Come capire quando fare accoppiare la cagna

Difficoltà: facile
Come capire quando fare accoppiare la cagna
16

Introduzione

In questo articolo vedremo come capire quando fare accoppiare la cagna. Quando i proprietari di una cagna pensano e decidono che è giunto il giusto momento di farla accoppiare, è assolutamente indispensabile accertarsi che il momento sia proprio quello giusto in modo esatto. Poiché l'incontro con il maschio sembra essere fruttuoso portando ad una gravidanza sana, un aspetto assolutamente che non sarà da tralasciare, risulta essere quello della conoscenza approfondita delle fasi del ciclo estrale della femmina del cane. La fase chiamata "calore" si verifica due volte all'anno, cioè circa ogni sei mesi,.

26

Il ciclo di riproduzione, o chiamata comunemente anche con "la fase della femmina" è caratterizzato da quattro periodi determinati, che sono: l'estro, il proestro, il metaestro e l'anaestro. L'inizio di quello che nel linguaggio comune viene chiamato "calore", il termine tecnico si potrà chiamare proestro. Quest'ultimo ha la durata circa di dieci giorni ed è caratterizzato da fuoriuscite vaginali ematiche, cioè sangue, ed anche da un rigonfiamento della vagina. In questo periodo, generalmente verso la fine, la cagna tenderà a rifiutare il maschio, e potrà essere anche un atteggiamento aggressivo nei suoi riguardi qualora egli si volesse accoppiare.

36

L'estro è invece il secondo periodo del ciclo. Esso dura circa sette giorni e questo periodo è chiamato fecondo. In questi giorni accade nella femmina la vera e propria evoluzione. In tale fase la cagna avrà delle perdite che possono anche subire delle trasformazioni e da ematiche potrebbero diventare soltanto rosate leggermente. La femmina ribalterà l'atteggiamento precedente rispetto al maschio, dando dei palesi segnali di accettazione rispetto all'atto sessuale. Le caratteristiche evidenti di tale atteggiamento favorevole, consiste nello spostamento della coda a lato, in coincidenza con l'offrire il suo posteriore a favore del maschio, il quale riuscirà ad annusarla, quindi leccarla poi si potrà avvicinare. Tale fase sarà l'unica delle quattro, dove la cagna accetterà di accoppiarsi.

46

La terza fase, quella seguente l'estro è chiamata metaestro. Ritorneranno ad esserci le perdite ematiche ed anche per qualche giorno avranno seguito, mentre l'edema vulvare va sempre maggiormente regredendo in modo rapido. La cagna non accetterà più il maschio e tornerà ad essere nuovamente infastidita ed anche a volte aggressiva se il maschio tenta di accoppiarla. La durata del metaestro è di tre mesi circa scarsi.

56

La quarta ed ultima fase viene chiamata anaestro. Essa è contraddistinta da una inattività totale dell'apparato sessuale. L'anaestro proseguirà fino alla nuova ricomparsa di perdite ematiche che segnano nuovamente l'inizio del nuovo ciclo riproduttivo. Nella fase "calore", la cagna potrà saltare un ciclo, oppure si potrebbero presentarsi cicli molto di frequente, cicli possano presentarsi più ravvicinati rispetto alla normalità, senza che risulti qualcosa di anomalo. Una visita dal veterinario potrà fugare comuque ciascun dubbio oppure evidenziare malattie eventuali.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se volete far accoppiare la cagna ma non riuscite a determinare con esattezza il periodo giusto, potete far effettuare dal veterinario, nel periodo del calore, dei test ormonali mirati ad individuare con esattezza il periodo fecondo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti