Come difendersi dai serpenti

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Con l'arrivo della bella stagione purtroppo aumentano anche i cosiddetti incidenti estivi, fra cui quelli che maggiormente ci spaventano sono le punture di insetti e i morsi di rettili. Tra passeggiate in montagna e giochi all'aria aperta, la possibilità di essere morsi da un serpente aumenta notevolmente e in questi casi se non ci si reca tempestivamente in ospedale si può rischiare addirittura la vita. Dunque, anche in queste situazioni la miglior cura è la prevenzione, per cui è molto importante sapere cosa bisogna fare quando si ha un incontro ravvicinato con un serpente per evitare di essere attaccati. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come difendersi dai serpenti.

24

Come riconoscere le specie pericolose

In Italia le specie di serpenti sono numerose, ma solo una di queste è pericolosa e talvolta letale per l'essere umano, ovvero la vipera. Questo tipo di serpente vive in tutte le regioni tranne che in Sardegna ed il suo habitat naturale è rappresentato da pietre, sterpi, arbusti ed erba alta. Essa si presenta con un colorito simili a quello dell'ambiente in cui vive, dove è sovente mimetizzarsi; la sua testa è a forma di triangolo e la sua coda è tozza e piatta. Inoltre il suo morso lo distinguiamo da quello degli altri serpenti perché ci lascia sulla parte morsicata, due forellini rossi alla distanza di circa 1 cm l'uno dall'altro.

34

Fare prevenzione

Per potersi difendere al meglio, è opportuno fare una sorta di prevenzione, che consiste nell'evitare di frugare con le mani fra l'erba alta, oppure fra i cespugli; camminare in montagna possibilmente con scarpe chiuse e resistenti e infine "battere" il terreno dove passiamo con un bastone, così da farla scappare.
Insomma, la miglior difesa dai serpenti e dalla vipera in particolare, è proprio il rumore che l'avverte della nostra presenza e mette l'animale in fuga, tutelandoci quindi da eventuali suoi attacchi.

Continua la lettura
44

Cosa fare in caso di morso

E se nonostante le nostre attenzioni e precauzioni, venissimo morsi, dovremo evitare di farci prendere dal panico: è vero che il suo morso è pericoloso e talvolta anche letale, ma i casi di morte sono molto rari.
I sintomi che avvertiremo subito sono un forte dolore e gonfiore sulla parte colpita e successivamente anche vomito, diarrea, sudorazione, senso di debolezza e sete intensa.
È opportuno sdraiarsi e mettere del ghiaccio sulla ferita in maniera da rallentale il passaggio del veleno che, prima di arrivare nel sangue, passa attraverso la linfa; pertanto se staremo stesi ed immobili, rallentiamo questo processo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Rettili e Anfibi

Come allontanare i serpenti da casa

I serpenti sono rettili da sempre temuti dall'uomo europeo, che spesso non ne sopporta nemmeno la vista. Per alcune religioni i serpenti sono animali sacri, per altre (come il cristianesimo) sono sempre associati a immagini di peccato o malvagità. Al...
Rettili e Anfibi

I serpenti più letali del mondo

I serpenti sono predatori formidabili ed estremamente evoluti. Pur essendo privi di arti, palpebre e orecchi esterni, si muovono agevolmente e riescono ad individuare le prede grazie a un sofisticato sistema sensoriale. Tutti i serpenti si nutrono di...
Rettili e Anfibi

Come comportarsi se si incontra un serpente

Sin da piccoli ci si è abituati ad avere timore dei serpenti: diciamo che il loro danno è il fatto che possono essere velonisi e di conseguenza letali. Ma vi sono anche quelli non velenosi che sono quelli più comuni in Italia. Ma si temono e, a volte,...
Altri Mammiferi

I 10 animali più pericolosi del mondo

Delle specie solitamente ritenute tranquille, apparentemente amichevoli, in realtà possono essere letali, qualora fossero provocati dall'uomo. Tra cui 10 animali che non ti aspetteresti mai di trovare in questa guida, più pericolosi del mondo. Come,...
Rettili e Anfibi

Come intervenire su un morso di vipera

I serpenti sono, per tantissime persone, degli animali affascinanti ed in un certo senso anche un po' misteriosi. Esistono numerose specie di serpenti al mondo; si spazia dai serpentelli fino ad arrivare ai lunghissimi pitoni. In Italia sono presenti...
Rettili e Anfibi

Come distinguere un orbettino da un serpente

L'orbettino è un piccolo rettile che ti sarà sicuramente capitato di incontrare durante una passeggiata in campagna e forse anche nel giardino di casa tua! Purtroppo, pur essendo un animale completamente innocuo per l'uomo, viene spesso confuso con...
Rettili e Anfibi

Come Riconoscere Una Vipera

Fare lunghe passeggiate in campagna, escursioni o gite in bicicletta, tutte attività molto belle e che a prima vista possono sembrare prive di pericoli. Tuttavia, anche se l'ambiente che vi circonda sembra innocuo, può nascondere diverse insidie. Una...
Rettili e Anfibi

Come riconoscere una vipera e come comportarsi in caso di avvelenamento

I serpenti nella maggior parte dei casi sono velenosi e si possono suddividere in due principali grandi categorie, per cui imparare, a distinguerli e soprattutto a capire se ci troviamo in pericolo o meno, è importante sapere che ad esempio i colubri,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.