Come comprendere il linguaggio del gatto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Fortunati possessori di un micio…vi sarete certamente accorti che anche il vostro inquilino a quattro zampe cerca di stabilire un rapporto di comunicazione con voi. A suo modo, naturalmente… Vediamo come comprendere il linguaggio del nostro gatto e quali sono i segnali e gli atteggiamenti tipici che è utile conoscere per comprendere al meglio questo magnifico animale domestico e, magari, provare a comunicare con lui.

24

L’atteggiamento corporeo

L’atteggiamento corporeo tipico del gatto è quello di sfregare il muso. Questo segnale indica amicizia e fiducia. Inoltre in questo modo il gatto “marca” gli oggetti o le persone delle quali sa di potersi fidare. Sul muso sono presenti infatti delle ghiandole che rilasciano un ferormone particolarissimo che permetterà al micio di riconoscerci e poterci in questo modo considerare suoi amici. Essendo il felino un animale “solitario” e non “da branco” è portato per istinto a non riconoscere, come invece fa il cane, la figura del “ capobranco ”. Per questo motivo resterà totalmente indipendente e libero. Quindi l’affetto di un gatto non nasce da una visione “gerarchica” dell’animale, ma dal fatto che sa di potersi fidare di noi.

34

Il miagolio

Il miagolio del gatto è raro e indica quasi sempre un desiderio insoddisfatto. Il micio può miagolare quando ha fame, oppure quando prova dolore. Altre volte il miagolio è un segnale di riconoscimento (tipico è infatti il miagolio come risposta ad un nostro richiamo). Le fusa sono prerogativa assoluta dei felini. Si tratta di un brontolio che il gatto produce contraendo rapidamente i muscoli della gola e del diaframma. Quando emette questi suoni il micio sta provando una grande soddisfazione. Le fusa sono infatti il suono che la gatta emette per tranquillizzare i piccoli. Se il nostro micio le “concede” a noi, riteniamoci molto fortunati. Sono un segnale di grande affetto e desiderio di proteggerci.

Continua la lettura
44

La coda

Il gatto comunica anche con la coda. È per lui un’appendice molto importante e ne va molto fiero. La coda diritta indica soddisfazione e gioia. Quando la sventola, invece, il gatto è agitato per qualche motivo. Se la tiene tra le zampe è un chiaro atteggiamento di paura e difesa. Anche osservando le orecchie possiamo capire molto: se le abbassa o le piega all'indietro il nostro micio è in atteggiamento aggressivo. Se le ruota significa che è incuriosito da qualche segnale esterno. Gli occhi del micio sono molto comunicativi ed essendo grandi è facile capire cosa vogliono dire. Le pupille dilatate indicano che il gatto ha paura. Se si rimpiccioliscono vogliono dire che è agitato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

10 modi in cui i gatti dimostrano il loro amore per noi

Spesso si dice che i gatti siano animali troppo indipendenti e solitari per affezionarsi veramente ai padroni. Nulla di più sbagliato. Queste tenere bestiole, dall'intelligenza molto sviluppata, regalano a chi li accudisce dei momenti di grande affetto...
Gatti

10 vantaggi di vivere con un gatto

Il gatto è uno degli animali domestici che, sin dall'antichità vive al fianco dell'uomo. I gatti erano considerati inoltre, delle creature sacre e magiche nell'Antico Egitto. Essi erano i guardiani al fianco dei faraoni e rappresentavano i segreti del...
Gatti

10 comportamenti che ti fanno capire se il gatto ti ama

I gatti sono degli splendidi animali, sensibili, coccoloni, affettuosi, avvertono quando il loro padrone è triste o malato. Giocherelloni ed allegri per natura, specie se non sterilizzati, i gatti amano la casa, in quanto abitudinari e, contrariamente...
Gatti

10 luoghi comuni sulla sterilizzazione del gatto

Niente paura, voi che siete padroni di gatti. La sterilizzazione del micio è divenuto un intervento ormai di assoluta routine. Anzi, quasi doveroso, si direbbe. E non solo per evitare il triste fenomeno del randagismo felino, ma anche per far godere...
Gatti

5 consigli per tranquillizzare un gatto spaventato

Esattamente come per le persone, anche ognuno dei nostri cari amici pelosi si distingue per il proprio carattere e la propria personalità. Alcuni di loro possono manifestarsi nei confronti degli amici umani più spigliati ed esuberanti, altri più socievoli...
Gatti

10 modi per rendere felice il tuo gatto

Il gatto, animale di antica tradizione domestica, spessissimo ormai è un membro della famiglia a tutti gli effetti. Di qualunque razza sia, ci regala la sua compagnia, le sue fusa, il suo affetto, la sua vicinanza intelligente ed indipendente. Se sei...
Gatti

Gatti: come mantenere il pelo lucido

Quanto i gatti possano essere eleganti con loro andatura ed il loro passo felpato, possono saperlo solo i padroni che li tengono nella propria casa e ne osservano tutti i comportamenti e le posture. Anche il pelo del nostro micio, lungo o corto che sia,...
Gatti

Come capire perché il gatto non usa la lettiera

Soltanto chi possiede o ha posseduto un gatto conosce il piacere di averlo in casa. Questo perché un micio tiene davvero compagnia, regala tanto affetto e non risulta mai invadente. Un gatto viene spesso considerato a pieno titolo un componente della...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.