Continua la lettura
46

Significati

Il latrato si caratterizza per l'abbaiare del cane con insistenza, con forza o con rabbia. Può avere molteplici significati, e le motivazioni potrebbero essere l'aver sentito un animale in lontananza, l'avvicinarsi di un pericolo o la paura di un temporale. I cani utilizzano il latrato come avvertimento e non smettono di abbaiare fino a che non cessa il motivo scatenante. Il richiamo del padrone può essere un elemento che distoglie l'attenzione verso l'allarme, riduce i timori del cane che attribuisce alla voce del proprio "amico uomo" una notevole importanza. Prestare attenzione e guardarsi intorno può comunque essere utile nel caso il latrato rappresenti un avviso da parte del proprio cane di qualcosa di anomalo in casa, come la presenza di estranei o un fenomeno naturale (terremoti, temporali...) che sta per arrivare. I cani sono compagni fedeli e la loro vicinanza può esserci di grande aiuto.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se il latrato dovesse ripetersi spesso e in maniera non usuale, rivolgersi ad un educatore cinofilo per riuscire ad identificare il motivo, e di conseguenza curare l'eventuale disagio del cane
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come interpretare il linguaggio dei cani

I cani sono animali socievoli e molto affettuosi che, per comunicare con i loro simili e con gli esseri umani, utilizzano un insieme di posture, suoni e movimenti. La comunicazione del cane si basa soprattutto sul linguaggio del corpo e sull'utilizzo...
Cani

5 modi per non far abbaiare il cane

Il cane viene definito come il "miglior amico dell'uomo" ed è l'animale domestico in assoluto più diffuso nelle abitazioni degli essere umani. Però ha un difetto, forse un solo difetto, che alle volte può essere veramente insopportabile, ovvero l'abbaiare;...
Cani

Cosa fare se il cane del vicino abbaia troppo

Cani e condominio sono un binomio non sempre ideale, anzi, spesso risulta essere deleterio: a meno che non si viva all'interno di un condominio in cui tutti hanno un cane, senza dubbio ci sarà qualche lamentela per il comportamento dell'animale. A volte...
Cani

Come fare se il cane abbaia troppo

Per chi vive in città, in un appartamento, oppure in una villetta a schiera che preveda la presenza di un vicinato, gestire un cane non è sempre semplice. Soprattutto se si è costretti a trascorrere molto tempo fuori casa, il cane potrebbe sviluppare...
Cani

Come accudire un cane in condominio

Quando si ha un appartamento, molto spesso si rinuncia a possedere un animale di compagnia (soprattutto cani o gatti). La questione dello spazio porta a temere di non gestire al meglio un amico a quattro zampe. Un secondo aspetto che mette in apprensione...
Cani

Tutto sul bassotto

Se stai pensando di adottare un bassotto è importante ricordare che ogni razza ha le sue caratteristiche che, anche se non sono così rigide perché ogni cane sviluppa il suo temperamento personale, tuttavia danno delle indicazioni preziose. Prima di...
Cani

Come fare se il cane ulula

L'ululato, caratteristica propria del lupo è presente anche nel cane, specialmente in quelli di razza nordica, i nostri amici a quattro zampe infatti sono il risultato dell'evoluzione e dell'addomesticamento da parte dell'uomo proprio di tali animali...
Cani

10 regole per insegnare al cane a non abbaiare

Il tuo cane abbaia sempre e disturba il vicinato? Non ce la fai più a sentirlo abbaiare tutto il giorno? Vorresti insegnarli a non abbaiare ma non sai come fare? Bene, oggi ti mostrerò 10 regole per insegnare al tuo cane a non abbaiare. I risultati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.