Come evitare di farsi mordere da una zecca

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Con l'arrivo della primavera, torna anche il piacere delle passeggiate nei parchi, dei picnic nei boschi, delle corse sui prati con il nostro amico a quattro zampe. Momenti unici, ma anche ad alto rischio parassiti. La zecca, appartenente alla famiglia degli aracnidi, si attacca in modo ostinato alla cute del cane o all'epidermide umana, in maniera solitamente indolore ed inosservata, limitandosi solamente ad una lesione locale, un piccolo gonfiore e prurito. Solo in caso di seria infezione, compariranno altre sintomatologie come febbre, dolori muscolari ed articolari, con probabili possibilità di contrarre la "malattia di Lyme" (patologia curabile senza troppe complicazioni con degli antibiotici, se presa durante i primi stadi). Per evitare di farsi mordere esistono delle forme di prevenzione sia per noi che per Fido, da non sottovalutare. Di seguito, vi riportiamo qualche accorgimento utile.

24

Quando si decide di fare una gita fuori porta, in prossimità di boschi, prati, parchi, è opportuno curare l'abbigliamento. Le zecche prediligono gli ambienti umidi ed ombreggiati, cespugli e foglie secche, restistono anche alle condizioni ambientali più sfavorevoli. Per evitare di essere punti, sarà sufficiente indossare capi chiari, per una facile individuazione del parassita, ed a maniche lunghe. I pantaloni andranno inseriti all'interno di calzettoni o stivali alti preferibilmente con stringhe. È importante evitare di addentrarsi troppo nei boschi: camminare dunque lungo i sentieri, cercando di non toccare o sfiorare la vegetazione. Bisogna avere l'accortezza di non sedersi direttamente sull'erba, ma stendere un ampio telo preferibilmente di colori luminosi e sgargianti.

34

Per evitare che Fido contragga pulci e zecche, ci sono dei prodotti in commercio ad azione repellente da applicare tra le scapole, oppure dei semplici collari che rilasciano gradualmente i principi attivi. Per l'uomo, in farmacia sono disponibili delle soluzioni a base di DEET da spruzzare sulla pelle esposta ed anche sui vestiti. È opportuno leggere accuratamente le condizioni d'uso riportate nella confezione, per evitare controindicazioni.

Continua la lettura
44

Rientrando in casa, controllate accuratamente abiti, capelli ed eventuali zone del corpo esposte e ricoperte da peluria, dei membri che erano in vostra compagnia. Mettete gli abiti ed i teli a lavare in lavatrice ad alte temperature. Spazzolate il vostro cane per individuare eventuali presenze del parassita. In tal caso, munitevi di guanti e pinzetta ed estraete la zecca afferrandola il più vicino alla pelle e tirandola verso l'alto senza schiacciarla. Bruciatela e disinfettate la zona, tenendola sotto osservazione per 30-40 giorni. La stessa procedura va eseguita anche per l'uomo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come togliere le zecche ai cani

Prendersi cura dei propri animali è molto importante. Infatti i nostri piccoli amici sono spesso soggetti ad attacchi di piccoli animali e parassiti che potrebbero portare loro qualche malattia e grave problema, e tra questi, quelle più temute sono...
Cani

Come togliere una zecca dal cane

Può capitare di scoprire che il tuo amico a quattro zampe abbia sulla pelle una zecca. Non allarmarti ma metti subito in pratica dei consigli facili e pratici, liberandolo subito dall'ospite indesiderato. In questa semplice guida sarà illustrato come...
Gatti

Cosa fare dopo aver tolto una zecca al gatto

Per chi possiede animali domestici l'arrivo della primavera desta molte preoccupazioni. Aumentano le possibilità, per i nostri cari animaletti, di prendere pulci e zecche. Ciò potrebbe causare ai nostri amati cani e gatti qualche piccolo problema di...
Cani

Come eliminare le zecche dal cane

Almeno una volta durante la loro vita i cani prendono una zecca. Anche se vengono prese delle precauzioni questo insidiosissimo insetto si infila tra i peli dell'amico a quattro zampe. Non è sicuramente una questione di pulizia, ma incide l'ambiente...
Cani

Come togliere una zecca

Durante la meravigliosa stagione estiva, il camminare in aperta campagna potrebbe riservare delle sgradevoli conseguenze: infatti, è elevata la possibilità che siano presenti delle zecche all'interno del fieno oppure nell'erba secca. Generalmente, questi...
Cani

Come difendere il cane dalle zecche

Non è divertente dover togliere le zecche al cane durante i mesi primaverili ed estivi. Non solo queste sanguisughe sono brutte da guardare mentre si nutrono del sangue del proprio animale domestico, ma sono anche notoriamente difficili da rimuovere...
Cani

Cosa fare dopo aver tolto una zecca al cane

Avere un animale in casa è una gioia infinita! Quante volte l'abbiamo pensato e sentito dire da chi ha un cane o un gatto in famiglia? Gli animali domestici fanno compagnia, fanno tenerezza, fanno ridere. La nota dolente, però, è quando arriva la stagione...
Cani

5 cose da fare se il cane prende le zecche

È bello passeggiare con Fido in mezzo alla natura, specialmente nella bella stagione. Purtroppo, a rovinare questo piacevole passatempo ci pensano le zecche: questi parassiti insidiosi aspettano quatti quatti nell'erba alta o nel fieno il passaggio di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.