Come farsi ascoltare dal cane

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Come farsi ascoltare dal cane? Ecco una semplice guida. L'educazione del cane è spesso sottovalutata. Chiunque possiede un cane vorrebbe che rispondesse al richiamo, che non scappasse via quando gli viene tolto il guinzaglio oppure che non abbaiasse quando incontra un suo simile. Purtroppo le cose, per alcuni cani, non vanno così e la conseguenza è che non possiamo mai lasciarlo libero quando lo portiamo al parco. È diffusa la convinzione che un cane che entra in età adulta in una famiglia non possa essere più addestrato. Sarà sicuramente più difficile ma se intraprendiamo un percorso di educazione mirato, riusciremo ad impartirgli i comandi necessari e a farci ascoltare.

27

Occorrente

  • Pazienza
  • fermezza
37

I comandi semplici "Alzarsi" e "Sedersi"

Iniziamo impartendo al cucciolo le regole base in un luogo sicuro e senza distrazioni: quindi può andare bene un luogo recintato. È importante trasmettergli comandi semplici, come "Alzarsi" e "Sedersi". Per riuscire a farlo sedere basta tenere un biscotto sopra il suo naso e poi solleviamolo all'altezza degli occhi; facciamolo scendere verso il basso, e quando il cane percepisce che è quasi al pavimento, ordiniamogli, con voce ferma, di sedersi. Appena ciò accade occorre coccolarlo. Successivamente, usiamo lo stesso metodo per far apprendere il comando di alzata. Questi esercizi abitueranno il cane all'obbedienza, e lo aiuteranno a riconoscere le varie tonalità della vostra voce.

47

Si passa al comando "Vieni"

Il comando "Vieni" è essenziale per richiamare il cane a noi. Ciò che bisogna fare è inginocchiarci sul pavimento, pronunciamo il suo nome e subito dopo "vieni". Quando ci raggiungerà, bisogna quasi fare festa ovvero bisogna lodarlo e dargli un piccolo premio (i biscottini). Per rendere l'esercizio più difficile occorre in continuazione cambiare stanza o giardino. Occorre specificare che il comportamento del cane dipende molto dal suo padrone, quindi, fate attenzione.

Continua la lettura
57

Il comanda "lascia"

Per il comando "lascia" ci occorrerà un po' di tempo. Non demordiamo, in quanto grazie a questo apprendimento, il cane ci ascolterà quando lo riprenderemo perché sta litigando con un altro cane o combinando qualche disastro in casa. Basta prendere delle crocchette in una mano e porla sotto il naso del nostro cucciolo. Quando lui annuserà il cibo, chiudiamo immediatamente la mano e pronunciamo chiaramente il comando "lascia". Se il cane rinuncia all'impresa e non mostra segni di prepotenza, dopo qualche minuto lo ricompenseremo. Il nostro cane imparerà che se ubbidisce, sarà premiato con qualcosa di meglio. Grazie a questa semplice guida potete addestrare il vostro cucciolo e a farsi ascoltare dal vostro cane.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ripetiamo tutti i giorni gli esercizi, perché l'apprendimento del cane sia costante e duraturo nel tempo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come addestrare il cane al richiamo

Addestrare il proprio cane ad obbedire ai comandi è una pratica fondamentale. Non è opportuno rivolgersi a un educatore cinofilo se esso viene allevato da cucciolo. Nei primi mesi di vita gli insegnamenti importanti, quali "Seduto", "Vieni" vanno proposti...
Cani

Come addestrare il cane a stare al passo

Il cane è in assoluto l'animale domestico più adottato ed amato dalle famiglie di tutto il mondo. Avere un cane, però, spesso non è facile in quanto anch'egli è un essere vivente e come tale ha le sue esigenze, che devono essere assolutamente rispettate....
Cani

Come addestrare il rottweiler

La televisione parla frequentemente di casi di cronaca legati all'aggressione dei cani verso l'uomo. Altrettanto frequentemente si dimentica, però, di ricordare come la maggior parte delle persone che ne possiede uno non proceda all'educazione del proprio...
Cani

Come gestire un cucciolo quando si va a lavoro

Adottare e crescere un cucciolo è un impegno a tempo pieno, almeno nelle prime fasi della crescita. Il piccolo ha bisogno di guide e di educazione. È molto importante al fine di insegnargli le regole base di una sana convivenza. Deve imparare a fare...
Cani

Come scegliere un cucciolo di pitbull sano

Nella seguente guida riportiamo tre utili consigli per poter scegliere un cucciolo di pitbull sano in totale sicurezza. Questi cani hanno la fama di essere una razza pericolosa, aggressiva ed inaffidabile. In realtà non è proprio così. Basterà infatti...
Cani

Come gestire le prime passeggiate del cane

Prendere un cane non è certo cosa da poco: come tutti gli animali, anche i cani hanno particolari esigenze, ma l'impegno profuso verso il loro benessere sarà sempre ripagato dall'amore incondizionato che sono capaci di dare. Indifferentemente dalla...
Cani

Come insegnare al tuo cucciolo a smettere di mordere

I cuccioli trascorrono gran parte del loro tempo a giocare masticando oggetti, facendo diventare i loro denti sempre più aguzzi. Pertanto, quando giocano con gli esseri umani, spesso tendono a mordere le mani e i vestiti. Questo tipo di comportamento...
Cani

Come insegnare al cane le buone maniere

Il cane è sicuramente un animale per chi piace molto bello e socievole. Innumerevoli sono le qualità di questo animale, per esempio è un ottimo guardiano per la nostra abitazione, sa donarci grande affetto e soprattutto è un ottimo compagno di giochi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.