Come fare un vivaio di pesci

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'acquacoltura, non è una pratica nuova, infatti era conosciuta già dagli antichi Egizi e praticata in Cina da secoli. Anche i Romani, i Fenici e gli Etruschi, si dedicarono all'itticoltura. Oggi, per rispondere all'aumento crescente del fabbisogno di pesce, come cibo salutare e nutriente, l'allevamento ha guadagnato popolarità diffondendosi ampiamente. Il pesce generalmente ha un basso contenuto calorico, è povero di colesterolo, ricco di proteine e di oli essenziali come l'Omega 3, importantissimi in una dieta sana ed equilibrata. Avviare un vivaio di pesci è un lavoro impegnativo ma anche redditizio. In questa guida vedremo come fare per iniziare.

26

È il momento di considerare gli aspetti pratici dell'allevamento, occorre valutare attentamente che il tipo di ambiente e la qualità dell'acqua siano adatti a consentire le perfette condizioni di vita e sviluppo del pesce, tutelandolo da malattie ed eventuali problemi. Occorre quindi analizzare attentamente la qualità delle acque, facendo eseguire dei test chimici e batteriologici che ne certifichino la salubrità. Informiamoci ora su quali siano le caratteristiche vitali della specie che abbiamo scelto di allevare: fasi dello sviluppo, ciclo riproduttivo, habitat naturale e corretta alimentazione.

36

Per ampliare il nostro vivaio è fondamentale favorire i processi riproduttivi dei pesci: manteniamo le condizioni dell'acqua adeguate, pulite e della giusta temperatura. Usiamo mangimi ed alghe che siano adatti, in modo da fornire ai pesci le condizioni ideali per proliferare. Alcuni pesci sono più facili da allevare rispetto ad altri, quindi per iniziare è bene scegliere una specie non particolarmente problematica.

Continua la lettura
46

Infine ci sono tre aspetti fondamentali da considerare: valutare la redditività, aumentare le proprie competenze in materia e iniziare con una piccola impresa. Occorre fare un'analisi di mercato per studiare e valutare la richiesta e l'offerta di questi prodotti all'interno del territorio nel quale abbiamo deciso di dare avvio alla nostra attività. Facciamo una stima dei costi, delle nostre disponibilità, sia economiche che di impegno in termini di tempo, e valutiamo infine gli aspetti giuridici e burocratici, contattando esperti del settore che sappiano consigliarci al meglio. Dopo aver scelto a quale specie di pesce dedicarci, è necessario aumentare le nostre competenze a riguardo. Per apprendere e perfezionare le tecniche di allevamento, è necessario infatti compiere un percorso di formazione specifica, che ci aiuterà a evitare imprevisti e sgradevoli sorprese. È bene iniziare con una piccola impresa, sarà più facile da gestire e ci permetterà di capire se l'investimento che vogliamo affrontare non sia rischioso e ci permetta di rientrare nella spesa nel più breve tempo possibile.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come fare una polvere naturale contro pulci e zecche

Quando si possiede un animale domestico (cane o gatto), risulta fondamentale accudirlo per garantirne il benessere fisico. Fra le tante minacce ai nostri amici a quattro zampe, è preferibile contrastare quelle più comuni. Nel seguente tutorial vediamo...
Rettili e Anfibi

Anfibi: gestione in cattività

Al giorno d'oggi, sono in aumento le persone che "adottano" come animali domestici gli anfibi e li tengono in cattività all'interno della propria abitazione o del proprio giardino. Gli anfibi costituiscono una classe animale, che racchiude al suo interno...
Altri Mammiferi

Come allevare suini

Tra gli animali da allevamento, i suini ricoprono sicuramente un posto d'onore: i motivi di tale successo, che si presenta quasi distinzione in tutto il mondo, sono molteplici. Innanzitutto, sono animali non particolarmente esigenti, sia dal punto di...
Cura dell'Animale

Tecniche di allevamento dei bovini

Fin dalla notte dei tempi, l'allevamento dei bovini era finalizzato alla produzione di forza lavoro e molto meno come riserva di carne, visto il costo elevato nel mantenere più capi di bestiame e l’impossibilità di conservare a lungo la carne. Ora...
Invertebrati e Insetti

Come allevare le coccinelle

Il termine coccinella deriva dal greco "Kòkkinos" o latino "Coccinus", che significa "rosso scarlatto". È proprio da tale caratteristica che deriva il nome di tali insetti. Fin dall'antichità sono considerate simbolo di buon auspicio, reputazione dovuta...
Pesci

Come allevare ricci di mare

Allevare i ricci di mare richiede una conoscenza delle normative che disciplinano questa attività, solo in questo modo si può progettare tale azione. Oltre a tutto ciò i ricci vanno conosciuti per bene, partendo dalla loro alimentazione alle loro abitudine,...
Cura dell'Animale

Come allevare i polli

Se voglio cimentarci con l'allevamento di alcuni animali, ma non lo abbiamo mai fatto prima, sarà di fondamentale importanza, prima di iniziare la nostra attività, informarci sulle esigenze dei vari tipi di animali che vogliamo allevare. Ogni animale,...
Invertebrati e Insetti

Come allevare il baco da seta

Bombyx mori, meglio conosciuto come baco da seta, è un insetto che appartiene alla famiglia Bombycidae proveniente dall'Asia centro-orientale, che si nutre solo di foglie di gelso.Esso è molto conosciuto sul mercato perché serve alla produzione della...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.