Come farsi obbedire da un cucciolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Cosa c'è di più dolce di un cucciolo di cane? Attrae immediatamente le attenzioni di tutti. Gli occhietti teneri, il musetto umido, i gesti invoglianti e desiderosi di coccole. Ma non dimentichiamo che è pur sempre un cucciolo. E, come tale, ha comportamenti istintivi da tenere sotto controllo. Dovremo, con dolcezza e pazienza, forgiare le sue tendenze ed i suoi comportamenti. Sappiamo in anticipo che abbaierà. E che sporcherà dappertutto, mordendo quel che gli capita. La cosa fondamentale è educarlo correttamente. Con l'aiuto dei seguenti consigli, vediamo allora come farsi obbedire da un cucciolo.

27

Occorrente

  • Molta pazienza, dolcezza e perseveranza.
37

Instaurare la giusta comunicazione

Per farsi obbedire da un cucciolo bisognerà, sin dall'inizio, instaurare la giusta comunicazione. Tutto si basa sull'osservazione delle reazioni del cucciolo ai nostri comandi. Pertanto, prima della pretesa di farci subito obbedire, regoliamo adeguatamente i nostri comportamenti. Il cucciolo di un cane, come tutti i cuccioli, è paragonabile ad una spugna. Ovvero, assorbe ciò che noi gli trasmettiamo. Limitandoci a sgridarlo in modo insicuro, lo renderemo confuso e incerto. Dovremo quindi assumere un tono di voce autorevole, cosicché il cucciolo comprenda ciò che non deve fare. "Autorevole" però non significa "autoritario". Dovremo semplicemente usare un tono deciso, senza urli o grida di sorta. Poiché l'udito del cane è molto sensibile, gli strilli si amplificherebbero. Con una conseguente sensazione, per lui, di grande fastidio.

47

Non eccedere con le coccole

Per farsi obbedire da un cucciolo, facciamo attenzione all'eccesso di coccole. Solo se corrisposte nei momenti adatti, si riveleranno educative. Una carezza in un momento di comportamento sbagliato, farà sentire il cucciolo autorizzato alla ripetizione del gesto. I premi e l'affetto andranno dati solo quando si comporta bene. Diversamente, se per esempio fa la pipì in un luogo non adatto, bisognerà dirgli una sola parola, con tono calmo e deciso. Dovremo usare sempre la stessa, in modo che la impari, come la parola "no". Poi dovremo ignorarlo, magari per poco tempo o secondo il tipo di marachella. Soltanto così il cucciolo capirà che le nostre attenzioni verso di lui andranno guadagnate con il giusto comportamento.

Continua la lettura
57

Farsi riconoscere come leader dal cucciolo

Per farsi obbedire da un cucciolo, educhiamolo al rispetto verso il padrone come leader. Se usciamo da casa, lui dovrà seguirci. Oppure anche precederci, ma solo dopo il nostro ordine. Inoltre, evitiamo di somministrargli dei bocconcini sotto il tavolo mentre mangiamo. Il cucciolo dovrà anche avere la sua cuccia in cui dormire. Il nostro letto non dovrà essere il suo habitat. Solo su nostro ordine potrà accomodarsi sulle poltrone, sui divani o sui letti. Non lasciamoci impietosire dai suoi guaiti. Ignorandolo, col tempo capirà. Gestiamo i suoi giochi con dei giocattoli da mordicchiare, come palline oppure ossi. Distoglierà così le sue mire dalle nostre pantofole e dai nostri calzini. Con pazienza e senza mai demordere, creeremo un rapporto felice e sereno con il nostro cucciolo. http://www.addestramentocaniblog.it/farsi-ubbidire-dal-cane/.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Nell'impartire un ordine al cucciolo, teniamo un tono deciso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come far smettere di piangere un cucciolo

I cuccioli del cane, così come tutti i cuccioli (anche quelli umani) hanno un solo modo per comunicare: il lamento o il pianto, che è sempre segnale e manifestazione di una richiesta o di un disagio. Pertanto, anche se è molto fastidioso sentire questi...
Gatti

Come addestrare un Bullmastiff

Se avete appena deciso di allevare un cucciolo di Bullmastiff, è importante sapere che ci sono tempi e modi ben precisi da rispettare affinché questo esemplare di cane possa essere addestrato correttamente. Si tratta infatti di un animale che essendo...
Cani

Come gestire le prime passeggiate del cane

Prendere un cane non è certo cosa da poco: come tutti gli animali, anche i cani hanno particolari esigenze, ma l'impegno profuso verso il loro benessere sarà sempre ripagato dall'amore incondizionato che sono capaci di dare. Indifferentemente dalla...
Cani

Come addestrare il cane al richiamo

Addestrare il proprio cane ad obbedire ai comandi è una pratica fondamentale. Non è opportuno rivolgersi a un educatore cinofilo se esso viene allevato da cucciolo. Nei primi mesi di vita gli insegnamenti importanti, quali "Seduto", "Vieni" vanno proposti...
Cani

Come farsi amare dal proprio cane

Il cane viene considerato da sempre il migliore amico dell'uomo. Tutti coloro che ne possiedono almeno uno sanno che è importante dare all'animale la giusta educazione. Alcuni cani sono ubbidienti e posati, altri invece sono un po' ribelli e tendono...
Cani

10 consigli per essere un vero leader per il tuo cane

I cani, come i lupi da cui discendono, sono animali che in natura si uniscono in branchi al cui interno vengono individuati i capi e vigono precise gerarchie. Al contrario del gatto, che è cacciatore solitario ed autosufficiente, il cane conserva l'istintivo...
Gatti

Come addestrare un Mau egiziano

Il Mau egiziano è uno dei gatti più antichi presenti sulla Terra, infatti la sua prima comparsa può essere fatta risalire al 2000 a. C. Questa tipologia di gatto di solito presenta un mantello dall'aspetto maculato con delle macchie più scure rispetto...
Cani

Come gestire 2 cani di sesso opposto

Se abbiamo un cane maschio o femmina, e desideriamo averne un altro, sorge il problema di come farli convivere se sono di sesso opposto. Infatti, si tratta di trovare un esemplare che abbia lo stesso carattere, non sia repulsivo nei confronti della femmina...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.