Come fare per contrastare lumache e chiocciole

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando la primavera è già arrivata e la natura inizia nuovamente il suo ciclo vitale ecco apparire i primi insetti e animaletti da orto e giardino che cercano cibo. Anche le lumache si alimentano con le foglie delle piante e quindi le rendono di un colore giallastro. Esse agiscono in grande numero in quanto depongono molte uova e quando si schiudono trasformano le foglie stesse in una specie di centrino pieno di buchi. Le lumache e le chiocciole sono dolcissime come animale invertebrato: strisciano e usano la conchiglia, se ne sono provviste, per difendersi dalle intemperie e da tutti i pericoli. Tuttavia, non sono ben volute da coloro che coltivano gli orti in quanto di solito danneggiano diversi ortaggi e alcune piante. Basti pensare ai cavoli e alle insalate di cui ne sono ghiotte. Di notte e dopo la pioggia o in periodi molto umidi se ne possono trovare tante e si distinguono in limacce, che non hanno la conchiglia, e in chiocciole che invece ne sono provviste. A questo punto, saranno utilissimi alcuni suggerimenti su come fare per contrastare lumache e chiocciole.

25

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Birra, trappole, lucertole, paletta da giardino, mangiatoie per uccelli, mangime
35

Pulizia accurata

Il terreno preferito da chiocciole e lumache per depositare le uova è quello fresco e umido, quindi la parte inferiore del giardino con foglie secche e detriti è l'ideale per proliferare. Di conseguenza, si consiglia di tenere quest'area sempre ben pulita per scoraggiare il loro avvicinamento. Un ottimo metodo per contrastarle è anche quello di popolare la zona verde del giardino o dell’orto con animali che si nutrono proprio di lumache e chiocciole, come per esempio la lucertola campestre, il riccio, i rospi e i ragni.

45

Accorgimenti naturali

La primavera è il momento giusto per iniziare a controllare le lumache eliminando dall'orto e dal giardino tutti i ripari dove le stesse si nascondono nelle ore diurne per poi agire in quelle notturne. A questo punto, per evitare di utilizzare prodotti chimici si può intervenire con accorgimenti naturali e trappole varie, al fine di catturarle ed eliminarle. Le lumache non si cibano solo di fogliame, ma anche di alcuni liquidi. Quindi se si usa la birra, che le attrae molto, potrebbe essere un'ottima esca per una trappola. Bisogna procedere prendendo un bicchiere di plastica pieno d’acqua e scavando una buca nel giardino per sotterrarlo fino all’orlo. Adesso, tracciando un sentiero con un rivolo di birra le lumache attratte dall’odore per loro gradevole, lo seguiranno fino al bicchiere dove strisciando vi cadranno all’interno. Qui, non avranno più la possibilità di risalire, così resteranno imprigionate.

Continua la lettura

Approfondimento

Come allevare lumache
55

Altri animali

Di tanto in tanto è sempre bene controllare se si sono accumulate troppe lumache. A volte sarà sufficiente portarle in una zona lontana con una semplice paletta. Ma se abbiamo un ampio giardino conviene posizionare in più punti delle mangiatoie per uccelli, oppure creare un sentiero con il mangime o molliche di pane. In questo modo gli uccelli accorgendosi della presenza delle lumache e soprattutto delle chiocciole, di cui ne vanno ghiotti, le mangeranno volentieri, svolgendo la funzione di pulitori. Infine, si consiglia di non usare mai prodotti chimici in quanto finirebbero anche sul raccolto o sui frutti dell'orto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

L'allevamento delle lumache giganti

Le Chiocciole giganti africane (impropriamente chiamate lumache) appartengono al genere Achatina ed il loro allevamento è adatto anche a neofiti. Originarie dell'Africa, sono chiocciole ...
Invertebrati e Insetti

5 curiosità sulle lucciole

Le lucciole sono insetti coleotteri provenienti dalla famiglia Lampyridae; in Europa ne esistono tre specie delle quali due anche in Italia. Sia il maschio che ...
Invertebrati e Insetti

Dove trovare sciami di lucciole

Le lucciole o Lampiridi appartengono alla famiglia dei coleotteri. Hanno un aspetto larviforme ed i segmenti addominali del corpo minuto producono la famosa luce. Il ...
Invertebrati e Insetti

Come e dove cercare le lumache

L'autunno è un periodo dell'anno molto particolare: in questa stagione, infatti, la terra dà il meglio di sé, offrendo dei frutti molto profumati ...
Invertebrati e Insetti

Come e dove cercare le lumache

L'autunno è un periodo molto particolare dell'anno. In questa stagione, infatti, la terra da il meglio di sé, offrendo frutti molto profumati e ...
Rettili e Anfibi

Come alimentare le tartarughe terrestri

Le tartarughe terrestri, rettili appartenenti all'ordine delle testuggini, sono divenute una specie particolarmente apprezzata per l'allevamento casalingo. Nonostante esista una ben definita legislazione ...
Invertebrati e Insetti

Come nutrire una lumaca

Può capitare che ritirandosi a casa dopo aver comprato delle verdure come l'insalata, ci si ritrovi con qualche amico inatteso nella busta. Le lumache ...
Rettili e Anfibi

Serpenti da appartamento: quali scegliere

Cani e gatti sono senza dubbio tra gli amici più apprezzati. Esistono anche molti amanti dei piccoli roditori, di criceti e conigli. E poi tanti ...
Volatili

I principali uccelli da stagno

Tra gli animali presenti nel nostro pianeta troviamo gli uccelli da stagno. Lo stagno è uno specchio d'acqua immobile, non molto profondo e abbastanza ...
Altri Mammiferi

Come trovare un riccio

Il riccio è un animale facilmente riconoscibile per il suo aspetto particolare. Si può trovare in campagna e nelle zone di montagna. Si tratta di ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.