Come capire se la porcellino d'India è incinta

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I porcellini d'India sono tra i più graziosi animali da allevamento, ed il loro benessere si nota se si provvede a tenerli in coppia. Questo accoppiamento, porta ovviamente alla gravidanza, che non richiede particolare cura da parte di noi allevatori, se non assicurarle un giaciglio morbido per farla stare comoda nel periodo di gestazione. Per capire se il porcellino d'India è incinta, bisogna solo documentarsi su come avviene la riproduzione e quali sono i sintomi visibili che evidenziano la gravidanza.

25

Rigonfiamento del corpo

La gravidanza nel porcellino d'India la si deduce fondamentalmente attraverso il rigonfiamento del corpo, anche se non è facile distinguere se l'aumento del peso è fisiologico o dovuto appunto ad una gravidanza, per cui occorre testare altre zone del corpo.

35

Presenza di masse non uniformi

All'inizio non è comunque facile, ma se si acquisisce esperienza, possiamo diventare abili nel riconoscere vari tipi di rigonfiamenti tipici in un porcellino d'India incinta, notando poi con disinvoltura la presenza di piccole palline di circa 1,5 centimetri di diametro anche piuttosto attaccate tra loro. Infatti, alcune settimane dopo, rifacendo il test, possiamo notarne il distacco e constatare con precisione qual è il numero di feti pronti allo sviluppo e alla nascita. Soltanto a questo punto del periodo di gravidanza, la cavia dimostra ampiamente di essere incinta in quanto il rigonfiamento corporeo appare molto più evidente, ed ovviamente anche quelli dei feti sono visibili ad occhio nudo.

Continua la lettura
45

Test pratico

Se la nostra cavia vive in compagnia di un maschio, le probabilità di gravidanza sono molto alte, e per testare questo evento, innanzitutto possiamo subito notare che per circa 15 giorni i contatti tra la coppia sono nulli, cioè si isolano del tutto. E questo è il primo di una serie di indizi. Per testare con le dita l'effettiva gravidanza del porcellino d'India bisogna tuttavia attendere almeno tre settimane ancora prima di fare un approfondito esame, che consiste nel tastare se effettivamente c'è un rigonfiamento sulla pancia. Ogni singolo rigonfiamento indica che c'è la presenza di un feto, ed è possibile notarla con il seguente metodo. Si tratta in sostanza di metterla con le zampe anteriori sopra un tavolo, sollevando poi il lato il posteriore con due mani, appoggiandone una per ogni lato in corrispondenza della pancia. Il test va fatto con 4 dita per mano, dalla sommità della pancia fino all'utero facendo una leggera pressione fino a quando si notano il singolo o i multipli rigonfiamenti. Interrompendo un attimo la pressione delle dita, bisogna controllare se l'animale mostra resistenza al nostro tentativo d'ispezione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

Come acquistare un porcellino d'india sano

La cavia domestica è un piccolo roditore che viene più comunemente conosciuto con il nome di "porcellino d'India". Il suo nome scientifico è Cavia Porcellus ed è originario dell'America del Sud. La denominazione "d'India" deriva dunque dall'equivoco...
Animali da Compagnia

Come spazzolare il porcellino d'india

Il porcellino d'india, o cavia, originario del Sudamerica, è un animale domestico da compagnia che necessita di premure e particolari attenzioni. Il simpatico pelosetto è dolcissimo ed ama il gioco e il contatto con l'amico umano. Adora la pulizia ed...
Animali da Compagnia

Come fare il bagno al porcellino d'india

Gli animali necessitano di cure, cibo, amore e pulizia, qualsiasi specie animale decidiate di allevare in casa dovrete anche considerare che sarà necessario prendersi cura della bestiola, nel miglior modo possibile. Alcune persone amano animali piccoli...
Cura dell'Animale

Porcellino d'India: i cibi da evitare

Il porcellino d'india è un particolarissimo roditori originario del Sudamerica, ma molto diffuso in tutto il Mondo.Questo roditore è un carinissimo animale domestico, infatti esse viene chiamato anche cavia domestica.Se vogliamo adottare questo simpaticissimo...
Animali da Compagnia

5 cose da sapere sul porcellino d'India

Il porcellino d'India o cavia domestica, è un piccolo animaletto facente parte della famiglia dei roditori. Timido e circospetto inizialmente, nel tempo il porcellino d'India sviluppa un forte legame con il proprio padrone. La sua indole è mansueta...
Animali da Compagnia

Porcellino d'india: alimentazione e gabbia

Ultimamente è abbastanza frequente trovare nelle case un porcellino d'india; quest'ultimo è meglio conosciuto come cavia peruviana. Se si ha intenzione di prendersi cura di un porcellino d'india è opportuno informarsi su come bisogna comportarsi nei...
Animali da Compagnia

Come gestire un porcellino d'india

Il porcellino d'India potrebbe essere un ottimo amico di casa se noi siamo in grado di gestire la sua presenza ed essere per lui dei validi padroni. Proviamo ad esaminare se siamo pronti ad accoglierlo in famiglia. Sapevate che il porcellino d’India...
Animali da Compagnia

L'alimentazione del porcellino d'india

Il porcellino d'India è uno tra i più graziosi animaletti da compagnia, amato dai bambini, viene chiamato anche cavia. Appartiene alla famiglia dei roditori, la medesima dei topi, ma per certi versi è più simile ad un porcellino, da cui ha "ereditato"...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.