Come aiutare due cani ad accoppiarsi

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'accoppiamento degli animali, per quanto semplice ed istintivo, presenta comunque delle difficoltà, soprattutto quando viene deciso da noi. Non sempre infatti giovani esemplari riescono ad accoppiarsi, e non da meno i cani che oltre a manifestare (come gli esseri umani) le loro simpatie, possono avere comunque delle difficoltà di approccio dovute all'inesperienza. In questi casi si devono adottare delle metodologie appropriate e specifiche per ogni singolo cane, ed in questa guida forniamo alcuni consigli utili, su come aiutare due cani ad accoppiarsi.

24

Le cagnette presentano due cicli ovulatori all'anno e quindi vanno in calore ogni sei mesi, per cui se vogliamo far accoppiare due cani per scopi riproduttivi, dobbiamo approfittare di questo periodo specifico. Se abbiamo un cane e dei dubbi in merito, possiamo avvalerci della consulenza di un veterinario, e sottoporlo ad una visita quando riteniamo che la femmina con cui intendiamo farlo accoppiare, sia in calore.

34

Il periodo riproduttivo della cagna è diviso in tre fasi: proestro, ovvero in cui non accetta l'accoppiamento ed espelle urina frequente, estro che corrisponde al periodo in cui avviene l'ovulazione e viene accettato l'accoppiamento, ed infine troviamo il diestro. In quest'ultimo il livello di progesterone raggiunge l'apice, ma tuttavia l'animale non è più disposto ad accoppiarsi. Il maschio invece contrariamente alla femmina è sempre attivo, e per facilitare l'accoppiamento bisognerebbe farli frequentare spesso, in modo che nel tempo, simpatizzino tra loro. Generalmente la femmina è pronta ad accettare il maschio, quando le perdite di sangue cominciano ad esaurirsi o sono del tutto terminate. In tal caso per esserne più sicuri ed individuare il periodo migliore per il loro accoppiamento, bisogna sottoporre la femmina (tramite il veterinario) ad un esame citologico vaginale, che potrà indicarci i giorni precisi in cui tentare l'accoppiamento.

44

Due esemplari di cani, soprattutto se giovani ed inesperti potrebbero comunque aver bisogno di un aiuto manuale, che consiste nell'insegnare alla femmina la posizione ideale per la monta, e nel contempo incoraggiare il maschio all'azione precisa. Per ottenere questi risultati è tuttavia possibile consultare delle guide specifiche di esperti allevatori, o contattarne direttamente qualcuno che potrà sicuramente fornire dei consigli utili, per la risoluzione del problema. Nei cani infatti, è sufficiente un solo e sporadico approccio per garantire il risultato sperato, e quindi la tanto desiderata fecondazione dell'accoppiamento.

Potrebbe interessarti anche

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti