Come comunicare con un cane sordo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Praticamente la sordità è una disfunzione dell'apparato uditivo molto frequente nella popolazione mondiale. Gli individui che ne sono assoggettati, non sentono i rumori esterni ma percepiscono le vibrazioni prodotte da questi. Come negli esseri umani, anche nei cani è frequente la perdita dell'udito con l'avanzare dell'età. Se siete interessati a questo argomento, qui di seguito vi spiegherò come comunicare con un cane sordo.

26

Occorrente

  • Cane sordo
36

Come comunicare

Per poter comunicare con il vostro amico a quattro zampe, per prima cosa dovete cercare di insegnargli dei nuovi segnali, sostituendo i suoni con i gesti. Per fargli capire che è il benvenuto sul divano vicino a voi potete battere ad esempio il palmo della mano sulla seduta e fargli così capire il significato del gesto; le prime volte accompagnate al gesto un aiuto per salire sul divano e quando capirà l'ordine premiatelo con una ricompensa. Cercate anche di insegnarli dei segnali che siano visibili da lontano, così da essere più semplice richiamarlo quando non è vicino a voi.

46

Cos'è e come affrontare la sordità

La sordità nel cane può essere temporanea se a causarla è un eccessivo accumulo di cerume nel padiglione auricolare, o permanente se dovuta a patologie più serie come difetti congeniti, gravi infezioni o vecchiaia. Alcuni tipi di cani, come quelli di piccola taglia a pelo lungo sono soggetti a sordità temporanea dovuta all'eccesso di pelo che si forma nel condotto uditivo; è bene quindi controllare spesso le orecchie dei vostri amici a quattro zampe per evitare di incorrere in questi spiacevoli casi. Non lasciatelo andare in giro senza guinzaglio. Non potendo sentire i rumori del traffico sarà soggetto ad incorrere in incidenti. Dovrete quindi fare molta attenzione che non si allontani mai da solo, se avete un giardino assicuratevi che non ci siano vie di fuga. Sarà molto utile per voi fissargli un campanellino al collare, dal momento che non vi sente se non riuscite a trovarlo urlare servirà a poco; ma con l'aiuto del suono emesso dal campanellino potrete facilmente individuarlo.

Continua la lettura
56

Come educarlo

Per sgridarlo in seguito ad un comportamento scorretto, sfruttate le vibrazioni del pavimento. Infatti, battendo forte un piede, richiamerete la sua attenzione e inoltre assocerà al gesto e alla vibrazione l'idea di richiamo. Fate in modo che si accorga della vostra presenza accarezzandolo. Se dorme nella sua cuccia e voi siete intenti a lasciare la stanza fateglielo capire con una carezza, altrimenti si sveglierà, non vi troverà e non saprà dove cercarvi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Sarà molto utile per voi fissargli un campanellino al collare, dal momento che non vi sente se non riuscite a trovarlo urlare servirà a poco; ma con l'aiuto del suono emesso dal campanellino potrete facilmente individuarlo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come capire se un cane è diventato sordo

Spesso abbiamo il dubbio che il nostro cane abbia perso l'udito. Infatti il fenomeno non è cosi raro nei cani e molte volte comportamenti strani o parole e comandi che prima venivano capiti velocemente iniziano ad non essere più eseguiti. Per cui iniziano...
Gatti

Come capire se un gatto è sordo

Quando un gatto è sordo non è facile comprenderlo: per natura i gatti sono animali piuttosto indifferenti, che a nostri richiami potrebbero rimanere di per sè indifferenti. Purtroppo il loro carattere a volte risulta essere un po' scontroso e non è...
Cani

Come prendersi cura di un cane sordo

L'udito, insieme all'olfatto, è uno dei sensi più sviluppati che il nostro amico a quattro zampe possiede, infatti esso può percepire suoni fino a 60mila Hertz contro i 20mila Hertz che riusciamo a sentire noi umani. Se un cane sordo ha perso questa...
Gatti

Gatto bianco e problemi di sordità

I gatti bianchi sono graziosi animali domestici che hanno uno splendido manto candido puro. Purtroppo, alcuni di loro soffrono di sordità congenita: si tratta di un disturbo che porta ad una degenerazione della normale funzionalità dell'orecchio interno....
Cani

Come curare un Dalmata

La storia della razza Dalmata, originaria della Croazia, è molto antica: appaiono in quadri dei pittori fiamminghi del XVII secolo, soprattutto in scene di caccia.La FCI (Federazione internazionale di allevatori canini) la inserisce nella categoria 6,...
Gatti

Come prendersi cura di un angora turco

Il gatto angora turco è un piccolo felino di razza originario della Turchia e caratterizzato da eccezionale eleganza, dal pelo lungo e sericeo, e da un carattere molto vivace, comunicativo e socievole. La riscoperta dell'angora turco risale circa al...
Gatti

Come sapere se un gatto sta per attaccare

Come per gli esseri umani, anche nel caso degli animali, il linguaggio del corpo è molto importante per capire esattamente quali possono essere bene le loro intenzioni. Non importa essere conoscitori specializzati in materia, ma sarà sufficiente imparare...
Rettili e Anfibi

Tutto sul serpente a sonagli

Tra i rettili che popolano la Terra troviamo i serpenti. Questi ultimi sono dei rettili affascinanti ma soprattutto letali. Esistono varie razze di serpenti, come ad esempio il pitone reale, il boa, il corallo e infine il serpente a sonagli. Il serpente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.