Come evitare che il gatto vi morda

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Sappiamo bene che il gatto per una predisposizione genetica è molto scontroso e aggressivo, a fatica si lascia avvicinare. Il fatto poi che morda c'è da dire che fin da piccoli per loro, quello di mordersi e graffiarsi è un gioco. Tuttavia è un atteggiamento che solitamente mantengono sin da adulti, mordendo anche il padrone e chi gli si avvicina. Per questo motivo è fondamentale, sin dall'inizio educarli e, soprattutto fargli capire che, ci sono altri modi per poter giocare. Comunque vogliamo aggiungere che il gatto è uno degli animali da compagnia preferiti dalle famiglie italiane, molte d i esse ne possiedono almeno in casa. Il gatto presenta davvero molti pregi, ma come per ogni animale bisogna prestare le dovute attenzioni. Vediamo insieme quali informazioni vi fornirà questa guida su come evitare che il gatto vi morda.

26

Il momento giusto

Avere un gatto non significa possedere un animale di per sé affettuoso, come potrebbe esserlo un cane. Si è soliti dire che il gatto sceglie il momento in cui vuole essere coccolato. Ciò significa che a volte si vorrebbe poter riempire di coccole il proprio gatto, ma lui si presenta un po' restio. In questi casi, è buono non trattenere il proprio gatto contro la sua volontà. Questo verrebbe visto come un gesto di "oppressione" e il gatto sarebbe spinto a mordere per divincolarsi.

36

Il segnale

Il segnale di una gatto che sta per mordere è ben visibile dai suoi movimenti. La prima cosa che appare, è un gatto che muove la coda in maniera veloce e quasi aggressiva. La seconda mossa riguarda le orecchie. Le appiattisce e le avvicina alla superficie della testa. Il terzo segnale è un miagolio piuttosto intenso e veloce. Quando c'è una situazione di questo genere, si dovrebbe lasciare in pace il gatto, ignorarlo e allontanarsi.

Continua la lettura
46

Il comportamento

Il gatto non deve mai essere sgridato. Questo potrebbe far peggiorare la situazione e sicuramente non è quello che si vuole ottenere. La pazienza e l'affetto sono due condizioni necessarie per avvicinarsi sempre di più al proprio gatto. Pian piano lo si dovrebbe abituare al contatto con le nostre mani e non lo si dovrebbe mai coccolare fin quando è lui ad andare via. La fine delle coccole dovrebbe essere decisa dal padrone e sarebbe ottimale farlo prima che il gatto si stanchi. In questo modo diventa un momento ambito dal gatto. Se dovesse accadere di essere morsi, è opportuno disinfettarsi e non ripetere più i comportamenti che si stavano avendo quando ciò è accaduto. Successivamente si devono mettere in pratica tutti i consigli appena visti per prevenire il morso del gatto. Atto.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • State molto attenti se in casa ci sono bambini piccoli
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Mammiferi

Come reagire al morso di un riccio

Quanto possa essere carino un riccio può raccontarvelo solamente chi ha avuto la fortuna di incontrarlo nei boschi o chi ha abitato e/o abita nelle loro vicinanze. Ma ancor meglio può narrarlo chi ha deciso di sceglierlo come animale domestico. La natura...
Invertebrati e Insetti

Come tenere una tarantola in casa

È nata da poco la moda di avere come animale di compagnia, generalmente considerati pericolosi, come rettili e anfibi. Rientra nella categoria rettili, la tarantola (o platidattilo muraiolo) che ormai non è insolito ritrovare in un'abitazione. Se anche...
Cani

5 cose che non possono mancare nel corredo del cane

Quando si ha un cane in casa o si è in procinto di prenderne uno bisogna assolutamente prestare attenzione a tutte gli occorrenti necessari. Primo fra tutti è sicuramente la volontà di avere un cane, elemento indispensabile per averne uno. Ma le cose...
Gatti

Le piante velenose per i gatti

Se il vostro micio, oltre ad essere un pantofolaio che cerca posticini in cui dormire indisturbato, è un brillante e coraggioso esploratore ed entra in contatto con le piante del terrazzo o, addirittura, è libero di sgattaiolare nel giardino, prestate...
Cani

Come insegnare a un cane a non mordere

Chi possiede un animale domestico sa bene che quest'ultimo ha bisogna di numerose cure ed attenzioni per poter vivere felice ed in salute. Inoltre gli animali devono anche essere educati in un certo modo affinché possano convivere serenamente con il...
Gatti

5 modi per insegnare a un gatto a non mordere e graffiare

Il gatto è, dopo il cane, l'animale da compagnia preferito dalla maggior parte delle persone. Sebbene il gatto sia una creatura dall'indole indipendente non disdegna coccole e giochi. Ma a volte il "gioco" diventa molesto e le sue unghie possono graffiare....
Gatti

5 modi per non farsi mordere dal gatto

Il gatto è uno dei migliori amici dell'uomo. Domestico ma anche selvatico ha un carattere solitamente indipendente, affettuoso e amante delle coccole alle quali solitamente reagisce con le fusa. È un animale territoriale: il territorio del gatto ha...
Cani

Come addestrare un cane a non mordere

L'abitudine più pericolosa del cane è in assoluto il “mordere”. Addestrare il nostro amico a quattro zampe a gestire questo istinto del tutto naturale può davvero evitare spiacevoli ed imbarazzanti situazioni. Per il cane il mordere è un’azione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.