Come comportarsi se il cane e il gatto litigano

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se siamo amanti degli animali e ci piacerebbe poter adottare sia un cane che un gatto, ma abbiamo paura che questi due animali insieme non riescano a convivere, non dovremo assolutamente preoccuparci. Su internet, infatti, potremo trovare tantissime guide redatte da altri utenti che, trovandosi nella nostra stessa situazione, sono riusciti a risolvere questo problema e potranno fornirci una tutte le informazioni necessarie per riuscire a far convivere insieme un cane e un gatto. In questo modo non dovremo più preoccuparci e soprattutto non dovremo scegliere se adottare solo un cane o solo un gatto. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come comportarsi nel migliore dei modi, se il cane e il gatto litigano.

25

Occorrente

  • Seguire i consigli riportati nella guida.
35

Organizzazione degli ambienti

Il primo consiglio è quello di armarci di tanta pazienza e soprattutto organizzazione. Iniziamo dunque sin da subito ad attrezzare la casa oltre che con dei divisori, anche con delle mensole dove il gatto potrà "rifugiarsi" nel caso in cui non abbia voglia di relazionarsi con il cane. L'ostacolo all'intesa è infatti, in molti casi, proprio il carattere del felino, che non amando gli sconvolgimenti di routine potrebbe non gradire la presenza del nuovo ospite. Tenendoli dunque distanti nei primi momenti, ci accorgeremo dopo un po' che il gatto finirà per considerare come naturale la convivenza con il cane.

45

Studio a distanza

Dopo averli tenuti separati per alcuni giorni, i due inizieranno uno studio che viene definito "a distanza". Nel caso in cui tra i due non scatti una proverbiale amicizia, non è detto che non riescano a convivere tranquillamente. La cosa importante è che non vengano sgridati, ma attratti da qualcos'altro per essere separati e riportati alla calma. Per evitare scontri o motivi di litigio è importante che, oltre ai loro spazi, i nostri amici pelosi siano in grado di mangiare e bere in autonomia. Se avranno ciotole, giacigli e cucce separati, saranno sicuramente meno propensi ad azzuffarsi.

Continua la lettura
55

Conoscenza fra cane e gatto

Ricordiamoci sempre che nonostante i nostri amici parlino un linguaggio differente, la loro capacità di intesa è molto superiore rispetto a quella delle persone. In altre parole, se riusciremo a farli crescere insieme senza pretese e senza fretta, noteremo sicuramente che saranno loro i primi a voler vivere e dunque convivere insieme anche da grandi. Se il loro carattere dunque è tendenzialmente docile e fin da piccoli li avrete abituati in uno stesso ambiente, il risultato sarà molto soddisfacente. A questo punto non ci resta che provare subito a far convivere in pace il nostro cane e il nostro gatto, seguendo tutti i consigli riportati in precedenza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Cosa fare se i vostri gatti litigano

Tutti noi amiamo possedere in casa qualche animale domestico, che sia un cane o un gatto p qualsiasi altra specie, e tutti dobbiamo fare i conti con la loro educazione. Non sempre questo compito è facile o riesce bene, alle volte ci vuole un po' di pazienza,...
Animali da Compagnia

Come evitare le zuffe tra cane e gatto

La maggior parte delle persone considera cani e fatti come acerrimi nemici. Eppure, questi deliziosi animali possono convivere in maniera pacifica, specialmente se qualcuno sceglie di unirli ancora cuccioli. Coloro che adorano gli animali hanno il sogno...
Volatili

Come distinguere le cocorite

Il parrocchetto ondulato (Melopsittacus undulatus) è un piccolo pappagallo conosciuto anche con il nome di parrocchetto australiano, in Italia volgarmente definito cocorita, cocorito o semplicemente pappagallino. Il nome Melopsittacus deriva dal greco,...
Gatti

Gatto spaventato: come rassicurarlo

Il gatto è uno tra gli animali domestici più sensibile, dal punto di vista olfattivo e istintivo: si tratta infatti di un esemplare in grado di percepire rumori minimi, odori a noi poco evidenti e soprattutto di avvertire per primo un pericolo che lo...
Cani

Come intervenire durante una zuffa fra cani

Spesso, come si può notare, sia per giocare, sia per mostrare affetto verso i loro simili, i cani tendono a mordersi tra loro dando però una brutta impressione ai nostri occhi. In realtà non fanno altro che giocare anche se in una maniera un po' pericolosa...
Cani

Come accudire un cane in condominio

Quando si ha un appartamento, molto spesso si rinuncia a possedere un animale di compagnia (soprattutto cani o gatti). La questione dello spazio porta a temere di non gestire al meglio un amico a quattro zampe. Un secondo aspetto che mette in apprensione...
Cani

Come insegnare a un cane a non mordere

Chi possiede un animale domestico sa bene che quest'ultimo ha bisogna di numerose cure ed attenzioni per poter vivere felice ed in salute. Inoltre gli animali devono anche essere educati in un certo modo affinché possano convivere serenamente con il...
Gatti

Come insegnare al coniglio ad usare la cassetta igienica

Tra i tanti animali da compagnia che si possono tenere in casa, come gatti e cani, negli ultimi anni si è inserito anche il coniglio, piccolo animaletto peloso molto affabile, nonché pulito, dolce e facile da addomesticare. Oltre però a tutte le effusioni,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.