Come distinguere le razze dei cavalli

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il cavallo, come animale domestico, è un mammifero di media-grossa taglia appartenente al genere equino. Il cavallo è un animale longevo che può superare i 40 anni di età, anche se la sua vita media è dai 25 ai 30 anni. L'uomo nel tempo si è impegnato nel selezionare diverse tipologie di razze di cavalli e attualmente se ne contano circa trecento. Lo scopo di questa selezione è quello di migliorare e fissare le caratteristiche maggiormente desiderate per le diverse attività previste da questo specifico animale. In base all'attività svolta da questi fantastici mammiferi ricordiamo quelli da trasporto di persone, da traino, da soma, quelli da uso agricolo, da corsa e molto diffusi erano quelli con funzione bellica in passato. Gli incroci tra le varie razze di cavalli e di seguito l'unione tra meticci ha portato alla nascita di nuovi esemplari. Un elemento in particolare permette di distinguere le diverse razze di cavalli: il mantello.

25

Tre tipologie di mantello

Il mantello del cavallo, ossia il pelo che riveste il suo corpo proteggendolo. Il colore e il disegno del mantello sono due elementi che distinguono una razza di cavallo dall'altra. Spesso i mantelli sembrano simili tra loro, ma non è così. Si distinguono in particolare tre tipologie di mantelli: quelli semplici monocromatici, quelli composti ossia a due colori separati, mescolati o addirittura a tre colori e infine il mantello a 2 pelami a componente bianca.

35

I mantelli base dei cavalli

Tre sono i mantelli base dei cavalli, in particolare sono quello baio, quello morello e quello sauro. Il baio è caratterizzato dal corpo marrone e le estremità nere. Il baio è quello che solitamente si vede in quanto è il più diffuso. Il morello è totalmente nero ed è tipico di alcune razze come il Murgese e il Frisone. Il sauro invece è marrone chiaro o marrone scuro e rossiccio. Coda e crine sono dello stesso colore marrone, leggermente più chiari o più scuri.

Continua la lettura
45

Il remolino

Una particolarità del manto è il remolino ossia un cambio di direzione del pelo. Spesso i cavalli ne presentano vari sul manto. Varie sono le tipologie di remolino che si possono trovare e sono: remolino semplice, quello spigato e quello sinuoso. Quello semplice è un piccolo vortice e si sviluppa intorno ad un punto centrale. Il remolino spigato invece è una striscia di peli che separa due parti del manto, una con i peli che vanno verso l'alto e una che va verso il basso. L'ultimo, quello sinuoso, è sempre una separazione come il remolino spigato ma non è una linea diritta ma ad esse.

55

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

Tutto sul Pony Shetland

Lo Shetland ha origine nelle isole Shetland, all'estremo nord della terraferma scozzese. Per molti secoli i pony Shetland viveva allo scoperto, grazie alla sua folta chioma che lo proteggeva dalle intemperie; questa razza di pony venne addomesticata nel...
Altri Mammiferi

Tutto sul cavallo murgese

Esistono svariate razze di cavalli e si distinguono tra loro per caratteristiche morfologiche e fisiche. In questa guida illustreremo tutto sul cavallo Murgese. Questa razza equina origina dall'altopiano delle Murge. Le Murge si elevano in Puglia tra...
Altri Mammiferi

Tutto sul cavallo americano da sella

Il cavallo è uno degli animali più nobili. Da sempre al fianco dell'uomo, il cavallo ha assunto nel corso dei secoli diverse mansioni. Dapprima era segno di onore, poi divenne l'icona del duro lavoro dei campi. Oggi il cavallo è un animale da compagnia,...
Altri Mammiferi

Tutto sul pony esperia

I cavalli esistono di varie tipologie e razze tra essi troviamo anche le razze piccole come ad esempio i pony. Il pony Esperia è un piccolo cavallo originario del Lazio e precisamente dei monti Laziali Ausoni, Aurunci, Lepini e del massiccio del Monte...
Altri Mammiferi

Tutto sul cavallo italiano da sella

Il cavallo è un animale molto amato. Estremamente sensibile e per la straordinaria capacità di interagire con l'essere umano, fin dai tempi più antichi è stato protagonista di numerose attività che hanno agevolato il lavoro dell'uomo. Vi sono numerose...
Altri Mammiferi

Le tipologie di cavalli per le competizioni equestre

All'interno della guida che andremo a sviluppare nei passi che seguiranno ci concentreremo sulla tematica dei cavalli. Come avrete ben compreso tramite la lettura del titolo della guida stessa, ora andremo a darvi una panoramica rispetto alle tipologie...
Cura dell'Animale

Come pulire il mantello dei cavalli grigi

Imparare a mantenere pulito il mantello di un cavallo è un passo fondamentale per aiutare a tenere equilibrato il suo livello di igiene. È un'operazione che va eseguita pressochè quotidianamente. Il mantello dei cavalli grigi, detti anche leardi, è...
Altri Mammiferi

Consigli per acquistare un cavallo

Alcune persone sono appassionati di cavalli, e vorrebbero tenerne almeno uno. Ma per poterne acquistare uno è necessario avere alcune conoscenze basilari, in modo da potersene anche prendere cura nel migliore dei modi. I cavalli inoltre sono animali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.