Come comportarsi con un gatto aggressivo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

C'è da dire che, mentre alcuni gatti sono timidi, sia con le persone e con gli altri animali, altri sono troppo aggressivi. Questo perché il gatto è stato allontanato prematuramente dalla mamma gatta, che non ha avuto il tempo per educarlo correttamente a relazionarsi. Altre volte è colpa dell'atteggiamento sbagliato del proprietario che, non riesce a comprendere a pieno il suo amico a quattro zampe. In questa guida vi daremo qualche suggerimento su come comportarsi con un gatto aggressivo.

26

Esaminare attentamente gli atteggiamenti del gatto è importante. Perché il gatto reagisce in modo aggressivo ad esempio ad una nostra carezza? È necessario individuare i motivi: forse ha paura, è troppo stressato oppure per motivi di territorio non vuole che si invada il suo spazio. In questi casi è opportuno osservare il proprio gatto e scoprire i motivi di questa aggressività. Ad esempio, molti gatti diventano troppo aggressivi, dopo una lunga sessione di gioco oppure quando gli offrite mani e piedi per giocare. L'istinto felino prende il sopravvento e qualche morso o graffio è comune.

36

AGGRESSIVITA' DA GIOCO - Può succedere che, durante il gioco prolungato con le nostre mani, ad esempio, il gatto si eccita e non vede più la nostra mano come un divertimento, ma lo vive semplicemente come una preda. Per questo è portato ad estrarre gli artigli, a mordere e graffiare. Dovrete avere pazienza di educare il vostro micio al controllo, lasciandolo libero di giocare solo con alcuni oggetti non con il vostro corpo.

Continua la lettura
46

AGGRESSIVITA' DA CONTATTO - La maggior parte dei gatti hanno poca tolleranza alle carezze e alle coccole prolungate. Se vengono toccati a lungo, infatti, si agitano e, lo si può capire facilmente osservandoli. I segnali di nervosismo da comprendere per evitare l'aggressività sono semplici: coda che batte e, si muove nervosamente e, orecchie piegate all'indietro. Allontanatevi tranquillamente e lasciate che si riavvicini da solo senza forzarlo. In alcune situazioni, lasciate che il gatto si nasconda nella sua zona di sicurezza, lasciandolo tranquillo, così da potersi calmare da solo.

56

AGGRESSIVITA' TERRITORIALE - L’aggressività territoriale è sicuramente quella più difficile da risolvere, visto che in molti casi è necessario l'intervento del veterinario. Se il gatto non ama le visite di estranei in casa nostra, proviamo a calmarlo con dei biscottini o dei giochi che gli facciano vivere l'arrivo di nuove persone in maniera divertente. Se il micio però si dimostra ancora aggressivo è opportuno il consulto con il veterinario per scongiurare la patologia della rabbia, o la reazione ad alcuni farmaci.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

5 razze di cane più idonee a fare la guardia

Abbiamo appena deciso di prendere con noi un cane ma vogliamo che sia anche un buon guardiano della nostra casa. Non è facile scegliere tra le varie razze e taglie. Il cane può essere considerato un antifurto persino migliore di quelli in vendita. È...
Cani

5 cose da fare se il tuo cucciolo è aggressivo

Se il tuo cucciolo che hai appena acquistato si comporta in modo aggressivo, per evitare che questo atteggiamento lo porti con sè fino all'età adulta, è opportuno intervenire con dei metodi appropriati, piuttosto semplici ma funzionali. A tale proposito,...
Gatti

5 consigli per tranquillizzare un gatto spaventato

Esattamente come per le persone, anche ognuno dei nostri cari amici pelosi si distingue per il proprio carattere e la propria personalità. Alcuni di loro possono manifestarsi nei confronti degli amici umani più spigliati ed esuberanti, altri più socievoli...
Cani

Come far accettare al cane l'arrivo di un gatto in famiglia

Come molti documentari e video che girano su internet ci insegnano, gli animali sono capaci di una sensibilità fuori del comune. Non è infatti raro vedere spesso fotografie con cani e gatti abbracciati come fossero cresciuti insieme, immagini che ispirano...
Cani

Come difendersi dagli attacchi dei cani

Mordere, mostrare i denti, giocare, correre e ringhiare sono tutti normali e naturali comportamenti dei cani di qualsiasi razza e specie, però sicuramente inaccettabili per le persone che si spaventano. L'aggressività si potrà mostrare nei confronti...
Cani

10 consigli per una pacifica convivenza nell'area cani

I nostri amici a quattro zampe, in particolare i cani, nella maggior parte dei casi, sono ben inseriti nell’ambiente familiare in cui vivono e crescono. Sono educati alla convivenza con tutti i membri della famiglia, con lori simili ed anche con i gatti....
Cani

Tutto sul Pastore del Caucaso

Esistono dei cani in cui l'istinto di guardia è più sviluppato che in altri. Una di queste razze è il Pastore del Caucaso. Un cane molto popolare in Armenia, Georgia e Azerbaigian. Meno diffuso in Europa, solo la Russia ne possiede tanti. Il Pastore...
Cani

Cani: le 10 razze che mordono di più

Il cane rappresenta in tutto e per tutto il miglior amico a quattro zampe dell'uomo. La loro "amicizia" ha origini antichissime: fu infatti il primo animale ad essere addomesticato (e ciò è testimoniato da reperti risalenti fino a 36.000 anni fa) e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.