Come capire se un gatto è sordo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando un gatto è sordo non è facile comprenderlo: per natura i gatti sono animali piuttosto indifferenti, che a nostri richiami potrebbero rimanere di per sè indifferenti. Purtroppo il loro carattere a volte risulta essere un po' scontroso e non è facile capire quando hanno dei problemi. Vediamo allora come capire se un gatto è sordo.

27

Occorrente

  • Attenzione
  • Gesti
  • Visite
37

Cause della sordità

Se il gatto viene colpito da alcune patologie (come otiti croniche o neurologiche) e subisce traumi all'orecchio, o viene infestato da parassiti, potrebbe perdere anche l'udito. Facciamo quindi attenzione se notiamo delle differenze anche piccole nel comportamento e nelle abitudini del gatto a seguito di una patologia che ha colpito l’orecchio. La sordità può derivare anche da un gene (chiamato gene W) che è presente in alcuni gatti col pelo bianco. Infine può essere una condizione che si aggrava con l'avanzare dell'età del gatto, pur sano, che da vecchio può diventare completamente sordo, anche se utilizzando gli altri sensi e i sensori può sopperire bene a tale carenza.

47

Le difficoltà nell'accorgersi della sordità

Il gatto ha tutti i sensi estremamente sviluppati, per riuscire a captare più segnali possibili in una gran varietà di condizioni. Per cui può reagire all'ambiente anche grazie all'olfatto che lo avverte della presenza di qualcuno o qualcosa, a baffi e peli delle orecchie che captano le vibrazioni, e grazie alla vista acutissima. Il gatto, anche se sordo, ha quindi una vasta ed efficiente gamma di organi di ricognizione che possono nascondere la sua patologia. Se il gatto sordo vive con altri gatti, sarà ancora più difficile capire il suo problema, perché lo vedremo interagire e comportarsi vivacemente: inoltre saranno gli altri gatti ad “aiutarlo” in alcune attività quotidiane.

Continua la lettura
57

Alcuni metodi per scoprire la sordità del gatto

Per accorgersi che il proprio gatto è sordo bisogna svolgere alcuna attività in situazioni diverse dal solito: trattandosi di un felino in grado di sentire ogni cosa grazie anche alla vibrazione, bisogna fare attenzione a non farsi accorgere. Solitamente quando ci avviciniamo un gatto che dorme lo sente, ed entra in una sorta di dormiveglia, ma è in grado di riconoscere la nostra presenza. Altra situazione può avvenire, se avvicinandosi all'ultimo minuto, di spalle al gatto, questo ne rimarrà spaventato. Altra metodologia è quella di allontanarsi dalla sua portata e iniziamo a chiamare, battere le mani e i piedi: se non risponde allora vi possono essere dei dubbi a riguardo. Naturalmente per avere maggiori certezze sarebbe consigliabile fare una visita accurata.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Solo una visita accurata dal veterinario ci darà la conferma della sordità
  • Alcuni gattini possono nascere sordi

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come prendersi cura di un cane sordo

L'udito, insieme all'olfatto, è uno dei sensi più sviluppati che il nostro amico a quattro zampe possiede, infatti esso può percepire suoni fino a 60mila Hertz contro i 20mila Hertz che riusciamo a sentire noi umani. Se un cane sordo ha perso questa...
Cani

Come capire se un cane è diventato sordo

Spesso abbiamo il dubbio che il nostro cane abbia perso l'udito. Infatti il fenomeno non è cosi raro nei cani e molte volte comportamenti strani o parole e comandi che prima venivano capiti velocemente iniziano ad non essere più eseguiti. Per cui iniziano...
Gatti

Gatto bianco e problemi di sordità

I gatti bianchi sono graziosi animali domestici che hanno uno splendido manto candido puro. Purtroppo, alcuni di loro soffrono di sordità congenita. Si tratta di un disturbo che porta ad una degenerazione della normale funzionalità dell'orecchio interno....
Cani

Come comunicare con un cane sordo

Praticamente la sordità è una disfunzione dell'apparato uditivo molto frequente nella popolazione mondiale. Gli individui che ne sono assoggettati, non sentono i rumori esterni ma percepiscono le vibrazioni prodotte da questi. Come negli esseri umani,...
Gatti

Come prendersi cura di un angora turco

Il gatto angora turco è un piccolo felino di razza originario della Turchia e caratterizzato da eccezionale eleganza, dal pelo lungo e sericeo, e da un carattere molto vivace, comunicativo e socievole. La riscoperta dell'angora turco risale circa al...
Cani

Come curare un Dalmata

La storia della razza Dalmata, originaria della Croazia, è molto antica: appaiono in quadri dei pittori fiamminghi del XVII secolo, soprattutto in scene di caccia.La FCI (Federazione internazionale di allevatori canini) la inserisce nella categoria 6,...
Rettili e Anfibi

Tutto sul serpente a sonagli

Tra i rettili che popolano la Terra troviamo i serpenti. Questi ultimi sono dei rettili affascinanti ma soprattutto letali. Esistono varie razze di serpenti, come ad esempio il pitone reale, il boa, il corallo e infine il serpente a sonagli. Il serpente...
Cani

Come interpretare il linguaggio del corpo del cane

Chi per primo ha detto che il cane è il migliore amico dell’uomo aveva ragione. I cani, quando si affezionano al loro padrone, sono animali estremamente fedeli, capaci di instaurare con l’essere umano un legame davvero speciale. I cani hanno bisogno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.