Come farsi ubbidire dal cane

tramite: O2O
Difficoltà: facile
19

Introduzione

Quando si decide di adottare un amico a quattro zampe nella propria vita, oltre a giochi, coccole e divertimento è bene insegnare come farsi ubbidire, come faremmo esattamente con un bimbo.
Sicuramente non sarà un impresa facile e spesso incontreremo varie difficoltà a seconda della razza che abbiamo davanti, ma con costanza e polso riusciremo a fargli capire come vivere serenamente assieme a noi e agli altri.
Il metodo migliore sarebbe di farlo frequentare una scuola, professionale o amatoriale, per un periodo, ma per cani non particolarmente problematici, possiamo trovare in commercio testi davvero ottimi e di grande aiuto!

29

Nel momento in cui il vostro nuovo migliore amico farà il suo ingresso nell'ambiente domestico, trascorso il primo mese nel quale prenderà confidenza con gli spazi, tenderà ad avere un carattere predominante, testando continuamente propri limiti, ma soprattutto i vostri!
È in questa fase che dovrete avere più polso e far capire, fin da subito, chi è il "capobranco".
Il vostro cane individuerà, già dai primi giorni, il suo padrone ed è compito di quest'ultimo impartire gli ordini. Ma dev'essere un impegno di tutto il nucleo famigliare: infatti le regole devono essere le stesse e devono essere condivise per tutti gli elementi della famiglia; sarebbe bene istruire, per quanto possibile, anche i propri ospiti sulle linee generali nel rapporto con il vostro animale domestico.

39

Un elemento fondamentale è la COERENZA: una volta deciso ciò che può e ciò che non può fare, insieme a tutto il nucleo famigliare, è importante che queste regole non vengano mai infrante. Il vostro piccolo amico capirà presto ciò che voi non volete e proverà ad addolcirvi e a ripetere gli stessi errori nei primi anni di vita. L'importante è non demordere ed essere fermi nel dare le giuste direttive, proprio come fareste con un bambino.
Se pensate che sia un trattamento troppo duro pensate sempre che ne va del suo bene. I cani amano l'abitudinarietà e la costanza. Ricevere ordini incoerenti, o permessi concessi e poi negati, può essere causa di stress e irrequietezza.

Continua la lettura
49

Le punizioni non devono mai essere fisiche, mai percuotere il cane. Un bel "NO" deciso e con un tono imponente è sicuramente il migliore dei moniti, senza chiamarlo per nome (che dev'essere sempre associato a qualcosa di positivo), solo "NO". Qualora vogliate dargli una punizione in più, lasciatelo solo per un po: la solitudine è la peggior punizione per un cane.
Una volta detto il "NO" è bene ignorarlo per alcuni minuti e aspettare che sia lui a venire a cercare nuovamente la vostra compagnia.
Il "NO" e le punizioni devono essere dati nel momento in cui fa qualcosa che non volete, mai dopo. I cani associano la punizione a quello che fanno in quell'istante e non potrebbero mai capire una punizione data per qualcosa accaduto anche solo qualche minuto prima.

59

Al "NO" va contrapposto il "BRAVO". Usatelo! Usatelo! E usatelo ancora! Più che insegnare cosa non volete che faccia, premiate costantemente i comportamenti che vi rendono orgogliosi del vostro amico a quattro zampe. Per lui farvi felice è una gioia e voi dovete fargli capire quando lo siete. Utilizzate il "BRAVO" con enfasi e sorridendo, potete accarezzarlo e, se fa qualcosa che vi è particolarmente piaciuta, dategli una crocchetta. Ma non esagerate con le crocchette, non devono essere un pasto!

69

Uno dei primi test per favi ubbidire è sicuramente la passeggiata. Ma prima è importate dire che, qualora il vostro cane facesse i bisogni in luoghi in cui non volete, non va sgridato! Il cane assocerebbe questo monito al fatto che sia sbagliato fare i bisogni. In realtà dovete solo portarlo fuori ogni volta che ne senta lo stimolo. Per fare ciò, non vi preoccupate, imparerete presto a capire il linguaggio del corpo del vostro piccolo amico, e lui imparerà presto che quella è una cosa da fare fuori.

79

La passeggiata è un momento in cui tu e il tuo piccolo amico vi rapportate con il mondo esterno. Quindi dev'essere addestrato ad ascoltarvi e ubbidire ai vostri comandi. Ogni cosa nuova, come può essere un guinzaglio, lasciate che la annusi, che la mastichi un po', lasciate che prenda confidenza. Una volta che l'attenzione torna nuovamente su di voi, mettetegli il guinzaglio e lasciatelo correre libero in giardino con il guinzaglio al collo, senza comandi. Poi prendete il guinzaglio stando di fronte al vostro cane, fate qualche passo all'indietro in modo che lui vi segua e vi stia sempre davanti.
Dopo questo mettete il cane alla vostra sinistra, tenendo il guinzaglio con la destra e fate due passi assicurandovi che stia sempre alla vostra sinistra. Ogni qual volta dovesse tirare fermatevi e tirate con la giusta forza il guinzaglio a voi, magari accompagnandolo con un "NO", e riportandolo alla posizione corretta.
Date il comando "PIEDE" prima di cominciare a camminare, per fargli capire che ora siete voi a dirgli dove andare, ripetendo "PIEDE" ogni volta vogliate cambiare direzione.
Nelle prime passeggiate dovrete fermarvi spesso per richiamare il vostro cucciolo e metterlo in riga, ma ne trarrà beneficio in seguito e voi potrete portarlo in giro senza problemi.

89

Un altro comando importante è il "SEDUTO". Questo comando vi permette di catturare tutta la sua attenzione e dargli altri comandi. Soprattutto nei cani di taglia grande, questo comando vi permetterà di controllarlo con maggiore facilità.
Ditegli con fermezza "SEDUTO", una sola volta, e se non lo fa abbassategli il sedere. Per aiutarvi potete tenere una crocchetta premio sopra la sua testa, gli verrà spontaneo sedersi. Una volta seduto dite con enfasi "BRAVO" e nuovamente "SEDUTO" per imprimere il comando nella sua memoria.

99

L'ultime due importantissime nozioni: la prima è che ogni comando va accompagnato da un gesto. Questo vi aiuterà a impartire il comando e, in futuro, darlo senza nemmeno parlare. I più comuni sono: "NO" = indice alzato, "BRAVO" = carezza, "SEDUTO" = pugno chiuso appoggiato sul proprio petto, oppure entrambe le mani con i pugni chiusi incrociate sul proprio petto, "RESTA" (per farlo stare fermo) = palmo di mano aperto, "PIEDE" = battersi con la mano sinistra sulla gamba, tenendo il guinzaglio con la destra.
In secondo luogo è che i comandi vanno detti solo una volta: il vostro piccolo amico deve eseguire i comandi al primo ordine, non quando vuole lui, ma quando volete voi.
Una volta poste le giuste basi, il rapporto con il vostro animale domestico sarà piacevole e vi renderà orgogliosi di lui.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Addestramento pinscher: i comandi

Noi tutti sappiamo che il cane è un animale molto intelligente, capace di apprendere e di memorizzare velocemente i segnali di affetto e di comando ...
Cani

Come addestrare il cane all'obbedienza

Attraverso un adeguato addestramento i cani possono imparare ad eseguire determinati movimenti e comandi chiamati ordini, per insegnare al cane ad eseguire un ordine bisogna ...
Cani

10 consigli per allevare cuccioli di pastore tedesco

Il pastore tedesco è il cane per eccellenza: è una delle razze simbolo che nelle sue caratteristiche convoglia velocità, capacità di addestramento, ricerca e forza ...
Cani

Come educare il cane con 5 comandi fondamentali

Il cane è un animale eccezionale; chi lo sceglie come amico sceglie di costruire una amicizia solida e profonda, dalle mille soddisfazioni. Ma pur sempre ...
Cani

Come addestrare il tuo cane

L'addestramento del cane rappresenta una parte molto importante dell'interazione con lui, soprattutto durante i primi mesi. Questo include l'insegnamento a camminare al ...
Cani

Come educare il cane a stare in pubblico

Le persone che possiedono un cane sanno che è difficile addestrarlo; qualche volta l'amore e la pazienza non bastano. Alcuni cani sono docili e ...
Cani

5 comandi fondamentali per il cane

Quando si adotta un cucciolo è fondamentale prendersi cura di lui e donargli tutta l'attenzione di cui ha bisogno. Allo stesso tempo, è fondamentale ...
Cani

L'educazione del cane: 5 regole educative

Impartire la giusta educazione e disciplina al nostro amico a quattro zampe è sicuramente un compito non facile, ma neanche impossibile. È fondamentale imparargli la ...
Cani

Come insegnare il comando "Seduto" al proprio cane

Insegnare il comando "seduto" consente di avere un po' più di controllo sul vostro amico a quattro zampe. Per riuscire ad ottenere buoni risultati è ...
Cani

Come educare correttamente un cane

Il cane, è sicuramente l'animale domestico per eccellenza. Definito come il migliore amico dell'uomo, riesce facilmente ad interagire con l'essere umano riuscendo ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.