15

Come eliminare le zecche dal cane

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Almeno una volta durante la loro vita i cani prendono una zecca. Anche se vengono prese delle precauzioni questo insidiosissimo insetto si infila tra i peli dell'amico a quattro zampe. Non è sicuramente una questione di pulizia, ma incide l'ambiente che frequenta. Infatti, durante le piacevoli passeggiate per far sgranchire il cane si trovano giardini con cespugli o erba su cui il quadrupede si sfrega o si ruzzola. Collari e spray antiparassitari possono aiutare ad evitare gli assaliti da pulci e zecche, ma non lo rendono completamente immune. Leggendo il tutorial si possono avere degli utili consigli su come eliminare le zecche dal cane.

25

Occorrente

  • pinzetta
  • disinfettante
  • guanti usa e getta
  • antiparassitario
35

Una persona si accorge della presenza indesiderata della zecca quando accarezza il proprio amico. Per poterla togliere bisogna agire in maniera tempestiva. È opportuno mettere un paio di guanti usa e getta ed utilizzare una pinzetta (che bisogna disinfettare dopo avere ultimato l'operazione). È consigliabile intervenire quando il cane sta riposando; infatti, la presenza del parassita viene avvertita dall'animale. Per questo motivo quando si va ad agire sul punto in cui è presente la zecca il cane si agita. Allora si deve agire delicatamente e con fermezza.

45

Quando sono stati indossati i guanti e si ha la pinzetta a portata di mano bisogna cercare la zecca tra i peli del cane. È opportuno evitare di toccarla con le mani in quanto anche un piccolo movimento può far male al cane. La zecca si aggancia perfettamente sulla pelle tramite un pungiglione per cui non è semplice toglierla con un solo gesto. È preferibile mettere sopra una goccia o due di un prodotto antiparassitario ed aspetterete una ventina di secondi che il veleno fa il suo effetto sull'animale. A questo punto si deve prendere la pinzetta e posizionarla tra la pelle e la zecca attaccata.

Continua la lettura
55

Successivamente si deve aumentare leggermente la pressione sulla pinzetta e muoverla facendo un giro di 360°. Durante questa operazione bisogna prestare attenzione a non stringere troppo in quanto si corre il rischio di tagliare la zecca senza estrarla dalla pelle. In questo caso si può verificare l'insorgere di una infezione. Quando la zecca è correttamente uscita, per sicurezza è preferibile bruciarla (bisogna evitare di calpestarla, altrimenti si può avere un'indesiderata prolificazione di uova). Adesso si deve disinfettare il punto della pelle del cane in cui era attaccata e gettare i guanti che sono stati utilizzati.

16

5 cose da fare se il cane prende le zecche

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

È bello passeggiare con Fido in mezzo alla natura, specialmente nella bella stagione. Purtroppo, a rovinare questo piacevole passatempo ci pensano le zecche: questi parassiti insidiosi aspettano quatti quatti nell'erba alta o nel fieno il passaggio di un animale a cui attaccarsi per succhiarne il sangue. E non è tutto: le zecche sono pericolose anche in qualità di vettori di virus ed infezioni potenzialmente letali per i nostri amici a quattro zampe, come l'erlichiosi o la borrelliosi. Collari, fiale e vaccini sono fondamentali per ridurre i rischi, ma a volte la profilassi antiparassitaria non basta. Grazie a questo articolo potrai imparare 5 cose da fare se il cane prende le zecche per agire subito in modo da risolvere il problema: ricordati che prima le rimuovi, minori sono i rischi corsi da Fido.

26

Mantenere la calma

Se perlustri il manto del tuo cane dopo la passeggiata e trovi una o più zecche, non agitarti: se ti spaventi tu quando le scovi, immagina cosa prova Fido a sentirsele addosso. Quindi, per non innervosirlo ulteriormente, cerca di trasmettergli calma e serenità accarezzandolo e dandogli uno dei suoi giochini da mordicchiare. In generale, durante tutte le operazioni che farai per eliminare le zecche, compi gesti brevi e decisi, senza tentennare.

36

Rimuovere le zecche

La parte più difficile del lavoro è rimuovere le zecche, quindi ti consigliamo di preparare una cassettina con tutti gli attrezzi che ti servono in modo da averli pronti all'uso. Ti occorreranno dei guanti di lattice da indossare per proteggerti le mani e una pinzetta per afferrare la zecca il più vicino possibile alla pelle del cane ed estrarla ruotandola leggermente: in questa fase è essenziale non rompere il rostro della zecca. Molti consigliano di far colare su di essa alcune gocce d'olio per favorirne il distacco; nel caso il rostro si spezzasse, prova ad estrarlo con un ago. Ripeti tutte le operazioni fino a liberare completamente Fido da queste antipatiche inquiline.

Continua la lettura
46

Eliminare le zecche

Man mano che rimuovi le zecche, afferrale con un pezzo di carta e immergile in un contenitore pieno d'alcool che ne causerà la morte: in questo modo avrai la sicurezza di non lasciarle libere di nuocere e di riprodursi in casa tua. Soltanto una volta che l'alcool avrà agito potrai buttarle.

56

Disinfettare il cane e tenerlo sotto controllo

Disinfetta accuratamente il tuo cane con acqua ossigenata o con una crema antibiotica nei punti in cui erano attaccate le zecche e ispezionalo di frequente nelle ore e nei giorni successivi per verificare che sia tutto nella norma e non compaiano rossori, gonfiori o altri segni che ti insospettiscono.

66

Consultare il veterinario

Infine, nei giorni immediatamente successivi recati dal tuo veterinario di fiducia con Fido per fargli fare una bella visita che ti rassicuri sulla corretta rimozione delle fastidiose bestiacce e sullo stato di salute del cane. Il veterinario potrà fornirti altre indicazioni utili e, se hai conservato le zecche stecchite dall'alcool, puoi portarle con te alla visita.

16

5 rimedi naturali contro le zecche

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Le zecche sono dei parassiti appartenenti alla famiglia degli acari, e tendono a succhiare il sangue sugli esseri animali in particolare bestiame, pollame, cani e talvolta anche sull'uomo. Quando si annidano sul corpo, ci sono dei rimedi per combatterli, ed oltre a quelli farmaceutici, ne troviamo alcuni di tipo naturale che si rivelano particolarmente efficaci. A tale proposito, ecco una lista con 5 rimedi naturali contro le zecche.

26

Acqua e sale grosso

Se ad esempio sul corpo del nostro cane o delle galline, notiamo la presenza di questi sanguisuga, anzichè strapparle con le mani, per evitare che la parte che è penetrata nella zona sottocutanea possa generare delle infiammazioni, conviene optare direttamente per un lavaggio a base di acqua e sale grosso, che le costringe a mollare la presa e lasciare definitivamente la preda.

36

Polvere di patate

Utilizzando la polvere di patate in particolare la fecola, è possibile sciogliendola in acqua calda, ottenere un composto che applicato sulla cute, favorisce il distacco naturale delle zecche, e nel contempo svolge un'azione antisettica, grazie alla percentuale di etanolo in essa contenuta.

Continua la lettura
46

Acqua e limone

Uno dei prodotti naturali che in assoluto si presta per eliminare definitivamente le zecche dalla pelle di tutti gli animali (uomo compreso), è sicuramente il limone che mescolato con acqua, diventa un efficace lavaggio antisettico. L'acido citrico in esso contenuto, si rivela infatti, letale per la sopravvivenza delle zecche. L'uso è pertanto consigliato periodicamente proprio per alcuni animali domestici, come ad esempio il cane, per prevenirne l'assalto.

56

Aceto

Il grado naturale di acidità contenuto in questo prodotto, consente una volta applicato sulla cute, di allontanare le zecche. Nel caso si tratti di un cane, conviene diluirlo al 30% con acqua, specie se ci sono delle ferite in corso. Per altri animali, come ad esempio le galline e il bestiame, il problema non sussiste, in quanto per la loro struttura fisica, non riescono a raggiungere il corpo con la bocca. Un consiglio ulteriore per prevenire di nuovo l'assalto delle zecche ad esempio in un pollaio, è di cospargere sul perimetro esterno, dell'aceto al naturale, creando in tal modo una barriera protettiva.

66

Bicarbonato di sodio

Quando sul corpo del nostro cane troviamo diverse zecche, per lenire le sofferenze dell'animale, è possibile creare una pomata molto efficace che serve per disinfettare le ferite, e nel contempo si rivela utile per allontanare in modo naturale le zecche. Un consiglio è di tenere il bicarbonato in uno spruzzino insieme a dell'acqua, ed utilizzarlo sul pelo del cane ogni qualvolta rientra in casa, dopo aver trascorso gran parte della giornata in giardino o a contatto con gli altri animali.

17

Come comportarsi se il cane prende le zecche

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Il cane rappresenta una valida compagnia per adulti, bambini ed anziani. In genere, socievole e giocherellone, ma anche responsabile e serio, richiede qualche attenzione in più, specie in estate. Le condizioni climatiche ed ambientali, infatti, favoriscono l'infestazione di zecche. Per tale motivo, per proteggere il cane dotarlo sempre di un collare. Applicare inoltre un prodotto specifico contro pulci e zecche prima della bella stagione. In caso di disattenzione o scarsa efficacia, ecco come comportarsi se il cane prende le zecche.

27

Occorrente

  • Collare o spray antipulci e zecche
  • Pinzette o specifici gancetti
  • Alcool e cotone
37

Identificazione

Se il cane ha preso le zecche, niente panico. Prima di eliminarle definitivamente, conosciamole meglio. Sono degli artropodi dell’ordine Acarina e si nutrono di animali a sangue caldo. Come le zanzare, anche le zecche sono vettore di numerose malattie. Vivono mediamente due mesi, passando da uovo a larva, da ninfa ad adulte. Le zecche si insinuano nelle sezioni con poco pelo, dove è più facile succhiare il sangue. Prediligono in particolare le orecchie e l'area intorno alla bocca del cane. Pertanto, controllare spesso queste sezioni.

47

Prevenzione

Una regolare ispezione e l'utilizzo di prodotti specifici proteggono il cane dall'infestazione. Se in qualche modo, Fido ha preso le zecche, toglierle entro dodici ore dall'attecchimento. A tale scopo, esistono diversi prodotti antizecche, dai collari agli spray. Evitare il fai da te e consultare tempestivamente il veterinario. I cani che vivono in campagna ed all'aperto sono, ovviamente, più a rischio. Mai rimuoverle con sostanze come acetone, alcol, ammoniaca, olio, fiammiferi o sigarette. Queste procedure potrebbero istigare le zecche a rilasciare il materiale infetto. Quindi potrebbero favorire le infezioni.

Continua la lettura
57

Procedura

Attenzione ad eventuali morsi alla pelle umana. Monitorare l'area interessata per 40 giorni senza assumere antibiotici. Camufferebbero, infatti, eventuali manifestazioni cutanee. Preoccuparsi in caso di debolezza, febbre, mal di testa, ma anche dolori articolari ed ingrossamento dei linfonodi. In questo caso, contattare immediatamente il medico di fiducia o rivolgersi all'ospedale più vicino. Per rimuovere efficacemente le zecche dal cane, utilizzare una semplice pinzetta. In commercio si trovano anche appositi gancetti a forma di piede di porco in miniatura. Quindi, ruotare in senso antiorario e fare una leggera trazione. Staccare completamente tutto il corpo della zecca. Al termine della procedura disinfettare accuratamente l'area.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rivolgersi sempre al veterinario di fiducia
  • Non utilizzare rimedi casalinghi per evitare che le zecche rilascino il loro siero infetto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.