Come fare uno shampoo naturale per gatti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La pulizia è una caratteristica peculiare di ogni gatto. Nella maggior parte dei casi infatti, i gatti cercano di rimanere puliti e provvedono da soli alla loro igiene dedicando ore a questa attività. In alcuni casi però, un gatto può sporcarsi o venire a contatto con una sostanza oleosa o appiccicosa e da qui nasce l'esigenza di fargli un bel bagno. Preparare uno shampoo fatto in casa è facile e presenta numerosi vantaggi. Per prima cosa è una valida alternativa agli shampoo tradizionali, spesso carichi di sostanze chimiche che spesso irritano la pelle dei nostri gatti causando dermatiti, ed inoltre ci permette di avere un risparmio notevole. Vediamo dunque come fare uno shampoo totalmente naturale per i nostri amati gatti.

26

Occorrente

  • 50 gr. di farina d'avena,
  • 50 gr. di farina di mais
  • 100 gr. di bicarbonato di sodio
  • 50 ml di sapone neutro
  • 50 ml di aceto
  • 200 ml d'acqua
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
36

Valuta qual è la tecnica migliore per il pelo del tuo gatto

Esistono molti negozi attrezzati in cui è possibile recarsi per lavare il proprio gatto evitando così di sporcare il proprio bagno, però uno shampoo fatto in casa è più delicato, ha numerosi vantaggi per l'ambiente ed è sicuramente più conveniente. È inoltre particolarmente indicato per gatti con problemi dermatologici o con allergie. Usando ingredienti semplici e facilmente reperibili è possibile mantenere pulito e profumato il proprio gattino, senza ricorrere a prodotti potenzialmente dannosi per lui. Gli shampoo possono essere di due tipi: a secco oppure liquidi. Lo shampoo a secco è certamente l'opzione migliore per pulire i gatti a pelo corto.

46

Prepara uno shampoo a secco

Per preparare uno shampoo a secco dobbiamo mescolare parti uguali di farina d'avena e farina di mais e aggiungere qualche cucchiaio di bicarbonato di sodio. La farina d'avena e quella di mais assorbono gli oli dalla pelle e dal manto del gatto, mentre il bicarbonato di sodio serve ad eliminare gli odori. Per un pelo più lucido possiamo detergere il gatto con una spugnetta umida imbevuta di acqua e un cucchiaio di aceto di mele. Per applicare lo shampoo a secco è preferibile optare per un luogo all'aperto o comunque facile da pulire. Dopo averlo applicato, lasciamolo agire per 10-15 minuti in modo che abbia il tempo di assorbire gli odori e lo sporco. Successivamente dobbiamo spazzolare accuratamente il gatto per rimuovere eventuali residui presenti sul suo pelo.

Continua la lettura
56

Prepara uno shampoo liquido

Tutti gli amanti dei gatti sanno, che questi animali non sono particolarmente amanti dell'acqua. I gatti a pelo corto necessitano raramente di un bagno, poiché il più delle volte quello a secco si rivela sufficiente. Tuttavia il bagno con uno shampoo tradizionale a liquido è necessario per gli esemplari a pelo lungo, il cui manto ha bisogno di una maggiore cura. La ricetta per un ottimo shampoo liquido prevede una tazza di aceto bianco o di mele, una di sapone neutro liquido e quattro di acqua. È fondamentale utilizzare un sapone liquido, delicato e privo di profumo, per non correre il rischio di irritare la pelle del nostro gatto. Dopo averlo lavato accuratamente, ricordiamo di risciacquarlo con cura.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare di applicare gli shampoo nella zona degli occhi
  • Non usare lo shampoo su animali con ferite o irritazioni della pelle.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Biscotti per gatti fai da te: 3 ricette

Sono moltissime le famiglie che decidono ogni giorno di adottare un animale domestico perché questo ci fa sempre molta compagnia e rallegra le nostre giornate. La maggior parte delle volte, però, per alimentare il nostro animale, preferiamo acquistare...
Cura dell'Animale

Come scegliere spazzole e pettini per gatti

È' ormai noto che i gatti non amano molto farsi toccare e restare fermi quindi pettinarli e spazzolarli non è sempre un'impresa facile. Si rivela fondamentale abituarli al contatto fin da piccoli di modo che l'animale si fidi del padrone. Si può far...
Gatti

Gatti: come mantenere il pelo lucido

Quanto i gatti possano essere eleganti con loro andatura ed il loro passo felpato, possono saperlo solo i padroni che li tengono nella propria casa e ne osservano tutti i comportamenti e le posture. Anche il pelo del nostro micio, lungo o corto che sia,...
Gatti

Le razze di gatti a pelo lungo

Esistono una grandissima quantità di razze di gatti, che possono essere alcune a pelo lungo, altre a pelo corto, per passare alle razze che non presentano peli sulla pelle. Le razze più diffuse in tutto il globo, sono quelle a pelo corto, che si possono...
Gatti

I 5 gatti di razza più affettuosi

Distinguere gli animali per razza non è discriminatorio come si pensa, infatti molte specie tra cui i gatti sapere che il nostro cucciolo è di una certa razza assicura quasi totalmente di alcune caratteristiche specifiche. Infatti le razze, sopratutto...
Gatti

Come togliere le zecche dai gatti

Per tutti gli amanti degli animali domestici, la possibilità che il proprio fido compagno possa incorrere in qualche problemino di salute è un'ipotesi allarmante da scongiurare in qualsiasi modo. Uno dei nemici più pericolosi per i nostri gatti è...
Gatti

5 curiosità sui gatti persiani

I gatti persiani rappresentano, senza alcun dubbio, la razza felina più elegante, sofisticata e particolare. Caratterizzati dal folto pelo, morbido e soffice, e dallo speciale taglio d'occhi allungato e sornione, i gatti persiani sono di certo tra i...
Gatti

Come addestrare un bengalese

Il gatto bengalese è una razza ibrida nata dall'incrocio tra un gatto domestico e un gattopardo. Nel 1973 il dottor Centerwall ebbe in mente di sperimentare un incrocio tra un gatto domestico e un esemplare di leopardo asiatico, in modo da rendere immuni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.