Come curare l'insufficienza renale nei cani

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando decidiamo di adottare un cane, per prima cosa dovremo accertarci di essere in grado di potergli assicurare tutte le cure di cui ha bisogno, di poter soddisfare tutte le sue esigenze e di potergli dedicare quotidianamente un po' del nostro tempo.
Per prima cosa, sopratutto se non ci siamo mai presi cura di questo animale, dovremo cercare una serie di informazioni che ci consentano di comprendere tutte le esigenze e le abitudini che dovremo rispettare per far crescere il nostro amico a quattro zampe sempre in perfetta forma.
Dovremo inoltre essere in grado di riconoscere eventuali malattie che potrebbero interessare il nostro cane, in questo modo riusciremo a curarle tempestivamente.
Su internet potremo trovare tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno, consultando le numerose guide presenti.
Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a curare correttamente l'insufficienza renale nei cani.

25

Occorrente

  • Leggere con attenzione la guida.
35

Informazioni generali

Di solito i padroni vengono a conoscenza dei problemi di insufficienza renale del proprio cane, soltanto attraverso alcuni comportamenti anomali da parte dell'animale, come ad esempio l'inappetenza, l'acqua ingerita con maggiore frequenza, dei conati di vomito e una necessità sempre maggiore di fare pipì. Una volta che avremo accertato i sintomi del nostro cane, è bene recarsi da un veterinario. Quest'ultimo effettuerà tutti gli esami e gli accertamenti di rito. Attraverso un esame delle urine e del sangue, sarà infatti, possibile accertarsi dell'eventuale presenza e quindi della gravità dell'insufficienza ai reni del vostro amico a quattro zampe. Una volta stabilità la gravità è bene agire quanto prima per rallentare il decorso della malattia.

45

Corretta alimentazione e medicinali

Per prima cosa dovremo cambiare l'alimentazione del nostro cane utilizzando degli specifici bocconcini e croccantini. In sostanza tali alimenti si differenziano da quelli normalmente acquistati per la presenza di un contenuto limitato di fosforo e di proteine. Qualora il nostro cane sia affetto da insufficienza renale si devono anche seguire delle mirate terapie mediche per tenere sotto controllo diversi parametri che la malattia tende ad alterare. Tra queste va controllata la pressione arteriosa, che nella maggior parte dei cani affetti da tale patologia, diviene molto alta. Sul mercato nello specifico ci sono dei medicinali in compresse, ma a volte è necessario ricorrere anche a delle flebo sottocutanee. Purtroppo, in caso di un decorso piuttosto violento e rapido della malattia, sono indispensabili anche biopsie per verificare l'estensione dei danni causati dall'insufficienza renale.

Continua la lettura
55

Dialisi

Esistono tuttavia anche delle cliniche per animali che eseguono la dialisi. Iniziata la terapia sarà comunque fondamentale mantenere un contatto costante con il veterinario. Almeno una volta alla settimana si dovrà infatti, comunicare a quest'ultimo l'andamento della terapia, sia in positivo che in negativo, affinché possa apportare eventuali modifiche nella cura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come prendersi cura di un coniglio anziano

Molte persone decidono di adottare un animale come proprio compagno, da tenere in casa e crescere. Diventano quindi parte integrante della famiglia e continuano a vivere con noi per molti anni, soprattutto se li curiamo come si deve. Gli animali da compagnia...
Gatti

Tutto sull' Exotic Shorthair

Parliamo di gatti, molti sono gli amanti di questo animale dalla natura indipendente: Tutto sull' Exotic Shorthair. Questo incrocio si ottenne dopo vari tentativi negli anni cinquanta con un incrocio tra un gatto blu di Russia e l'american shorthair,...
Gatti

5 segnali dell’invecchiamento del tuo gatto

Come tutti gli esseri viventi, anche gli animali quando invecchiano lanciano dei segnali. I segnali inviati, vengono inviati per un tempo molto breve (essendo più corta la vita degli animali) per questo bisogna prestare molta attenzione ad ogni cambiamento...
Gatti

Come sapere se il gatto è anemico

Chiunque divida la propria vita con uno gatto lo sa: senza di loro, le nostre giornate non sarebbero le stesse! Purtroppo a volte i nostri amici pelosi si ammalano, e sta a noi capire dai loro comportamenti che qualcosa non va. L'anemia consiste in una...
Cani

Tutto sul Boxer

Il boxer è un cane che ha origini germaniche, molto diffuso ovunque. La caratteristica migliore di questi cani è senza dubbio la straordinaria stabilità caratteriale e l'indole positiva del suo carattere. Inoltre, grazie alla sua mole ed alla sua struttura...
Cani

Cosa fare se il cane non vuole mangiare

Il cane (Canis lupus familiaris Linneaus, 1758) è un mammifero carnivoro appartenente al genere Canis (famiglia canidi). Con l'avvento dell'addomesticamento si è distinto dal lupo, del quale rappresenta una forma neotenica (anche se al riguardo ci sono...
Cani

10 piante velenose per i cani

Nel corso dei millenni, la selezione naturale delle piante ha prodotto una complessa e vasta gamma di composti chimici che scoraggiano gli erbivori. Molti di questi composti velenosi hanno anche importanti benefici medici. Nei passi di seguito sono descritte...
Cani

I più comuni sintomi di malattie nei cani

Osservare il comportamento dei nostri cani è sicuramente il modo migliore per capire immediatamente se qualcosa non va. Ogni piccolo sintomo va preso seriamente in modo da curare sin dal principio ogni disturbo. Eviteremo così un peggioramento oppure...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.